Valenza

Tasse comunali differite al 2020 per chi ha subito danni dal nubifragio di luglio

Votata a maggioranza nel consiglio di giovedì la dilazione dei tributi. Un impegno che si è concretizzato affinché chi ha subito danni dal nubifragio del 16 luglio senta il Comune vicino, perché le risorse siano impiegate in primo luogo per risollevarsi e ripartire

 VALENZA - Dopo la mozione presentata in consiglio comunale pochi giorni dopo il nubifragio del 16 luglio scorso da parte del gruppo consiliare del PD insieme con i consiglieri di “Valenza bene comune”, che era stata votata all’unanimità, giovedì scorso il Consiglio Comunale ha reso operativi quegli intendimenti, approvando il differimento dei termini di pagamento dei tributi per i cittadini e per le aziende che hanno subito gravi danni.

Hanno condiviso e sostenuto col voto la proposta del PD e di “Valenza bene comune” anche le minoranze di “Movimento 5 stelle” e “Noi per la città” mentre “Forza Italia” e “Lega Salvini” hanno votato contro.
La proposta, mossa dalla sensibilità e dalla vicinanza che i consiglieri hanno sempre dimostrato nei confronti della popolazione, soprattutto nei momenti di difficoltà, è stata votata in tempo per consentire di presentare le domande in Comune e, se rispondenti ai criteri stabiliti dalla norma di legge, evitare il prossimo pagamento della TaRi previsto per il 16 ottobre.

La delibera, oltre ad essere rivolta a persone fisiche e giuridiche esercitanti attività produttive risultate danneggiate, è pensata anche per quei contribuenti non esercitanti attività produttive che hanno subito danni all’abitazione principale e le pertinenze della casa, consentendo il differimento al 31 gennaio 2020 dei termini di pagamento della TaRi, IMU e TaSi 2018 e 2019.

Il sindaco Gianluca Barbero ha ringraziato i consiglieri di maggioranza per la celerità con la quale si sono attivati a pochi giorni dal nubifragio, presentando la mozione e per il successivo e definitivo passaggio in consiglio, col positivo risultato di giovedì scorso. Ha ringraziato la giunta e il personale del Comune per il lavoro svolto e ha invitato i cittadini a presentare domanda cogliendo l’opportunità che gran parte del consiglio comunale ha sostenuto con il voto favorevole.
30/09/2018







blog comments powered by Disqus


Treno "veloce" Alessandria-Milano? "Non per ora". Intanto ci sono problemi in città con gli autobus

Provincia | L'Agenzia della mobilità piemontese spiega in commissione consiliare quali sono le problematiche sulla tratta su ferro con Milano, oltre alla competenza che è della Regione Lombardia. "C'è stata anche una raccolta firme. Questa è la priorità per Alessandria" lamenta Pavanello dai banchi di maggioranza. Mentre dal M5S vengono sollevati i problemi alessandrini sul Tpl, cioè la mancanza di un servizio adeguato al collegamento coi sobborghi di autobus

Sfrattati gli amicidellabici: ai giardini un presidio della polizia municipale

Alessandria | L’associazione ha ricevuto una brusca lettera da parte dell’Amministrazione, che intima il rilascio immediato dei locali dell’ex acquedotto Borsalino. Barosini: “chiedo scusa per i toni”

Grillini novesi contro il governo: "Il Terzo Valico inutile e dannoso"

Novi Ligure | "Non condividiamo la scelta del governo", hanno detto gli esponenti grillini di Novi Ligure a proposito del Terzo Valico. Stoccata ai comitati No Tav: "Non si accorgono di diventare strumento dei soliti partiti"

Il tema del regionalismo differenziato apre il il ciclo di incontri del Dottorato in Autonomie locali

Alessandria | Mercoledì 19 dicembre a Palazzo Borsalino la lezione di apertura dedicata al tema "Luci e ombre del regionalismo differenziato" con Matteo Cosulich, professore di Diritto costituzionale nell'Università di Trento, studioso del regionalismo italiano e conoscitore delle autonomie speciali

Primarie Pd: vince Marino ma crolla l'affluenza

Politica | Si dimezza in provincia l'affluenza alle urne per le primarie del Pd. Militanti e simpatizzanti erano chiamati a scegliere il futuro segretario regionale. In testa Mauro Maria Marino, di estrazione renziana. Nessuno ha raggiunto però il 50%: la scelta quindi passa all'assemblea regionale