Alessandria

Gemellaggi dimenticati, le relazioni internazionali sono al palo

Alessandria č gemellata con sei cittą, ma con maggior parte delle quali non hanno notizia da anni di quel che succede in riva al Tanaro. A che servono gli scambi internazionali, allora, solo per portare aiuti umanitari? La strana geografia (e i criteri) di scelta

ALESSANDRIA - La prima, nel 1960, era francese, L'ultima, nel 2008 romena. In tutto sono sei le città gemellate con Alessandria, anche se per ora, il nostro capoluogo in fatto di relazioni internazionali ha lasciato molto a desiderare. 

A spiegarlo è il vice sindaco di Hradec Kralove Anna Maclova, la quale non nasconde il desiderio di riallacciare gli storici rapporti con Alessandria (dal 1961). “Purtroppo dopo il 2010 la parte italiana non ha mostrato interesse a proseguire nei rapporti di collaborazione tra due Città. Tant‘è che da allora in poi Hradec Kralove non ha più ricevuto nessuna notizia/risposta pur inviando inviti ufficiali alla partecipazione a vari eventi di eccezionale importanza per la Città come per esempio i festeggiamenti di 150 anniversario dalla Battaglia 1866”. Neppure una cartolina da otto anni, insomma, un WhattsApp, che manier!. Le relazioni ultimamente si fondavano soprattutto su partnership tra scuole. “In passato c’è stata una significativa collaborazione tra la facoltà di filosofia UHK (Università di Hradec Kralove) e l'UPO, ma attualmente non ci risulta più alcun contatto”.

“Ogni anno organizziamo un Gala (25/27 maggio) con le città gemellate: i ballerini del Peter Larsen Studio sono sempre presenti con Monsieur Peter Larsen in persona”, risponde Françoise Siri, il funzionario che si occupa dei gemellaggi di Argenteuil, la prima città gemellata con Alessandria (1960). “Attualmente quella della danza è la sola linea che ci unisce con Alessandria", confermano, dimostrando di non aver notizia di chi siede attualmente a Palazzo Rosso. 

Rosalia Aranda, una delle responsabili dei rapporti internazionali di Rosario in Argentina ricorda la ratifica del gemellaggio nel 2003 fondata, sulla carta, per la promozione di rapporti commerciali, partecipazione ad eventi, promuovere i prodotti, scambiarsi esperienze tecnico/amministrative e tante altre belle intenzioni. Ma dopo il novembre 2004 con il progetto di cooperazione (ricostruzione di una sala dell'Ospedale "Intendente Gabriel Carrasco") anche i rapporti con l'Argentina, pare si siano affievoliti.

Ha 55 anni la relazione con la città di Karlovac, nata perché accomunate da una fortificazione a base stellare/esagonale. Ma anche in questo caso, a parte un amichevole scambio sportivo tra la squadra di Taekwondo Alessandria e quella croata che partecipano ai rispettivi tornei, a livello comunale pare non ci sia nulla di solido. Con la guerra in Jugoslavia degli Anni '90 si erano sviluppati negli anni dei canali di solidarietà tra la Croce Rossa locale, le scuole e gli orfanotrofi croati. Come gratitudine per queste missioni umanitarie dal 2005 il ponte sul Kupa ha preso il nome di "Ponte Città di Alessandria”. Noi però intitoliamo una piazza ad una recente città amica che sorge i Transilvania.
È Alba Iulia, anch'essa accomunata dall'avere una fortezza simil- Cittadella (ma allora anche Charleroi in Belgio, Naarden nei Paesi Bassi, Perpignan e Charleville in Francia… consiglio non richiesto: create una rete di Città 'Cittadella'). Ma no, Alessandria si gemella con Romeni, “anche per la comunità che vive e lavora operosamente" . Con Alba Iulia i rapporti ci sono eccome: lo scorso ottobre una delegazione è venuta a Palazzo Rosso e a dicembre è stato ricambiato il favore, “per confrontarsi sulle esperienze amministrative e culturali”. Ad Alessandria avevano persino fatto incontrare imprenditori locali, forse per favorire (ancor di più), gli investimenti nell'Est Europa.

Gerico si è legata ufficialmente ad Alessandria già nel 2004. Scambi culturali ce ne sono stati, ma soprattutto di cooperazione là, in terra palestinese. Nel 2005 Amag aveva finanziato la costruzione di un centro turistico e la miglioria di alcune aree verdi con 35 mila euro. Anche una StrAlessandria è stata dedicata alla biblica città della Palestina. Con il coinvolgimento delle scuole i ragazzi alessandrini hanno così potuto conoscere maggiormente quella realtà mediorientale. Un giardino a Gerico e una strada a Ramallah sono intitolate a don Walter Fiocchi, il sacerdote alessandrino molto attivo verso quel popolo.  

In molti casi i gemellaggi sono quindi serviti più che altro per aiutare città, terre, Stati e non come un vero interscambio (non necessariamente 'alla pari') in cui entrambi i gemellati possono godere di influenze da altre realtà. E pare che ogni amministrazione avesse dei gemelli preferiti, al cambio della quale gli equilibri geopolitici e l'attenzione di Palazzo Rosso volgesse altrove, senza una vera strategia che portasse Alessandria ad un livello più internazionale.
12/03/2018







blog comments powered by Disqus


Movicentro, "tariffe meno care per commercianti e clienti"

Novi Ligure | Tariffe meno care al Movimentro di Novi Ligure. A chiederlo sono i commercianti, che hanno scritto al sindaco ipotizzando sconti al sabato e abbonamenti agevolati per chi lavora in centro storico

Alexala verso una ATL Alessandria- Asti? Intanto trasformazione in societą consortile e nuovo CdA

Alessandria | La commissione consiliare di Palazzo Rosso vota delle pure "modifiche" notarili nella mattinata di giovedģ 21 giugno, proprio mentre l'assemblea dei soci di Alexala č riunita per votare la trasformazione in "societą consortile" e nominare il nuovo Consiglio di Amministrazione. "Il comune di Alessandria assente" sottolinea Abonante (PD) che pone tutta un'altra serie di questioni da affrontare in vista di una "ATL Alessandria - Asti?"

Cassano, il neo sindaco Busseti vara la sua giunta

Cassano Spinola | Prima uscita ufficiale per il neo sindaco di Cassano Spinola e Gavazzana. Ieri Alessandro Busseti ha tenuto a battesimo il consiglio comunale e ha nominato la propria giunta

Ospedali, nessuna chiusura in vista. Ma in tanti vanno a farsi curare fuori

Alessandria | Smentita dall'assessore alla Sanitą l'ipotesi di chiudere gli ospedali di Novi, Ovada, Acqui, Tortona e Casale per costruire un nuovo nosocomio provinciale. Ma aumentano gli alessandrini che decidono di farsi curare fuori regione

Violenza donne, parrucchieri ed estetisti saranno 'sentinelle' delle donne maltrattate

Torino | L'iniziativa, promossa dalla Regione Piemonte, mira ad avviare una sperimentazione da estendere poi su tutto il territorio nazionale