Alessandria

Oltre 13 mila auto in 45 giorni hanno sfruttato la sosta breve gratuita in piazza Libertà

Dal 23 luglio al 31 agosto è stato possibile usufruire della prima mezz'ora gratuita nel parcheggio della piazza, iniziativa che, visti i numeri, è sicuramente piaciuta agli alessandrini. La scelta era mirata a incentivare l'utilizzo dell'auto puntando a supportare i bar e i negozi della zona, evitando però i parcheggi selvaggi

ALESSANDRIA - Sono state 13525 le auto che in circa 45 giorni hanno sfruttato la sosta gratuita in piazza della Libertà, un'iniziativa voluta dall'assessore al commercio Mattia Roggero e da quello della viabilità Davide Buzzi Langhi, con l'obiettivo di favorire i negozianti del centro città.

"Il feedback è sicuramente positivo - racconta Davide Buzzi Langhi, vicensindaco di Alessandria - a ringraziarci sono stati diversi proprietari di bar del centro, e anche altri negozianti, che sostengono come la differenza si sia sentita, e gli stessi clienti sottolineassero quanto fosse bello poter prendere un caffé con più calma potendo usufruire della sosta gratuita". 

I mancati introiti per Amag Mobilità (che è ormai una società privata, a partecipazione del Comune per il 15%, e che gestirà i parcheggi in via esclusiva fino al 30 giugno 2020), sono stati coperti da Alegas, grazie a un accordo di co-marketing che le due società avevano sottoscritto già da tempo.

Invece della solita tariffa di 20 centesimi per i primi 20 minuti, che ora è tornata attiva, da fine luglio al 31 agosto i primi 30 minuti sono stati gratuiti, mentre successivamente (come oggi, dopo lo scattare del ventesimo minuto) a subentrare è la tariffa oraria di 2 euro, con scatti progressivi di 50 centesimi ogni 15 minuti. 

Al momento non sono previste nuove iniziative di questo tipo: "purtroppo c'è un mancato introito da parte di Amag Mobilità se si incentiva questo tipo di sosta - commenta Buzzi Langhi - anche se in effetti può aiutare a ridurre la sosta selvaggia a bordo strada. Non avendo più la proprietà esclusiva della società non possiamo decidere in autonomia e in ogni caso è difficile fare a meno delle quote derivanti dai parcheggi". 



 

24/09/2018







blog comments powered by Disqus


Possibilità di sblocco dei fondi del Bando Periferie anche per Alessandria?

Alessandria | “Ieri è stata trovata l’intesa fra Comuni e Governo: tutti i progetti saranno finanziati, con l’aggiunta di aver liberato anche 2 miliardi di euro per spese di investimento per tutti i Comuni che hanno avanzi di amministrazione, non solo quelli del bando”. Queste le parole che Riccardo Molinari affida a Facebook. Nuove speranze quindi anche per Alessandria e il suo "Marengo Hub"?

"Sanità, Ambiente e ricerca scientifica": le opportunità per il territorio

Alessandria | “Sanità, ambiente e ricerca scientifica” è il titolo del convegno organizzato da Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, in collaborazione con l’Associazione Cultura e Sviluppo, LAMORO Agenzia di sviluppo del territorio e la Fondazione SolidAL Onlus, il prossimo 24 ottobre a Palatium Vetus. L'obiettivo è quello di "approfondire e informare sulle opportunità che già esistono e su quelle che si possono realizzare sul territorio"

Il nonno emigrato in Uruguay, il nipote torna da Presidente della Camera

Predosa | Non è mai stato nei luoghi di nascita di suo nonno, ora Jorge Gandini, nipote di Francesco, sarà a Predosa e Castelferro, alla scoperta delle sue radici. Sabato 20 ottobre è atteso in paese

Vignole, per risolvere il problema del casello in arrivo una rotatoria

Vignole Borbera | Sarà una rotatoria a risolvere il problema del traffico in corrispondenza del casello autostradale di Vignole Borbera. Il costo sarà di quasi 1,4 milioni di euro, finanziati dal Cociv nell'ambito dei lavori del Terzo Valico

Ripristini strade: l'intervento mediatico "sprona". Ma serve un regolamento che "obblighi" a (ri)sistemare a regola d'arte

Alessandria | In commissione consiliare è stata affrontata la questione dei "ripristini delle strade" che era già stata portata all'attenzione dell'amministrazione da un interpellanza del Movimento 5 Stelle. Barosini: "questa amministrazione ha già avviato un percorso con chi manomette il suolo pubblico senza sistemare a regola d'arte come scritto nelle convenzioni. Cosa che non è stata fatta per troppo tempo come dimostrano le 'cicatrici' sulle strade"