Alessandria

Dopo acqua e gas Amag punta all'illuminazione pubblica

Investimenti per 50 milioni di euro e la nuova sfida: gestire i lampioni delle città. Paolo Arrobbio, presidente Amag da un paio di mesi, non teme la concorrenza aggressiva, ma sta già prendendo le sue contromisure per non perdere (troppe) quote del mercato gas

 ALESSANDRIA - Da banchiere non poteva che prendere subito in mano le cartelle con i bilanci, la redditività e l'organizzazione interna, per confermare (per pimo a se stesso) che Amag è un'azienda con tutte le carte in regola per competere sul mercato territoriale. 

Da soli due mesi alla presidenza di Amag, Paolo Arrobbio ha già le idee chiare sui passi da fare per quando anche il gas finirà sul libero mercato. 

Dal primo gennaio 2019 anche il gas sarà infatti su libero mercato, Amag ne è praticamente il monopolista ad Alessandria: va da sè una fisiologica redistribuzione degli utenti ed una aggressione da parte degli altri operatori energetici.

"È proprio il momento di fare il salto di qualità per non rimanere schiacciati".

Per spiccare ci vogliono investimenti. Nonostante le banche – detto da un esperto del settore – in questo momento storico siano molto caute a finanziare somme ingenti, Arrobbio - casalese di 64 anni, una vita passata alla Banca Popolare di Novara, ora Gruppo BPM - punta nel potenziamento della rete idrica e del gas. “Cifre importanti, parliamo di 40/50 milioni per avere una delle reti migliori in Italia”.

Sempre nell’ottica di una crescita globale di Amag, Arrobbio sta pensando di migliorare non solo le reti con i tubi, ma anche quella delle vendite e del marketing. “La struttura commerciale dev’essere più presente, sia per le aziende, sia per i privati”.

La nuova strategia aziendale è però un’altra: “Ci apriremo ad altri servizi, per prima l’illuminazione pubblica. Enel Sole ha la convenzione in scadenza di una parte dei 14 mila punti luce del comune di Alessandria. “Ci candidaiamo sia per la manutenzione sia per l’erogazione. Il sogno è quello di estendere questo nuovo servizio anche agli altri Comuni della Provincia”.

Per rimanere nel cuore e nelle case degli alessandrini Amag continuerà ad investire molto sul territorio, soprattutto nella promozione turistica, nella cultura e nello sport dilettantistico, mondo in cui è difficile trovare sponsor. "È una scelta doverosa che paga sul ritorno di immagine".
 

 
8/10/2018







blog comments powered by Disqus


Amministratori comunali al voto per il rinnovo del consiglio provinciale

Politica | Sindaci e consiglieri dei 188 comuni della provincia sono chiamati alle urne per il rinnovo del consiglio provinciale. Due liste per dodici posti che dovranno rapportarsi alla giunta del presidente Baldi, che resta in carica

Fubine Ridens: si inizia con “Quel solito sabato”

Fubine Monferrato | Il primo appuntamento sabato 20 ottobre con la compagnia Rouge et noir. Si proseguirà fino ad aprile con cabaret e teatro dialettale

Eccellenza della ricerca può significare sviluppo territoriale?

Provincia | “Sanità, ambiente e ricerca scientifica”, cosa è stato fatto e cosa resta da fare. Sono i temi che saranno affrontati in un convegno organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, in collaborazione con l’Associazione Cultura e Sviluppo, Lamoro Agenzia di sviluppo del territorio e la Fondazione SolidAL Onlus, mercoledì 24 ottobre nella sala Conferenze Palatium Vetus in Piazza della Libertà, ad Alessandria

'IoLavoro' torna ad Alessandria: da mercoledì 17 aperte le iscrizioni on line

Economia e Lavoro | Giunta alla 22° edizione a Torino e con 20 edizioni locali in diversi territori piemontesi, IOLAVORO può definirsi la più grande job fair italiana

Otto anni di reclusione al padre che abusò del figlioletto

Cronaca | Il 32enne di Ovada è stato condannato in abbreviato per violenza sessuale nei confronti del figlio di 5 anni alla pena di otto anni. Era stato arrestato dopo che le telecamere nascoste avevano filmato l'abuso durante un incontro assistito