Ovada

Cinque Stelle primo partito, centro destra prima coalizione

E' il verdetto delle elezioni nei paesi dove il centro sinistra perde anche in zone da sempre terra di conquista. Leggero calo nell'affluenza rispetto al 2013

 OVADA - A Ovada ha votato il 74.7% (nel 2013 alle urne il 77.58%) degli aventi diritto alla Camera, il 74.59% al Senato (76.84 nel 2013). Al centro destra, candidato Riccardo Molinari, il 34.40% dei voti alla Camera con 2.239. Il dettaglio dei principali partiti: Lega 1.225 (19.46%), Forza Italia, 741 (11.77%), Fratelli d’Italia 200 (3.17%). A seguire la coalizione di Centro Sinistra, candidato Marcella Graziano, con 1.896 voti (29.13%), guidata dal Partito Democratico con 1.609 voti (25.56%). Movimento Cinque Stelle, candidato Silvia Gambino, primo partito con 1.754 voti (26.95%). Liberi e Uguali, candidato Federico Fornaro, si ferma 475 voti (7.29%). Scenario differente al Senato. Al Centro destra, candidato Massimo Berutti, 2.130 voti (34.67%). Lega primo partito della coalizione con 1.173 (19.63%). A seguire Forza Italia 720 (12.05%) e Fratelli d’Italia 178 (2.97%). Il centro sinistra, candidato Daniele Borioli, conquista 1.873 (30.49%). Guida il Partito Democratico con 1.611 voti (26.96%). Il Movimento Cinque Stelle, candidato Antonella Scagnetti, prende 1.631 voti (26.55%). Liberi e Uguali, Nerina Dirindin la candidata, 352  voti (5.73%).

 

A Molare per la Camera al voto il 74.45% degli aventi diritto (nel 2013 il 78.57%). Per il Senato alle urne il 74.06% (78.77%). Alla Camera prima coalizione il Centro Destra con 448 voti (36.48%). Guida la Lega con 252 voti (20.96%) seguita da Forza Italia con 125 (10.39%) e Fratelli d’Italia 51 (4.24%). Al Movimento Cinque Stelle 395 voti (32.16%). Al Centro Sinistra 246 voti (20.03), con il Pd attestato a 196 voti (16.30%). Liberi e Uguali fermo a 105 voti (8.55%). Al Senato il Centro Destra conquista 424 voti (36.8%) trascinato dalla Lega con 238 voti (21.25%) seguita da Forza Italia 125 voti (11.16%) e da Fratelli d’Italia con 48 (4.28%). Il Movimento Cinque Stelle conquista 363 voti (31.51%). Al centro sinistra 245 voti (21.26%) con il Partito Democratico con 199 voti (17.76%). Liberi e uguali 77 voti (6.68%).

 

A Silvano d’Orba  alle urne il 74.16% (78.76%) per la Camera, il 73.56% (78.14%). Alla Camera è il centro destra la prima coalizione con 424 voti (37.29%) trascinata dalla Lega con 237 (21.27%); a seguire Forza Italia con 142 voti (12.74%) e Fratelli d’Italia 33 voti (2.96%). Il Movimento Cinque Stelle conquista 371 voti (32.62%). Al centro sinistra 244 voti (21.45%); guida il Partito Democratico con 221 voti (19.83%). Liberi e Uguali 71 voti (6.24%). Al Senato centro destra avanti con 399 voti (38.18%): Lega 232 voti (22.61%), Forza Italia 134 voti (13.06%), Fratelli d’Italia 26 voti (2.53%). Movimento Cinque Stelle 329 voti (31.48%). A seguire il centro sinistra con 241 voti (23.06%): Partito Democratico 220 voti (21.44%). Liberi e Uguali 50 voti (4.78%).

