Ovada

Pensionato precipita nello Stura e muore

Complesse le operazioni di recupero del corpo, coordinate dai Vigili del fuoco. L'uomo avrebbe lasciato un biglietto per comunicare le sue intenzioni

OVADA -  E’ stato recuperato poco dopo le 11 di ieri mattina il corpo dell’uomo precipitato ieri mattina sul greto del fiume dalla ex statale 456 del Turchino, all’altezza del primo passaggio a livello in direzione Rossiglione. Particolarmente complesse le operazioni di recupero, per l’altezza del punto e per le condizioni del torrente. I Vigili del fuoco alla fine sono riusciti a raggiungerlo su alcune rocce, solo attraversando lo specchio d’acqua a bordo di un gommone. Non ci sarebbero dubbi sulla natura volontaria del gesto. La vittima, 68 anni di Ovada, avrebbe lasciato nella sua abitazione un biglietto per comunicare la sua intenzione. E’ stata la moglie a trovarlo e ad avvisare carabinieri e 118.

 

14/09/2017







blog comments powered by Disqus


Max Oliva in bici fino a Capo Nord

Ovada | Il ciclista ovadese, specializzato nelle ultra distanze, da sabato prossimo sarà impegnato insieme ad altri 50 temerari nella "North Cape", gara che attraversa, l'Europa fino al punto più a nord

Fuoristrada: appuntamento europeo per il duo Toselli - Toselli

Ovada | Sabato e domenica prossima a Leon in Spagna la doppia prova per la coppia che nel nostro Paese è lanciata verso il bis nel campionato italiano

Via Molare: i controlli ci sono. Ma nulla è cambiato

Ovada | Bilancio a poco più di un anno dal terribile incidente in cui perse la vita Mario Bonaria: le rilevazioni messe in atto con i Velo Ok non scoraggiano gli automobilisti che superano (anche di tanto) i limiti di velocità

Ma la spesa nelle botteghe tira davvero?

Ovada | Il trend nazionale parla di numeri in crescita. La realtà dell'Ovadese si dibatte tra una massiccia presenza della grande distribuzione e diverse attività che hanno chiuso le serrande

Maturità da 100 e lode per i fratelli Michele e Pietro Sciutto

Silvano d'Orba  | Oltre al fatto di essere fratelli, Michele e Pietro Sciutto di Silvano d’Orba condividono anche l'esito della maturità. Pur avendo affrontato un percorso scolastico differente, entrambi hanno ottenuto il massimo dei voti.