Alessandria

Palazzo Rosso aderisce a "Piemonte Autonomo", comitato per il Referendum

La volontà dai banchi della Lega Nord che propone al Consiglio comunale una mozione per aderire, come terza città piemontese, al comitato promotore del referendum per l'autonomia del Piemonte, come è stato fatto in altre regioni del Nord. Qualche dubbio sui costi e sulla reale efficacia da alcuni esponenti di minoranza....

 ALESSANDRIA - “Una maggiore autonomia del Piemonte, come avvenuto in altre regioni del Nord, con il referendum in Veneto e Lombardia”. E' da sempre una battaglia firmata Lega. Che il presidente Evaldo Pavanello ha portato all'attenzione anche di Palazzo Rosso con una mozione, chiedendo l'adesione di Alessandria a “Piemonte Autonomo”, il comitato promotore del referendum per l'autonomia. Alessandria sarebbe la terza città piemontese ad entrarci.

Il primo “sì” è arrivato dai banchi della giunta, dall'assessore Riccardo Molinari che ha motivato con un “il Piemonte sta perdendo già troppo tempo”. Secondo il neo parlamentare, “nelle regioni in cui è già stato fatto, ora si è già al dialogo con Roma per arrivare ad ottenere una autonomia”. Qui quello che si chiede è di aderire ad un Comitato promotore che è già riuscito a portare a casa un risultato: “far cambiare direzione e parere al presidente della Regione, Sergio Chiamparino”.

Molinari rafforza la tesi del capogruppo del Carroccio in Consiglio comunale spiegando come questo “permetterebbe di riportare a casa alcune risorse importanti, come una parte di residuo fiscale che oggi tornano allo Stato. E che potrebbero implementare il bilancio regionale”. C'è anche chi come il capogruppo Giuseppe Bianchini di SiAmo Alessandria, fa un paragone con le regioni a statuto speciale e alla loro vita “godereccia”. “E noi stiamo qui a guardare?”.

Dai banchi dell'opposizione invece ci sono alcune perplessità, tanto da proporre di rimandare ad approfondimenti sul tema in commissione. Senza quindi approvare la mozione nell'immediato. “Vorremmo evitare di ripetere gli errori di altri paesi come la Spagna e sprecare risorse. Un percorso in commissione sarebbe funzionale ad ottenere un voto unanime sulla proposta, per ottenere poi qualcosa di concreto” è stato il commento del presidente Pd, Paolo Berta. D'accordo anche Michelangelo Serra dei 5 Stelle: “sarebbe bene chiarire i percorsi fatti in Veneto e Lombardia, per capire cosa si è ottenuto e senza sottovalutare i costi di un referendum. Nell'esperienza lombarda ci sono stati 23 milioni spesi in tablet, che sarebbero poi dovuti finire nelle scuole per essere utilizzati dai ragazzi, ma che non ci sono nella realtà mai arrivati”. E anche su “cosa davvero si può ottenere con l'autonomia” - ha aggiunto la presidente Marica Barrera - “perché non si potrà sperare in trasferimenti in più dallo Stato, ad esempio, perché sono questioni gestite e governate da leggi nazionali. E questa barriera non viene ovviamente superata dall'autonomia regionale”.

Ma il pugno duro della Lega, appoggiata dalle altre forze di maggioranza, ha vinto su tutte le richieste: “disponibili ad approfondire il tema, ma intanto aderiamo al comitato promotore, senza perdere altro tempo”. In 21 hanno detto sì (compreso Demarte del gruppo Misto); astenuti M5S, Pd, Barrera e Trifoglio del Quarto Polo.
11/03/2018







blog comments powered by Disqus


Impianto trattamento fanghi: "il progetto così non va bene". Comitato 3a e Comuni: "primo punto messo a segno"

Alessandria | Nella Conferenza dei Servizi la Provincia ha riscontrato carenze e incompletezza nel progetto per l'impianto di trattamento fanghi che dovrebbe sorgere a Carentino. Criticità che da mesi sottolineano il Comitato 3a e i sindaci di tutti i Comuni di quel territorio. Dalla Provincia l'invito "a ritirare il progetto" o "ripresentarne un altro, ma ex novo". Per tutti i sostenitori del "no fanghi" un primo punto messo a segno

A proposito di zanzare, tre domande all'assessore regionale

Provincia | Il vicepresidente della Provincia di Alessandria, Federico Riboldi, torna sulla questione zanzare e pone tre domande aperte all'assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta

In Provincia "La Casa dei Comuni"

Provincia | Parte il progetto “Creiamo un Linguaggio in Comune” – Un dialogo in comune per condividere esperienze, migliorare i servizi, rendere più autonomi gli enti locali, progettare insieme il nostro territorio

Via Gramsci: al via i rilevamenti con laser-scanner

Ovada  | E' iniziata qualche giorno fa la prima fase dei rilievi topografici effettuati dall’Artes Studio di Caselle in via Gramsci, all'altezza della voragine avvenuta lo scorso 12 gennaio.

Palazzo Rosso: investimenti (con mutui) per oltre 9 milioni di euro sul 2018

Alessandria | Tra le priorità elencate dall'amministrazione comunale alla Cassa Depositi e Prestiti per ottenere mutui per investimenti di 9 milioni 300 mila euro sul 2018 ci sono la manutenzione strade e marciapiedi, gli impianti di videosorveglianza e la situazione idrica di Casalbagliano. E poi c'è il capitolo Por Fesr. Saranno un peso troppo grosso per gli equilibri dei conti di palazzo Rosso?