 

A Castelletto d’Orba alle urne il 73.86% (Camera, 78.98 nel 2013)  e il 73.52 (Senato, 79.18% nel 2013). Alla Camera avanti il Centro Destra con 449 voti (37.97%). Primo partito la Lega con 226 voti (20.71%) seguita da Forza Italia con 153 voti (14.02%) e da Fratelli d’Italia (39 voti (3.57%). Il Movimento Cinque Stelle si attesta a 325 voti (28.11%). Il Centro sinistra si ferma a 192 voti (16.60%) con il Partito Democratico a 168 voti (15.39%). Liberi e Uguali 164 voti (14.18%). Al Senato la coalizione di centro destra conquista 423 voti (39.42%). La Lega è primo partito con 217 voti (20.96%) seguita da Forza Italia 158 voti (15.26%) e da Fratelli d’Italia con 34 voti (3.28%). Movimento Cinque Stelle conquista 305 voti (28.42%). Il Centro Sinistra si ferma a 215 voti (20.03%), con il Partito Democratico a quota 187 voti (18.06%). Liberi e Uguali si attesta a 94 voti (8.76%).

 

A Cremolino alle urne il 75.83% (Camera, 76.51% nel 2013) e il 76.15% (Senato, 78% nel 2013). Alla Camera trionfa il Movimento Cinque Stelle con 226 voti (35.47%). A seguire il Centro Destra con  221 voti (34.69%). Nel dettaglio la Lega prende 130 voti (20.96%), Forza Italia segue con 69 voti (11.12%),  poi Fratelli d’Italia con 16 voti (2.58%). Il centro sinistra si attesta a 139 voti (21.82%) con il Partito Democratico che porta a casa 118 voti (19.03%). Liberi e uguali, infine, si attesta a 35 voti (5.49%). Al Senato avanti il Movimento Cinque Stelle con 217 voti (35.69%). A Seguire il Centro destra con 208 voti (34.21%) sorretto dalla Lega con 120 (20.23%), da Forza Italia con 68 voti (11.46%) e da Fratelli d’Italia con 14 voti (2.36%). Il Centro sinistra prende 131 voti (21.54%) con il Partito Democratico vermo a 117 voti (19.73%). Liberi e Uguali si attesta a 32 voti (5.26%).

 

A Carpeneto per la Camera ha votato il 73.65 (75.03 nel 2013), per il Senato 73.61% (74.42). Alla Camera avanti il Centro Destra con 217 voti (39.71%) sospinto dalla Lega con 114 voti (21.5%) da Forza Italia con 81 voti (15.28%) e da Fratelli d’Italia 15 voti (2.83%). A seguire il Movimento Cinque Stelle con 189 voti (34.61%). Il centro sinistra è fermo a 94 voti (con 17.21%), il Partito Democratico prende 79 voti (14.9%). A Liberi e Uguali 35 voti (6.41%). Al Senato avanti il centro destra con 208 voti (40.54%). Lega primo partito con 108 voti (21.6%), a seguire Forza Italia con 82 voti (16.4%) e Fratelli d’Italia con (1.79%). Il Movimento Cinque Stelle prende 179 voti (34.89%). Il Centro Sinistra si attesta a 86 voti (16.76%) col Partito Democratico fermo a 71 voti (14.2%). Liberi e Uguali 30 voti (5.84%).

 

A Tagliolo alle urne il 78.7% alla Camera (80% nel 2013) e il 78.3% al Senato (79.72%). Prima coalizione alla Camera il Centro Destra con 317 voti (32.64%). Trainante la Lega con  144 voti (15.31%), a seguire Forza Italia con 133 (14.14%) e Fratelli d’Italia 29 voti (3.08%). Segue il Centro sinistra con 302 voti (31.1%), 274 voti per il Partito Democratico (29.14%). Il Movimento Cinque Stelle si ferma a 279 voti (28.73%). Liberi e Uguali prende 52 voti (5.35%). Al Senato il centro destra con 296 voti (32.74%) trainato dalla Lega (136 voti (15.56%). A seguire Forza Italia 124 voti (14.18%) e Fratelli d’Italia (26 voti, 2.26%). Stessi voti per il centro sinistra con il Partito Democratico fermo a 268 voti (30.67%). Movimento Cinque Stelle a 255 voti (28.2%). Per Liberi e Uguali 39 voti (4.2%).

