Provincia

Discarica di Sezzadio, il ministro Costa risponde a Fornaro: "Incontrerò i sindaci ed invierò gli ispettori"

Il ministro dell'Ambiente Sergio Costa risponde all'interrogazione presentata dall'on. Federico Fornaro: "Spetta alla Regione individuare le aree di salvaguardia, ma ho intenzione di incontrare i 32 sindaci del territorio e di inviare gli ispettori dell'Ispra per valutare l'applicazione del principio di precauzione"

ROMA - "Spetta alle Regioni individuare le aree di salvaguardia e disciplinare le misure relative alla destinazione del territorio interessato e l'adozione di eventuali limitazioni alle varie tipologie di insediamento", così risponde il ministro dell'Ambiente Sergio Costa all'interrogazione presentata alla Camera dall'on. Federico Fornaro (nella foto) relativa alla realizzazione della discarica di Sezzadio-Predosa. "Il campo pozzi di Predosa è in grado di rispondere ad una domanda di acqua potabile per circa 250 mila abitanti. Quello che chiedono i cittadini è l'attuazione del principio di precauzione per la salvaguardia della falda" ha spiegato il capogruppo di Liberi e Uguali nel 'question time' a risposta immediata. 

Il ministro dell'Ambiente ha sottolineato come il campo pozzi di Predosa, su segnalazione della Regione, "sia stato oggetto di ridefinizione delle aree di salvaguardia già nel 2011. Inoltre - ha aggiunto Costa - l'area sulla quale dovrebbe essere realizzata la discarica rientra tra quelle oggetto della deliberazione di Giunta del febbario 2018, relativa alle aree di ricarica degli acquiferi profondi che per le discariche di rifiuti non pericolosi prevede la realizzazione o l'ampliamento di nuovi impianti purché sia garantita maggiore protezione del terreno e delle acque sotterranee rispetto a quanto già previsto dalla normativa vigente. Vengono infatti individuate specifiche misure cautelari relative in particolare alla distanza del fondo scavo dalla falda, l'impermeabilizzazione del fondo e il livello del percolato, nonché l'esecuzione di un sistema di misure di protezione immediata della falda per impedire o comunque minimizzare la fuoriuscita di sostanze indesiderate".

Il ministro Costa si è poi detto disposto ad incontrare i 32 sindaci firmatari della convenzione territoriale, assumendosi l'impegno di "inviare gli ispettori dell'Ispra per valutare l'eventuale applicazione dell'art. 191 del Trattato Europeo" che regola appunto il principio di precauzione, questo perché "le risultanze dello studio condotto dall'Arpa non consentono di affermare che esista una separazione netta tra gli acquiferi superficiali e profondi nell'area in esame del Comune di Sezzadio e che quindi un'eventuale diffusione di contaminanti non possa interessare anche il campo pozzi di Predosa".

"Probabilmente con le tecniche attuali si potrebbe in linea teorica costruire la discarica in sicurezza, ma domani? Prima di mettere a rischio un tale patrimonio noi ci appelliamo alla sua sensibilità ministro Costa affinché una falda di tale portata e qualità non venga messa a rischio a danno delle future generazioni" ha poi chiosato l'on. Fornaro.
 
10/10/2018
Alessandro Francini - redazione@alessandrianews.it







blog comments powered by Disqus


Consiglio comunale: si discute di bilancio e rifiuti

Ovada | Doppia seduta tra domani e giovedì 21 febbraio per l'approvazione dell'ultimo documento di programmazione di questa legislatura e il regolamento che manda in pensione la vecchia Tari

Raccolta rifiuti: si interpellano i cittadini, per guardare alla soluzione migliore per il futuro?

Alessandria  | Gli abitanti dei sobborghi del Comune di Alessandria sono complessivamente soddisfatti del servizio di raccolta rifiuti effettuato da Amag Ambiente: a scoprirlo è la stessa azienda che ha raccolto il parere di 800 utenti dei sobborghi, attraverso un sondaggio telefonico. Anche questo servirà per tracciare quale "metodo" di raccolta dovrà essere sviluppato ad Alessandria, vista la richiesta di "proposte" da parte dell'amministrazione comunale?

Muliere: "Non mi tiro indietro, ma sulla mia candidatura decide la coalizione"

Novi Ligure | "I cittadini novesi hanno un sindaco onesto". Il giorno dopo l'avviso di conclusione delle indagini su Rimborsopoli bis il sindaco Muliere non si tira indietro ma dice: "Sulla ricandidatura deciderà la coalizione"

Ticket sui farmaci: dal 1° marzo in Piemonte non si pagherà più

Piemonte | La giunta regionale ha deciso di cancellare la quota fissa di compartecipazione farmaceutica a carico dei cittadini in vigore dal 2002. Chiamparino e Saitta: "Cancelliamo una tassa sulla salute"

Mense: alle lamentele sul cibo, si aggiungono le lavastoviglie che non funzionano. Intanto però ecco le prime sanzioni

Alessandria | La commissione consiliare ha fatto il punto sul servizio di refezione scolastica nuovo: dalle problematiche registrate dal Comitato mensa a quelle che arrivano direttamente ai consiglieri (M5S su tutti). "Cibo, ma non solo. Anche le lavastoviglie che non funzionano". Così alla cooperativa Solidarietà e Lavoro si è chiesto un primo investimento per alcune sostituzioni. Ma sui "disservizi" non è più fase transitoria: sono arrivate le prime sanzioni