Alessandria

Ztl si o no? “Prima utilizziamo piazze come parcheggi di interscambio e navette che portano in centro”

Questa è l'idea sul tavolo dell'assessore al commercio Mattia Roggero. “Alessandria ha già dei parcheggi di interscambio naturali, come piazza Perosi, Caduti di Nassiriya...piazze gratuite. Da cui far partire navette ogni 15 minuti dirette in centro. Così educhiamo ad usare i mezzi pubblici per venire in centro”. M5S: “piazza della Libertà e il centro devono però essere chiusi, senza permettere di poter parcheggiare. Altrimenti.....”

 ALESSANDRIA - Centro chiuso al traffico veicolare (Ztl, quindi) si, centro chiuso no. Un tema “tabù” per Alessandria : da una parte le scelte delle amministrazioni che si sono succedute, dall'altra la reazione del mondo del commercio del centro città. Dall'altra ancora quello degli “alessandrini”.

Un tema difficile che è spesso reso ancora più complicato dall'assenza – ad esempio – di parcheggi a corona, dagli spalti o un po' più in periferia dove poter lasciare il proprio mezzo e muoversi con mezzi pubblici (che funzionano, ovviamente). Tanti sono gli esempi di città “a misura d'uomo” come Alessandria dove tutto questo non è fantascienza, ma dove esiste già: come Parma. Alessandrianews solo poche settimane fa aveva portato l'esempio di un'altra città dell'Emilia Romagna, Reggio, che ha deciso di utilizzare come aree di sosta di “scambio” i parcheggi dei centri commerciali: gratuiti, così come la navetta che il comune mette a disposizione per arrivare fino in centro.

E Alessandria? Che respinge a piene mani la pedonalizzazione di piazza della Libertà e vie limitrofe (proposta dal Movimento 5 Stelle) lo fa perché non ci sono “strutture” di appoggio come i parcheggi a corona del centro? Questo per l'amministrazione comunale sembra invece un punto fondamentale su cui puntare – se non per arrivare ad un vero e proprio ragionamento di Ztl, anche solo parziale – almeno per provare a rilanciare il commercio del centro cittadino, senza intasare di auto alcune zone, come piazza della Libertà e guardando anche alla salute dei cittadini, all'aspetto dell'inquinamento.

L'idea è già sul tavolo dell'assessore al Commercio, Mattia Roggero, che affiancato dal collega di giunta e vicesindaco Davide Buzzi Langhi (per le deleghe di competenza), vuole mettere in piedi una “trattativa” un dialogo con Amag Mobilità per iniziare una campagna di comunicazione per educare il cittadino.


Ma a fare cosa? “A lasciare la propria auto in parcheggi di interscambio che non si devono costruire da zero (come l'ipotesi di multipiano in piazzale Berlinguer e con project financing), ma che Alessandria ha già e che sono piazza Perosi, Caduti di Nassiriya, piazza Teresa Michel e piazza Ceriana al Cristo, ad esempio”.

Sono già piazza “libere”, ovvero non a pagamento. “Da li, con parcheggio gratis si deve attivare un servizio di navetta che passi ogni 15 minuti e che porti in centro. Per il cittadino è il solo costo del biglietto dell'autobus”.

Un servizio “serio”, con orari precisi. Che basterà ad educare l'alessandrino a prendere il mezzo pubblico per venire in centro, lasciando “fuori” la propria auto? “Non basterà se si continuerà a lasciare la possibilità di arrivare in centro in auto e di parcheggiare a pochi metri, in piazza della Libertà, magari anche mantenendo la prima mezz'ora gratuita” sono le parole di Francesco Gentiluomo, consigliere 5 Stelle. Solo non permettendo alternative l'alessandrino potrebbe iniziare ad abituarsi e a sfruttare un servizio che avvantaggia tutto e tutti.

Chissà se Alessandria ci proverà e ci riuscirà davvero?
1/10/2018







blog comments powered by Disqus


"Ripartire dal lavoro", Epifani incontra i sindacati provinciali

Novi Ligure | L'ex numero uno della Cgil sarà a Novi Ligure per un convegno sul mondo del lavoro. Poi inaugurerà la nuova sede di Articolo 1 - Mdp. Con lui il capogruppo di Leu Federico Fornaro e il consigliere regionale Walter Ottria

Che fare di Viale della Repubblica? Alessandria s'interroga su un nodo strategico

Alessandria | Nel progetto presentato dall'azienda dei trasporti dovrebbe diventare un punto fondamentale per l'interscambio dei mezzi, oltre che il luogo principale per la sosta degli autobus. L'opposizione però si mostra perplessa: "sarebbe l'ennesima dimostrazione che il Teatro non interessa più a nessuno. Facciamo uno spazio di socialità"

Aral: entro metà dicembre via i rifiuti dalla discarica di Castelceriolo

Alessandria | Entro due mesi, a metà dicembre, la discarica di Castelceriolo sarà completamente liberata dai rifiuti grazie allo spostamento nella settima vasca di Solero, in costruzione. Intanto accordo tra Aral, Srt di Novi e Provincia di Alessandria per cominciare già da lunedì il trasporto con camion di Srt del "fos" e del secco in "addendum" a quanto previsto da convenzione

“Un euro per ogni abitante” per la lotta alle zanzare

Alessandria | E' la proposta del presidente del Consiglio comunale, Emanuele Locci, per incrementare le risorse messe a disposizione dal Comune (e anche dalla Regione per una parte) sul capitolo di “lotta alle zanzare” emersa in commissione Politiche sociali e sanitarie dove sono stati ascoltati i diversi attori che operano nei trattamenti, con specifico riferimento alla diffusione del West Nile Virus

Via Novi: dalla conferenza dei servizi il futuro della provinciale

Ovada | E' da bonificare l'area teatro la scorsa primavera dello sversamento di 10 mila litri di gasolio. La necessità di asportare il terreno potrebbe avere ripercussioni sulla stabilità della sede stradale