Ovada

Milano-Sanremo: la provincia si prepara per il passaggio della ''Classicissima di Primavera''

Non si deciderą nel passaggio fra la Lombardia ed il Piemonte, ma il transito della corsa nell'alessandrino mantiene un fascino immutato fra gli appassionati delle due ruote

PROVINCIA - Non sarà più il primo appuntamento cerchiato in rosso nel calendario dei velocisti, come avveniva fino a qualche anno fa, ma il fascino della Milano-Sanremo resta immutato anche dopo 110 edizioni. Non a caso, nonostante l’avvento dell’Uci World Tour (che da qualche anno comprende, per gli sprinter, l’UAE Tour di fine febbraio), il parterre de roi della “Classicissima di Primavera” risulta sempre gremito, con diversi finisseur che cercano di anticipare le ruote veloci del gruppo sul traguardo di via Roma. C’è riuscito – in tempi recenti – Fabian Cancellara, che nel 2008 mandò in porto un attacco sferrato a due chilometri dall’arrivo. E poi Vincenzo Nibali, detentore del titolo conquistato nel 2018 grazie all’allungo decisivo sulla salita del Poggio. Ci proverà ancora il siciliano, attesto protagonista del prossimo Giro d’Italia, che ha riportato il tricolore nell’albo d’oro della kermesse a distanza di 12 anni dal successo di Filippo Pozzato. 


L’ago della bilancia ormai pende dalla parte degli atleti stranieri (58 vittorie contro le 51 degli azzurri), e la presenza di 3 squadre italiane (Androni Giocattoli – Sidermec, Bardiani Csf e Neri Sottoli Selle Italia Ktm) sulle 25 ammesse non aiuta in tal senso. Quasi scontata la presenza dei portacolori di questi team, invitati come wild card (insieme a Cofidis, Direct Energie, Israel Cycling Academy e Novo Nordisk), nella fuga iniziale che, già da qualche anno, caratterizza i primi 200 chilometri (sui 291 totali). L’appuntamento è per sabato intorno alle 12.30 a Novi Ligure, dopo prima dell’una per il passaggio da Ovada. Nel borsino dei favoriti che si giocheranno la gara non può mancare il francese Julian Alaphilippe, vincitore della “Strade Bianche” e mattatore alla Tirreno Adriatico, capitano di una Deceuninck-Quick Step che schiererà al via anche Elia Viviani e Philippe Gilbert. Sognano l’impresa anche Peter Sagan (Bora-hansgrohe), Greg Van Avermaet (CCC Team) e Michal Kwiatkowski (Sky), mentre fra i velocisti occhio a John Degenkolb (Trek Segafredo), Arnaud Demare (Groupama-FDJ) e Fernando Gaviria (UAE Team Emirates).  

E’ previsto per stamattina, venerdì 22 marzo, indicativamente tra le 10.30 e le 11.00 il passaggio da Ovada dell’allegra brigata della “Gran Corsa di primavera”, la manifestazione organizzata da LCA Associazione Sportiva Dilettantistica di Bassano del Grappa che anticipa di 24 ore il passaggio della Classicissima di Primavera, con l’obiettivo di riproporre la versione storica con bici e abbigliamento d’epoca della Milano – Sanremo. L’iniziativa, prevista in tre giorni, si tiene ogni anno a ridosso della gara dei professionisti. Alla rievocazione sono ammesse solo biciclette costruite prima del 1930. Le biciclette della "Gran corsa di Primavera” da Milano hanno particolarità di non avere il cambio che all’epoca non era ancora stato inventato. Le biciclette di allora erano Peugeot, Alcyon, Legnano, Fiat, Bianchi, Atala, Otav, Christophe, J.B. Louvet, La Française, Maino, Stucchi, Dei, Wolsit, Opel, giusto peri citare le più importanti. Per domani è prevista la fermata presso il bar Trieste, storico punto di passaggio della manifestazione a metà tra la pianura tra Lombardia e Piemonte e la meta e in prossimità dell’inizio della salita del Turchino un tempo ritenuta particolarmente insidiosa. 

22/03/2019







blog comments powered by Disqus


Cassulo presenta la sua squadra "Vogliamo cambiare le cose"

Ovada | Battesimo sulla scalinata di piazza Castello per "Ovada viva". Il candidato sindaco. "Ci aspetta un lavoro gravoso. I temi? Ospedale, sicurezza e iniziative per i giovani"

Pasquetta: nel centro storico torna il Mercatino dell'Antiquariato

Ovada  | Esordio in vista per il Mercatino dell'Antiquariato organizzato dalla Pro Loco di Ovada, con il primo dei sette appuntamenti del 2019 in programma a Pasquetta

L'Asl punta sull'Ospedale di comunitą. "Sarą il futuro"

Ovada | Nel seminario organizzato ieri le modalitą di funzionamento del reparto avviato lo scorso 28 marzo al secondo piano del presidio di via Ruffini

Don Ciotti agli scout ovadesi: ''Siate umili e coraggiosi''

Ovada  | Gli spalti gremiti della palestra dell'Istituto Santa Caterina - Madri Pie hanno applaudito a lungo l'intervento del fondatore di Libera, che si č rivolto soprattutto ai giovani ovadesi

Anpi: studenti del Pertini in visita alla sede ovadese

Ovada  | La scolaresca, guidata dalle docenti di storia Sabrina Caneva e Margherita Tempesta, ha fatto tappa presso l'ufficio dell'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia, per un confronto con il direttivo