Novi Ligure

Partiti o coalizioni? Ecco come cambia la mappa del voto

E' più giusto attribuire la vittoria elettorale ai singoli partiti o alle coalizioni? Come cambia la mappa del voto a seconda del metodo utilizzato: ecco cosa succederebbe a Novi Ligure e dintorni

NOVI LIGURE – E' più giusto attribuire la vittoria elettorale ai singoli partiti o alle coalizioni? In questi giorni, specialmente sui social network, i sostenitori del Movimento 5 Stelle e della coalizione di centrodestra si stanno scontrando per decidere chi ha davvero vinto le elezioni. I grillini sostengono che, se non ci fossero state le coalizioni, avrebbero vinto un po' ovunque nel Paese. Leghisti e supporter di Forza Italia, al contrario, replicano che la maggioranza (relativa) degli italiani ha scelto il centrodestra.

La questione è puramente teorica: con i risultati usciti dalle urne, anche se la legge elettorale fosse stata diversa, difficilmente M5s o il centrodestra sarebbero riusciti ad ottenere una netta prevalenza in Parlamento. A meno di non stabilire un premio di maggioranza piuttosto basso (intorno al 35 per cento) o di introdurre un secondo turno di ballottaggio. In ogni caso, ecco una rappresentazione grafica di come cambia il voto a Novi Ligure e dintorni a seconda che si considerino vincenti i partiti o le coalizioni.
9/03/2018







blog comments powered by Disqus


Degrado strutturale del ponte Bormida: sempre peggio

Alessandria | E' il Movimento 5 Stelle con una interpellanza rivolta a sindaco e giunta comunale di Alessandria a chiedere "se sono stati presi provvedimenti con gli enti proprietari, se sono state fatte nuove verifiche sullo stato di sicurezza di alcune strutture, come il ponte Bormida che ha avuto un ulteriore degrado delle armature strutturali, e se è intenzione emettere particolari ordinanze per la salvaguardia dei cittadini"

Amministrative 2019: si scaldano i motori

Ovada | Lavori in corso per la composizione delle liste che si sfideranno il prossimo 26 maggio. Ovada in ritardo rispetto agli altri centri zona. L'attesa per capire qualcosa di più

Se i certificati dell'anagrafe si potessero fare nelle edicole....

Alessandria | "Perché no?" chiede il capogruppo di SiAmo Alessandria, Giuseppe Bianchini che propone di poter snellire le code dell'ufficio anagrafe di Palazzo Rosso, viste le difficoltà dovute al poco personale, con il rilascio di certificati quali residenza, stato di famiglia, cittadinanza e altri dalle edicole dei giornali. La richiesta in una mozione che sarà discussa in Consiglio comunale

Bando Periferie: c'è il rischio che non si faccia più?

Alessandria | Tempi che slittano per scelte di Governo e "diverse modalità" di rimborso per i Comuni sulle anticipazioni di risorse per i progetti definitivi. Il rischio? Che il Marengo Hub e quindi tutte le opere previste non vengano mai più realizzate e che il bando periferie finisca qui per Alessandria? Perché per anticipare tutti i 18 milioni bisognerebbe chiedere un mutuo, che si aggiunge a quelli per Por-Fesr e per Fondi Cipe: "rischio indebitamento"

Dal Pride al Congresso mondiale delle famiglie: la Lega si spacca

Alessandria | La discussione in Consiglio comunale si è aperta sulla decisione del primo cittadino di dare il patrocinio al "Alpride 2019" che si terrà ad Alessandria a giugno. Sostegno della minoranza, meno convinta parte della maggioranza. Ma la "spaccatura" nella Lega è arrivata sull'ordine del giorno un po' a sorpresa del presidente Pavanello sull'adesione ai principi del XIII Congresso mondiale delle famiglie che si terrà a Verona a fine mese