 

A Rocca Grimalda  alla Camera ha votato il 74.34% (77.93% nel 2013), al Senato 74.23% (77.64%) nel 2013). Avanti il Centro Destra con 318 voti (36.3%); guida la Lega con 176 voti (20.68%), a seguire Forza Italia con 108 voti (12.69%) e Fratelli d’Italia con 24 voti (2.92%). Il Movimento Cinque Stelle 266 voti (30.36%). Il centro sinistra è fermo a 217 voti 24.77%, prima forza il Partito Democratico con 179 voti (21.03%). Liberi e Uguali con 46 voti (5.25%). Al Senato il Centro Destra prende 300 voti (36.36%); guida la Lega con 164 voti (20.39%), a seguire Forza Italia con 106 (13.18%) e Fratelli d’Italia con 23 voti (2.86%). Movimento Cinque Stelle attestato a 247 voti (29.93%). Centro Sinistra a 220 voti (26.66%); il Partito Democratico ha preso 185 (23%). Liberi e Uguali ha preso 30 voti (3.63%).

 

A Belforte alle urne alla Camera l’80.82% (81.51% nel 2013), al Senato l’81.49% (81.29% nel 2013). Movimento Cinque Stelle avanti alla Camera con 109 voti (33.74%). A seguire il centro destra con 87 voti (26.93%); guida la Lega con 54 voti (17.7%), seguito da Forza Italia con 23 voti (7.54%) e da Fratelli d’Italia con 10 voti (3.27%). Il centro sinistra si ferma a 66 voti (20.43%), per il Partito Democratico 60 voti (19.67%). Liberi e Uguali 43 voti (13.31%). Al Senato avanti il Movimento Cinque Stelle con  99 voti (32.14%). A seguire il centro destra con  90 voti (29.22%), guidato dalla Lega  con 54 voti (18.62%), poi Forza Italia con 23 voti (7.93%) e Fratelli d’Italia con 9 voti (3.1%). Il centro sinistra si attesta a 63 voti (20.45%); il Partito Democratico conquista 58 voti (20%). Liberi e Uguali prende 37 voti (12.01%).  

6/03/2018







blog comments powered by Disqus


Impianto trattamento fanghi: "il progetto così non va bene". Comitato 3a e Comuni: "primo punto messo a segno"

Alessandria | Nella Conferenza dei Servizi la Provincia ha riscontrato carenze e incompletezza nel progetto per l'impianto di trattamento fanghi che dovrebbe sorgere a Carentino. Criticità che da mesi sottolineano il Comitato 3a e i sindaci di tutti i Comuni di quel territorio. Dalla Provincia l'invito "a ritirare il progetto" o "ripresentarne un altro, ma ex novo". Per tutti i sostenitori del "no fanghi" un primo punto messo a segno

Palazzo Rosso: investimenti (con mutui) per oltre 9 milioni di euro sul 2018

Alessandria | Tra le priorità elencate dall'amministrazione comunale alla Cassa Depositi e Prestiti per ottenere mutui per investimenti di 9 milioni 300 mila euro sul 2018 ci sono la manutenzione strade e marciapiedi, gli impianti di videosorveglianza e la situazione idrica di Casalbagliano. E poi c'è il capitolo Por Fesr. Saranno un peso troppo grosso per gli equilibri dei conti di palazzo Rosso?

Discariche, l'allarme incendi non è finito. Resta il nodo rifiuti: dove portarli?

Alessandria | L'assessore regionale all'ambiente incontrerà il Prefetto per discutere di sicurezza nelle discariche e fare il punto della situazione. Tra le ipotesi, l'ombra della criminalità organizzata. Irrisolto il problema dei (nuovi) rifiuti

Sportello ''Entrate'': interrogazione dell'onorevole Fornaro per i disagi

Ovada  | E' giunto fino a Roma il "caso" dello sportello dell'agenzia delle Entrate di Ovada. L'onorevole Fornaro (Liberi e Uguali), ha presentato un’interrogazione sul tema al Ministro dell’Economia e delle Finanze

Sull'illuminazione pubblica Barosini "bacchetta" Enel Sole

Alessandria | "Nonostante i ripetuti solleciti scritti e orali alla società Enel Sole il servizio di gestione dell’illuminazione pubblica è da qualche tempo reso al di sotto degli standard contrattuali". Queste le parole dure che l'assessore Giovanni Barosini rivolge alla società che gestisce l'illuminazione pubblica, dopo le segnalazioni di problematiche in alcune vie della città