Alessandria

Via libera per gli eventi in Cittadella: "sicurezza garantita dalla Porta di Soccorso". Ma sulla perizia...

L'amministrazione di Palazzo Rosso garantisce che con piccoli lavori sarà possibile riutilizzare la porta secondaria della fortezza, che però risulta inagibile da tempo. Resta dubbia la volontà di effettuare però una perizia, che potrebbe anche non avere esito positivo. Intanto "Alecomics si farà, così come gli altri eventi"

ALESSANDRIA -  "AleComics - la rassegna fantasy dedicata a fumetti e cartoni animati capace di richiamare negli ultimi anni decine di migliaia di visitatori - si svolgerà in Cittadella, il 15 e 16 settembre, come già da tempo programmato".

E’ questo l’esito della riunione tecnico-politica che si è svolta venerdì 2 marzo, in Sala Giunta, cui hanno preso parte, oltre agli organizzatori dell’evento, il Sindaco della Città di Alessandria, l’assessore al Marketing Territoriale, l’assessore ai Lavori pubblici, l’assessore alle Manifestazioni del Comune di Alessandria ed i dirigenti dell’Ente responsabili del percorso autorizzativo.

Sindaco e Giunta hanno rassicurato gli organizzatori ribadendo la propria volontà, "mai messa in discussione, di realizzare la manifestazione nei modi e tempi previsti". 

“AleComics si farà e si farà in Cittadella come già programmato - ha concluso il Sindaco di Alessandria - E’ sempre stata nostra intenzione ed il nostro impegno in tal senso non è mai venuto meno. Ci siamo impegnati per risolvere tutte le criticità che hanno rallentato l’iter burocratico delle autorizzazioni, nell’ultimo periodo. E’ nostro interesse che una manifestazione di questo prestigio che in pochi anni è cresciuta, sapendo richiamare moltissimi appassionati e curiosi in Alessandria, continui a portare lustro alla nostra Città. Abbiamo voluto personalmente rassicurare gli organizzatori, anche alla luce dei recenti appelli comparsi sui media locali e sui social: AleComics è nata ad Alessandria e qui continuerà a crescere con il sostegno e la collaborazione dell’Amministrazione Comunale”.

Gli organizzatori della manifestazione hanno espresso la loro soddisfazione e ringraziato l’Amministrazione Comunale per l’impegno.

Qual è la soluzione prospettata dunque dall'Amministrazione?

"Stiamo ripristinando la porta di soccorso - ha spiegato l'assessore alle Manifestazioni - e sarà in grado di consentire il passaggio dei mezzi pesanti, come quelli dei Vigili del Fuoco e quelli necessari a portare all'interno della fortezza eventuali allestimenti". 

A farle eco anche l'Assessore ai Lavori pubblici, che spiega: "nei giorni scorsi è stato effettuato un taglio dell'erba e degli arbusti nell'area della porta di soccorso. Mediante piccoli interventi ancora di realizzare, sia in termini temporali che economici, ripristineremo il passaggio". 

Quello che per ora resta da chiarire è però sulla base di quali certificazioni la porta di soccorso, a lungo considerata inagibile, verrà dichiarata idonea. Su questo le risposte per ora si fanno più vaghe.

"Immagino verrà fatta una perizia, ma per ora non siamo scesi così nel dettaglio" ha spiegato l'Assessore ai Lavori Pubbici. Per raggiungere la porta di soccorso infatti i mezzi dovrebbero superare un ponticello, e l'area è a lungo rimasta inagibile, perché considerata pericolante ed inidonea perfino al passaggio delle persone (tanto è vero che l'area corrispondere all'interno della Cittadella è per ora interdetta al pubblico).

L'esito di un'eventuale perizia non potrebbe dunque essere dato per scontato, così come la decisione dell'Amministrazione, se ne avrà la possibilità, di chiederla o di farne a meno (per non rischiare di incorrere nel medesimo problema della porta Reale, attraverso la quale, prima che venisse realizzata la perizia che ha considerato il ponte di accesso inidoneo a sopportare pesi superiori alle 20 tonnellate, passano perfino i carri armati). 
3/03/2018







blog comments powered by Disqus


Impianto trattamento fanghi: "il progetto così non va bene". Comitato 3a e Comuni: "primo punto messo a segno"

Alessandria | Nella Conferenza dei Servizi la Provincia ha riscontrato carenze e incompletezza nel progetto per l'impianto di trattamento fanghi che dovrebbe sorgere a Carentino. Criticità che da mesi sottolineano il Comitato 3a e i sindaci di tutti i Comuni di quel territorio. Dalla Provincia l'invito "a ritirare il progetto" o "ripresentarne un altro, ma ex novo". Per tutti i sostenitori del "no fanghi" un primo punto messo a segno

A proposito di zanzare, tre domande all'assessore regionale

Provincia | Il vicepresidente della Provincia di Alessandria, Federico Riboldi, torna sulla questione zanzare e pone tre domande aperte all'assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta

In Provincia "La Casa dei Comuni"

Provincia | Parte il progetto “Creiamo un Linguaggio in Comune” – Un dialogo in comune per condividere esperienze, migliorare i servizi, rendere più autonomi gli enti locali, progettare insieme il nostro territorio

Via Gramsci: al via i rilevamenti con laser-scanner

Ovada  | E' iniziata qualche giorno fa la prima fase dei rilievi topografici effettuati dall’Artes Studio di Caselle in via Gramsci, all'altezza della voragine avvenuta lo scorso 12 gennaio.

Palazzo Rosso: investimenti (con mutui) per oltre 9 milioni di euro sul 2018

Alessandria | Tra le priorità elencate dall'amministrazione comunale alla Cassa Depositi e Prestiti per ottenere mutui per investimenti di 9 milioni 300 mila euro sul 2018 ci sono la manutenzione strade e marciapiedi, gli impianti di videosorveglianza e la situazione idrica di Casalbagliano. E poi c'è il capitolo Por Fesr. Saranno un peso troppo grosso per gli equilibri dei conti di palazzo Rosso?