Ovada

Stazione di Ovada: a rischio la biglietteria

A distanza di poco pił di un mese dall'inaugurazione della "rinnovata" stazione di Ovada, con un esborso di 4.5 milioni di euro da parte di Rfi, il servizio risulta a forte rischio

OVADA - I primi ad attivarsi sono stati i pendolari e membri del comitato "Difesa trasporti Valli Stura e Orba", che considerano la biglietteria come un servizio importante, un punto di riferimento per gli utenti in uno scalo altrimenti senza alcun presidio, visto che anche il bar è e resterà chiuso ancora per diversi mesi. Fatto sta che, a distanza di poco più di un mese dall'inaugurazione della "rinnovata" stazione di Ovada - a fronte di un esborso da parte di Rfi di 4.5 milioni di euro -, questo servizio è a forte rischio. «Abbiamo saputo che la dipendente andrà in pensione tra pochi mesi – dice Alessandra Rapetti, tra i componenti più attivi del comitato, che sta lavorando per trasformarsi in associazione -. Viene quindi naturale chiedersi che cosa succederà una volta che lei non ci sarà più. Sarà sostituita? O dovremo dire addio alla biglietteria?».

Secondo i dati di Rfi, che erano stati diffusi il mese scorso all’inaugurazione della stazione rinnovata, gli utenti che passano ogni anno dallo scalo ovadese sono 420 mila, non un’inezia. Ma, a quanto trapela, il volume d’affari della biglietteria non sarebbe stratosferico, complice un uso sempre più diffuso dei distributori automatici, delle app per i cellulari e degli acquisti on line sul sito di Trenitalia. Senza contare che lo sportello della stazione di Ovada, aperto da lunedì a venerdì dalle 6 alle 13,10, è l’unico in servizio su tutta la linea tra Acqui e Sampierdarena. Per ora, dalle Ferrovie, non sono arrivate notizie nette. «Confermiamo il pensionamento estivo, per il resto non è ancora stata fatta alcuna valutazione» spiegano. Tuttavia, tanto basta per allarmare non solo i pendolari ma anche il sindaco Paolo Lantero, che vuole chiedere alle Fs un incontro urgente: «La stazione è appena stata ristrutturata. Sarebbe anacronistico pensare di non avere più la biglietteria, direi quasi dispettoso. Noi avevamo già accettato, non senza mal di pancia, la riduzione d’orario al mattino, perché comprendevamo anche le esigenze dell’azienda, ma ci sono livelli di servizi sotto i quali non si può scendere. Non si può calibrare tutto sui numeri».

23/03/2019







blog comments powered by Disqus


Asfalti, attesa per l'apertura dei cantieri: ''Lavori col meteo favorevole''

Ovada  | Riflettori di nuovi accesi sul documento approvato tra la fine di luglio e l'inizio di agosto 2018 e poi apparentemente finito nel cassetto tra procedure per l'assegnazione dell'incarico all'impresa e successivi rinvii

Nuovo presidente per il Movimento per la Vita di Ovada

Ovada  | Cambio al vertice dell'associazione che dal 2001 si occupa del ''Progetti Gemma'' in cittą e dal 2010, con lo sportello ''Aiuto alla Vita'', fornisce generi di prima necessitą per l’infanzia ai tanti bimbi cui spesso manca l’indispensabile

''Storie naturali'': geologia e fossili per il terzo incontro

Tagliolo Monferrato | Prosegue con "Geologia e i fossili dell'Ovadese" del biologo marino Mariano Peruzzo il ciclo di incontri promosso dal Comune di Tagliolo Monferrato in collaborazione con la Biblioteca comunale "Nelson Mandela"

Capriatese: la strada per i play-off passa dalla sfida con il Deportivo Acqui

Capriata d'Orba  | Occhi puntati al Maccagno di Capriata d'Orba, dove i ragazzi di mister Samir Ajjor attendono il Deportivo Acqui, punito pesantemente nell'ultimo turno di campionato dalla Pro Molare

Ovadese sprecona sogna e si fa raggiungere

Ovada | La formazione arancione avanti di tre gol nel primo tempo viene raggiunta dal Castelnuovo Belbo nella ripresa. L'allenatore: "Colpa mia. Ora pensiamo al Felizzano"