Life

È tutto pronto per il 4° Genova Beer Festival! Presenti anche due birrifici alessandrini

Circa 100 birre alla spina. 16 tra i migliori birrifici artigianali italiani. 8 stand gastronomici. Dal 19 al 21 un fitto programma di degustazioni, lab, conferenze. Due i birrifici della provincia: Canediguerra (Alessandria) e Kamun (Predosa)

GENOVA - Circa 100 birre alla spina. 16 tra i migliori birrifici artigianali italiani. 8 stand gastronomici. Un fitto programma di degustazioni, lab, conferenze. Dopo il successo delle prime tre edizioni, l'evento organizzato dall'Associazione Culturale Papille Clandestine è pronto ad animare per il quarto anno consecutivo la settecentesca Villa Bombrini di Cornigliano (via Muratori 5) venerdì 19 (ore 18-01.30), sabato 20 (ore 12-01.30) e domenica 21 (ore 12 – 22), per un appuntamento ormai consolidato per migliaia di persone. 

LE BIRRE
Il focus sono le birre artigianali, che saranno protagoniste grazie a 16 birrifici provenienti da tutta Italia. Nei saloni di Villa Bombrini il meglio della produzione ligure, con Altavia (Sassello, SV), Birrificio Scarampola (Millesimo, SV); Fabbrica della Birra Busalla (Busalla, GE); Maltus Faber (Genova) e Nadir (Sanremo, IM). Da fuori Liguria arriveranno Argo (Lemignano di Collecchio, PR); Batzen (Bolzano); Birrificio di Cagliari (Cagliari); Birrificio Italiano (Lurago Marinone, CO); Birrificio Mastino (San Martino Buon Albergo, VR); Birrificio del Forte (Pietrasanta, LU); Brewfist (Codogno, LO); Canediguerra (Alessandria); Eastside Brewing (Latina, LT); Kamun (Predosa, AL); Cr/aK (Campodarsego, PD). In totale, saranno circa 100 le birre alla spina che si alterneranno nella tre giorni: spazio alla nuova ondata delle luppolate, ma non mancheranno ottime birre a bassa fermentazione, così come i più classici stili belgi e inglesi. 

IL FOOD
Ad accompagnare le birre, una proposta gastronomica pensata per l'abbinamento con malti e luppoli. Tante conferme e gradite novità. Ci saranno le bruschette de Ai troeggi; le trofie al pesto de Il Genovese; il gulash e la cucina dell'Est del Kowalski; gli hamburger del Masetto; i ravioli di brasato alla birra, la cima e le torte di verdura di Gastronomia Bovio; il pulled pork del gruppo Beefolchi; i fritti di UVA (Urban Vineyard Area) e le specialità del tapas bar italo-spagnolo Jalapeño. 

IL PROGRAMMA
Come sempre ricco il programma, con laboratori, degustazioni e conferenze per conoscere meglio un mondo sempre più vasto e vario. Ma anche visite guidate alla villa (sabato e domenica ore 16) e area lab bambini gratuita a cura dell'Associazione Culturale La Giostra della Fantasia (sabato e domenica, nel pomeriggio: la domenica soprattutto è una vera festa per le famiglie). 

Saranno 30 gli homebrewers, provenienti anche da fuori regione, che domenica (ore 12) porteranno le loro birre prodotte in casa in assaggio ad una giuria di esperti presieduta da Simone Cantoni, docente Slow Food e giudice all’evento Birra dell’Anno. Mentre si moltiplicano i lab: da quelli a ingresso libero dedicati all'avvicinamento alla degustazione, ai tanti momenti legati all'abbinamento cibo-birra (si proverà ad abbinare il cioccolato, le ostriche, i sigari), fino all'atteso appuntamento con i piatti d'autore dei migliori chef genovesi abbinati alle birre del festival. Particolare anche il lab proposto da Scientificast, che proporrà un avvicinamento sensoriale (e divertente) alla bevanda.  

NON SOLO BIRRA
Tutto il ricavato delle magliette ufficiali del festival – il cui disegno è stato donato dallo Studio Grafico Rebigo – andrà al Comitato Sfollati di via Porro e via Campasso, che hanno perso le loro case per il crollo del Ponte Morandi. Ancora solidarietà, con il banchetto presidiato dall'associazione RP Liguria – Associazione per la Retinite Pigmentosa e altre malattie della Retina (www.rpliguria.org). 

Gli organizzatori ringraziano i padroni di casa della Villa – Società per Cornigliano Spa - che hanno accettato di ospitare l'evento per il quarto anno. I media partner del Genova Beer Festival 2018 sono mentelocale.it, Happyticket.it e Radio Babboleo. Un ringraziamento anche agli sponsor tecnici Rastal e Vinstrip e al nostro partner Mochi.
6/10/2018







blog comments powered by Disqus


Licenziamento senza un motivo, che tipo di indennizzo?

Economia e Lavoro | Cosa può fare un lavoratore quando viene licenziato senza un motivo, ovvero in caso di licenziamento illegittimo? Quali passi fare per opporsi al licenziamento e soprattutto ha diritto a un indennizzo?

Idee-are: idee di ricerca e innovazione

Fondazione SociAL | Il contributo massimo erogabile per ogni idea di ricerca selezionata e che si svilupperà in un progetto, è di 70.000 euro oneri fiscali inclusi. La presentazione delle proposte avverrà in due fasi. Nella prima fase, con scadenza alle ore 12 del 31 gennaio 2019

Asse Alessandria-Asti contro i tagli di Rfi

Provincia | Il consiglio provinciale ha approvato un ordine del giorno per "il mantenimento dei servizi indispensabili per l'economia del territorio provinciale". Asti sarà alleata di Comune e Provincia per la battaglia per garantire i collegamenti del sud ovest della regione con le dorsali tirreniche e adriatiche

Anche il Gruppo Amag tra le aziende del primo report sostenibilità dei servizi pubblici

Provincia | Oltre 4 milioni di investimenti operativi, 100 mila clienti serviti e una diffusione territoriale capillare con 7 sportelli e 351 dipendenti. Questa la fotografia del bilancio ‘verde’ del Gruppo Amag

“Favorire i processi di inclusione – Istituti scolastici e collettività si confrontano”

Società | E' l'evento convegno di presentazione del progetto “InterAzioni in Piemonte – Azione 1 EducAzione” che si terrà lunedì 17 dicembre al Centro Congressi Alessandria. Un progetto finanziato dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020 (FAMI), coordinato dalla Regione Piemonte e realizzato in collaborazione con gli istituti scolastici e 7 partner privati, tra cui ICS Onlus con l'obiettivo di adattare il sistema scolastico ad un contesto multiculturale