Politica

Plastiche e micro-plastiche: 25 milioni di tonnellate di rifiuti invadono i mari europei

Le soluzioni proposte dall'europarlamentare Renata Briano. Il 24 settembre scorso la Commissione Pesca del Parlamento europeo ha approvato a larghissima maggioranza il parere relativo alla cosiddetta direttiva sulla plastica monouso

POLITICA - Quello delle plastiche e delle micro-plastiche in mare è un grande problema a livello mondiale. L’eurodeputata Renata Briano, vicepresidente della Commissione Pesca del Parlamento europeo e membro sostituto della Commissione Ambiente, sta lavorando per cercare soluzioni per ridurre la dispersione della plastica nell’ambiente.
 
 
“Nel dossier dell'economia circolare - spiega Renata Briano - abbiamo posto particolare attenzione al problema della plastica in mare. Le micro-plastiche e le nano-plastiche entrano nella catena alimentare, con effetti negativi sull'intero ecosistema marino e sulla salute umana. L'Unione europea è leader nella lotta contro la dispersione della plastica. Faccio sempre questo esempio: lasciare una cannuccia sul Monte Bianco significa ritrovarla nei nostri mari, passando attraverso i torrenti e i fiumi”.

“Dobbiamo ridurre l'utilizzo della plastica - continua Briano - e disincentivare l'abbandono dei rifiuti anche attraverso opere di vigilanza. Lo abbiamo fatto con i sacchetti e lo proponiamo ora con altri oggetti monouso. In quest'ottica stiamo cercando di coinvolgere anche i pescatori, che sono i primi ad essere penalizzati. A tal proposito l’Europa finanzia progetti come fishing for litter per far sì che i pescatori possano diventare ‘operatori ecologici del mare’, in quanto sono i primi a volere un mare pulito”.

Il 24 settembre scorso la Commissione Pesca del Parlamento europeo ha approvato a larghissima maggioranza il parere relativo alla cosiddetta direttiva sulla plastica monouso. Questa proposta è nata in seguito al monitoraggio di 276 spiagge europee, in cui sono stati effettuati 679 sopralluoghi che hanno portato alla raccolta di 355.671 oggetti, il 50% dei quali derivanti da plastica monouso.

Questi dati sono preoccupanti, se si considera che ogni anno in Europa si generano 25 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica, molti dei quali finiscono in mare, con pesanti ripercussioni sulle risorse biologiche marine e sugli ambienti che le ospitano. Il problema si estende automaticamente ad altri settori, come ad esempio il turismo e la pesca. A tal proposito si stima una perdita annua per la flotta europea compresa tra i 70 e i 350 milioni di euro.

“Oggi negli oceani - conclude Renata Briano - sono presenti grandi quantitativi di plastica che tendono ad accumularsi formando isole di rifiuti più estese addirittura della superficie degli Stati Uniti. Se non cambiamo subito rotta, nel 2050 nei nostri mari sarà più grande la presenza di plastica che non quella dei pesci”.
 
3/10/2018







blog comments powered by Disqus


Servizio informatico: “taglio netto con Csi Piemonte?”. No. Anzi rinnovo di una convezione triennale

Alessandria | La delibera portata all'attenzione della commissione consiliare ha fatto “scintille” tra i membri della giunta (Assessore Fteita) e della maggioranza (FI- Sciaudone) su una questione come quella del servizio informatico per il quale il Consiglio comunale con una mozione lo scorso anno aveva dettato la via del “taglio con Csi Piemonte”. Mentre oggi rinnova con una convezione per altri tre anni. “Noi lo avevamo detto che non si sarebbe potuta applicare una cesura così netta in così poco tempo” la risposta di Rita Rossa (PD)

Mense: "critiche sulla quantità e qualità del servizio ". Ma è un periodo di "transizione"...

Alessandria | Il confronto con Cgil e Uil, i consiglieri comunali, l'amministrazione comunale e le aziende che operano nel servizio c'è stato in commissione consiliare. Dalla direttrice di esecuzione del Comune la conferma "di segnalazioni su quantità e qualità del servizio, o ritardo nella consegna pasti". Le iscrizioni sono in calo dell'11%. Ma dalle aziende rassicurazioni sul controllo e sull'attenzione per la "qualità degli alimenti e delle derrate"

"Sostegno leale a Muliere, ma non saremo la stampella del Pd"

Novi Ligure | "Sostegno leale" alla candidatura di Rocchino Muliere per il secondo mandato da sindaco, ma con "un ruolo autonomo" e "non subalterno al Partito Democratico". L'assessore Stefano Gabriele e i suoi "Venti x Novi" hanno sciolto la riserva

Asse Alessandria-Asti contro i tagli di Rfi

Provincia | Il consiglio provinciale ha approvato un ordine del giorno per "il mantenimento dei servizi indispensabili per l'economia del territorio provinciale". Asti sarà alleata di Comune e Provincia per la battaglia per garantire i collegamenti del sud ovest della regione con le dorsali tirreniche e adriatiche

Tari: meno cara per Caritas e Frati Cappuccini. Più spese invece per Palazzo Rosso

Alessandria | Modifiche al Regolamento sulla Tari, la tassa sui rifiuti che va incontro alle esigenze di "aiuto" espresse da alcune realtà benefiche che si occupano della distribuzione pasti ai poveri e di assistenza con una riduzione del 25%. Per adeguamento alla normativa invece è Palazzo Rosso a rimetterci: ora i locali comunali utilizzati a fini istituzionali dovranno pagare la tassa rifiuti, con un esborso di circa 200 mila euro. Che finiranno però sulla filiera rifiuti (Aral)....