Novi Ligure

Elezioni, i giochi sono fatti: affluenza al 72,2 per cento

I giochi sono fatti: 15.427 novesi hanno votato per eleggere il parlamento. L'affluenza in città è stata pari al 72,2 per cento. Un dato superiore alle consultazioni del 2014. I dati di tutti i Comuni del novese

NOVI LIGURE – ORE 23.55 – I giochi sono fatti: 15.427 novesi hanno votato oggi per eleggere il parlamento. L’affluenza nei 29 seggi della città è stata pari al 72,22 per cento per la Camera e al 72,21 per cento per il Senato, praticamente identiche. Un dato superiore alle consultazioni del 2014, quando era andato alle urne il 68,4 per cento degli aventi diritto (l’anno prima, per le Politiche, l’affluenza però era stata del 75,4 per cento). Con quasi il 28 per cento, dunque, l’astensionismo rischia di essere se non il primo, sicuramente il secondo “partito” novese.

Dopo la chiusura dei seggi, alle 23.00, è cominciato lo scrutinio: si parte con le schede del Senato per poi passare a quelle della Camera. Lo scrutinio sarà concluso questa notte. Per avere l’esatta composizione del nuovo parlamento, però, dovremo aspettare ancora: la legge elettorale prevede che la stessa persona possa candidarsi in cinque collegi uninominali, poi ci sono i collegi plurinominali con 2, 3 o 4 candidati, bisognerà calcolare resti e soglie di sbarramento… Insomma, operazioni piuttosto lunghe e si prevede che la composizione del nuovo parlamento si avrà soltanto nella serata di lunedì.

NOVI LIGURE – ORE 19.15 –
Affluenza in risalita: la rilevazione delle 19.00 è in controtendenza rispetto a quella di mezzogiorno, che vedeva l’affluenza in calo rispetto alle ultime consultazioni. A Novi Ligure finora hanno votato 13.212 persone. L’affluenza è pari al 61,8 per cento per la Camera e al 66,2 per cento per il Senato (la percentuale è differente perché alla Camera gli aventi diritto sono 21.361 e al Senato 19.949).

Alle elezioni 2014 (che riunivano Europee, Regionali e Comunali), il dato delle 19.00 parlava di 11.989 votanti, equivalenti al 53,3 per cento. Alle Politiche del 2013 l’affluenza alle 19.00 era stata del 57,3 per cento (ma si votava anche il lunedì).

NOVI LIGURE – ORE 12.30 –
Lunghe code ai seggi ma affluenza in calo. A Novi Ligure il dato dell’affluenza alle ore 12.00 di oggi, domenica 4 marzo, è stato pari al 19,75 per la Camera e al 21,14 per il Senato (al Senato l’affluenza è leggermente maggiore perché è minore il numero degli aventi diritto). Complessivamente finora hanno votato 4.218 novesi: per la Camera gli aventi diritto sono 21.361, per il Senato 19.949.

Le operazioni di voto sono complicate dalla presenza del tagliando antifrode, il cui codice alfanumerico deve essere annotato dal personale del seggio prima di consegnare le schede all’elettore e poi controllato una volta che l’elettore esce dalla cabina; infine va rimosso il tagliando. Insomma, bisogna armarsi di pazienza e nelle ore di punta mettere in conto almeno mezz’ora di attesa.

Tornando alle affluenze, per fare un confronto, all’election day del 2014 (Europee, Regionali e Comunali) a mezzogiorno avevano votato 5.204 cittadini su 22.478 aventi diritto, pari al 23,15 per cento. Alle Politiche del 2013 il dato era stato molto più basso: appena il 16,4 per cento di affluenza, ma in quell’occasione si votava anche il lunedì fino alle tre del pomeriggio.

 
Affluenza alle urne - Camera dei Deputati
Comune ore 12.00 ore 19.00 ore 23.00
Albera Ligure 17,5 62,4 67,7
Arquata Scrivia 23,1 64,6 75,4
Basaluzzo 19,8 63,2 75,5
Borghetto Borbera 19,6 62,9 77,3
Bosco Marengo 20,5 64,6 75,9
Bosio 11,9 59,6 69,2
Cabella Ligure 16,5 54,9 62,8
Cantalupo Ligure 22,8 64,5 72,1
Carrega Ligure 21,5 45,6 51,9
Carrosio 18,7 52,7 62,0
Cassano Spinola 21,5 63,0 74,2
Fraconalto 19,2 59,8 66,4
Francavilla Bisio 23,8 66,7 75,5
Fresonara 25,0 67,5 76,8
Gavi 19,7 62,7 76,5
Grondona 21,9 62,1 77,4
Mongiardino Ligure 17,3 56,8 61,2
Novi Ligure 19,7 61,8 72,2
Parodi Ligure 20,8 62,3 70,2
Pasturana 19,2 63,8 80,0
Pozzolo Formigaro 21,9 60,2 75,1
Predosa 22,4 65,4 73,9
Roccaforte Ligure 19,3 54,4 64,0
Rocchetta Ligure 18,0 60,9 69,6
San Cristoforo 23,6 60,8 72,7
Serravalle Scrivia 16,9 57,8 70,1
Stazzano 17,9 58,5 66,8
Tassarolo 21,2 64,1 72,9
Vignole Borbera 20,7 61,5 73,6
Villalvernia 24,3 68,4 79,3
Voltaggio 22,3 63,9 74,1
 
4/03/2018







blog comments powered by Disqus


Il Pd alle primarie, domenica urne aperte il 19 centri

Politica | Domenica 16 dicembre il Partito Democratico chiama a raccolta i propri iscritti e simpatizzanti per l’elezione del segretario e dell’assemblea regionale, in vista del congresso per l'elezione del segretario nazionale. Urne aperte in 19 seggi dalle 8 alle 20

Analisi costi e benefici anche per i treni soppressi ad Alessandria e Asti

Piemonte | Il 'caso' mediatico del Torino-Lecce ha posto l'attenzione dei politici piemontesi sul progressivo isolamento della stazione di Alessandria (e non solo). Allo studio ci sarebbe il prolungamento di un'altra linea adriatica. Ma solo se conviene...

Pro e contro a confronto in commissione. Ma alla fine "che ne sarà della mozione Locci-Trifoglio"?

Alessandria | Tesi pro e contro la mozione Locci- Trifoglio relativa ad alcuni aspetti della applicazione della Legge 194, approfondita in commissione. "Si tratta di un atto amministrativo: dove sono i dati che avvalorano quanto richiesto?". Tante associazioni "contro" la Legge 194. E poi le risorse per dare i finanziamenti alle associazioni private "pro vita"? Locci: "è un atto di indirizzo del Consiglio comunale, sarà la giunta a dover con coraggio trovare le risorse e prendere decisioni. Altrimenti si strumentalizza questo atto"

Parlamento Europeo, si vota su Pernigotti ma i deputati italiani non ci sono

Novi Ligure | Non passa la mozione per discutere del caso Pernigotti. A pesare è il voto contrario del Ppe ma soprattutto l'assenza dei deputati italiani (solo 27 su 73). Viotti: "Una presa in giro per i lavoratori"

Seggi aperti per le primarie regionali del Partito Democratico

Ovada  | L'appuntamento è per domenica prossima, 16 dicembre, presso le sedi di via Roma 15 ad Ovada e a Tagliolo Monferrato, per l'elezione del segretario e dell'assemblea regionale.