Serravalle Scrivia

Gestione cimiteri, poco personale e il Comune chiede una mano ai privati

Sistemazione dei vialetti e dei campi comuni, una gestione più puntuale delle scadenze dei loculi, investimenti mirati per migliorare la gestione dei cimiteri comunali, in particolare di quello vecchio. Lo vuole l'amministrazione di Serravalle Scrivia, che ha ricevuto una proposta di partenariato pubblico privato

SERRAVALLE SCRIVIA -  Sistemazione dei vialetti e dei campi comuni, una gestione più puntuale delle scadenze dei loculi, investimenti mirati per migliorare la gestione dei cimiteri comunali, in particolare di quello vecchio. Lo vuole l'amministrazione di Serravalle Scrivia, che ha ricevuto una proposta di partenariato pubblico privato discussa durante l'ultimo consiglio comunale.

La proposta riguarda l’affidamento in concessione "dei servizi cimiteriali, dell’edilizia cimiteriale, dell’illuminazione votiva, della manutenzione e della cura del verde dei cimiteri cittadini" di Serravalle ed è stata presentata dalla ditta Altair di Bologna in qualità di proponente e mandataria della costituenda Ati (associazione temporanea di imprese) e della  Edilver di Villadossola in qualità di mandante. Si tratta di due delle tre aziende che hanno realizzato e stanno gestendo il tempio crematorio accanto al cimitero nuovo.

"La nostra intenzione è quella di migliorare in maniera significativa la gestione dei cimiteri, in particolare di quello vecchio - ha spiegato l'assessore ai Lavori Pubblici Antonino Bailo durante il consiglio comunale - Il progetto prevede una gestione maggiormente puntuale delle scadenze delle concessioni e miglioramenti da attuare nei cimiteri. Verrà fatta una gara e la gestione non sarà affidata al proponente, ma alla ditta che presenterà l'offerta economicamente più bassa".

"Ho parecchie perplessità dal punto di vista della tutela dell'interesse pubblico: il privato infatti fa questa operazione perché ha un interesse economico e se questa gestione non sarà economicamente vantaggiosa, il privato potrà peggiorare il servizio o aumentare le tariffe. Esiste questo rischio - ha fatto notare Anna Massone, capogruppo di Serravalle Futura - E' necessario che il Comune riesca a controllare tutte le fasi in maniera autorevole, il Comune deve essere nella posizione di chi detta le regole". E all'ulteriore richiesta di spiegazioni da parte del consigliere Vecchi, Bailo ha replicato che "il personale è esiguo e non riusciamo a gestire il servizio".

Ritornando alla proposta, essa riguarda i servizi cimiteriali, l'illuminazione votiva, l'edilizia cimiteriale, la
manutenzione ordinaria, la cura del verde, la guardiania, la gestione amministrativa, la tenuta dei registri cimiteriali, la riscossione delle tariffe e investimenti a favore del restyling del cimitero vecchio. Il quadro economico complessivo dell’investimento proposto ammonta a 538.954 euro.

La proposta è stata approvata con i voti della maggioranza; astenuti Massone, Zerbo, Vecchi e Scaiola.
10/10/2018
Lucia Camussi - l.camussi@ilnovese.info







blog comments powered by Disqus


Grillini novesi contro il governo: "Il Terzo Valico inutile e dannoso"

Novi Ligure | "Non condividiamo la scelta del governo", hanno detto gli esponenti grillini di Novi Ligure a proposito del Terzo Valico. Stoccata ai comitati No Tav: "Non si accorgono di diventare strumento dei soliti partiti"

"La sfida impopulista" di Paolo Gentiloni

Alessandria | Martedì 18 dicembre in Sala Ferrero l'ex presidente del Consiglio sarà intervistato dal direttore de "Il Piccolo" Alberto Marello

Il tema del regionalismo differenziato apre il il ciclo di incontri del Dottorato in Autonomie locali

Alessandria | Mercoledì 19 dicembre a Palazzo Borsalino la lezione di apertura dedicata al tema "Luci e ombre del regionalismo differenziato" con Matteo Cosulich, professore di Diritto costituzionale nell'Università di Trento, studioso del regionalismo italiano e conoscitore delle autonomie speciali

Primarie Pd: vince Marino ma crolla l'affluenza

Politica | Si dimezza in provincia l'affluenza alle urne per le primarie del Pd. Militanti e simpatizzanti erano chiamati a scegliere il futuro segretario regionale. In testa Mauro Maria Marino, di estrazione renziana. Nessuno ha raggiunto però il 50%: la scelta quindi passa all'assemblea regionale

Servizio informatico: “taglio netto con Csi Piemonte?”. No. Anzi rinnovo di una convezione triennale

Alessandria | La delibera portata all'attenzione della commissione consiliare ha fatto “scintille” tra i membri della giunta (Assessore Fteita) e della maggioranza (FI- Sciaudone) su una questione come quella del servizio informatico per il quale il Consiglio comunale con una mozione lo scorso anno aveva dettato la via del “taglio con Csi Piemonte”. Mentre oggi rinnova con una convezione per altri tre anni. “Noi lo avevamo detto che non si sarebbe potuta applicare una cesura così netta in così poco tempo” la risposta di Rita Rossa (PD)