Alessandria

Edificio di via 1821 "in stato di degrado, con rifiuti e topi"

Si tratta dell'edificio in stato di abbandono di proprietà dell'Aso di via 1821 (vicino all'ospedale). Una interpellanza del presidente Maurizio Sciaudone ha messo in evidenza lo stato di degrado di quell'edificio. "Chiediamo alla proprietà di fare qualcosa?". A rispondere è stato l'assessore Ciccaglioni...

 ALESSANDRIA - Il tetto è stato completamente distrutto da un incendio anni fa. E così è rimasto. Di fatto “l'immobile di via 1821, al civico 93, a fianco all'ospedale civile, ormai si regge in piedi solo più per i muri perimetrali della struttura, che è chiusa da una rete termosaldata dalla quale si possono vedere all'interno montagne di rifiuti, come fosse una discarica”. “Per non parlare poi del ricovero di animali, all'interno (topi)”. Questa è la descrizione di degrado che emerge dall'interpellanza presentata dal presidente di Forza Italia, Maurizio Sciaudonee che riguarda l'immobile vicino alla casa circondariale Cantiello Gaeta e vicino all'ingresso dell'ospedale.

Tante le lamentele che sono arrivate da chi in quella zona ci abita: “possiamo chiedere alla proprietà di fare qualcosa, sia per una questione di decoro urbano, ma anche per la sicurezza degli abitanti di questa zona della città” è la richiesta che arriva dai banchi da Sciaudone.

A rispondere è stato l'assessore Ciccaglioni. “è un sito di proprietà dell'Azienda Ospedaliera”. E dalla documentazione che è stata fornita da responsabili dell'Aso emerge che “ogni mese viene fatta pulizia al suo interno e all'ingresso, proprio su richiesta dei vicini dell'immobile”. Che per il tetto si hanno conferme che non c'è presenza di amianto e che una delle prossime operazioni di messa in sicurezza dell'area sarà la chiusura delle due finestre (oggi aperte) con dei pannelli di legno. “Anche le infiltrazioni sui muri sono state sanate. E all'interno non ci sono animali morti”. Secondo quanto riferito dall'assessore c'è la volontà da parte dell'Azienda Ospedaliera di “riportare l'immobile ad una condizione di decoro”.

Che come è dimostrato oggi è ancora lontana.
9/03/2018







blog comments powered by Disqus


Servizio informatico: “taglio netto con Csi Piemonte?”. No. Anzi rinnovo di una convezione triennale

Alessandria | La delibera portata all'attenzione della commissione consiliare ha fatto “scintille” tra i membri della giunta (Assessore Fteita) e della maggioranza (FI- Sciaudone) su una questione come quella del servizio informatico per il quale il Consiglio comunale con una mozione lo scorso anno aveva dettato la via del “taglio con Csi Piemonte”. Mentre oggi rinnova con una convezione per altri tre anni. “Noi lo avevamo detto che non si sarebbe potuta applicare una cesura così netta in così poco tempo” la risposta di Rita Rossa (PD)

Mense: "critiche sulla quantità e qualità del servizio ". Ma è un periodo di "transizione"...

Alessandria | Il confronto con Cgil e Uil, i consiglieri comunali, l'amministrazione comunale e le aziende che operano nel servizio c'è stato in commissione consiliare. Dalla direttrice di esecuzione del Comune la conferma "di segnalazioni su quantità e qualità del servizio, o ritardo nella consegna pasti". Le iscrizioni sono in calo dell'11%. Ma dalle aziende rassicurazioni sul controllo e sull'attenzione per la "qualità degli alimenti e delle derrate"

"Sostegno leale a Muliere, ma non saremo la stampella del Pd"

Novi Ligure | "Sostegno leale" alla candidatura di Rocchino Muliere per il secondo mandato da sindaco, ma con "un ruolo autonomo" e "non subalterno al Partito Democratico". L'assessore Stefano Gabriele e i suoi "Venti x Novi" hanno sciolto la riserva

Asse Alessandria-Asti contro i tagli di Rfi

Provincia | Il consiglio provinciale ha approvato un ordine del giorno per "il mantenimento dei servizi indispensabili per l'economia del territorio provinciale". Asti sarà alleata di Comune e Provincia per la battaglia per garantire i collegamenti del sud ovest della regione con le dorsali tirreniche e adriatiche

Tari: meno cara per Caritas e Frati Cappuccini. Più spese invece per Palazzo Rosso

Alessandria | Modifiche al Regolamento sulla Tari, la tassa sui rifiuti che va incontro alle esigenze di "aiuto" espresse da alcune realtà benefiche che si occupano della distribuzione pasti ai poveri e di assistenza con una riduzione del 25%. Per adeguamento alla normativa invece è Palazzo Rosso a rimetterci: ora i locali comunali utilizzati a fini istituzionali dovranno pagare la tassa rifiuti, con un esborso di circa 200 mila euro. Che finiranno però sulla filiera rifiuti (Aral)....