Alessandria

Fuga di Natale, sei minorenni ritrovati su treni e stazioni

Anche la Polizia Ferroviaria di Alessandria è stata impegnata nella ricerca di minori allontanatisi da casa o da comunità ospitanti. Sei di loro sono stati trovati e riportati indietro sani e salvi. Il periodo natalizio coincide con gli 'straordinari' per gli agenti

ALESSANDRIA - Il treno è semplice da prendere, economico (se riesci ad evitare di pagare il biglietto), anonimo, e non ci vuole la patente. E arrivi nel centro di ogni città. Potrebbe essere lo sport di una compagnia di trasporto ferroviario, invece è solo il pensiero di chi vuole sparire velocemente.

Lo conferma la Polfer, che nel periodo di Natale - tra gli altri servizi di sicurezza nelle stazioni affollate - ha rintracciato sei minori che dalla vigilia fino ai giorni scorsi si sono allontanati volontariamente.
Li hanno trovati a Torino, Asti e Alessandria, in stazione o a bordo treno, spesso a seguito di laboriose ricerche, scambi speditivi di dati, telefonate e riscontri tra familiari in affanno e colleghi di altri Compartimenti Polfer, Questure o Comandi Carabinieri. Tutti sono stati riconsegnati alle loro famiglie o alle Comunità che li ospitavano.

E' solo uno spaccato del lavoro quotidiano della Polizia Ferroviaria, che nel periodo natalizio intensifica gioco forza la sua presenza nei luoghi di maggior afflusso dei vaggiatori. Gli Agenti Polfer di tutte le province piemontesi e valdostane hanno effettuato oltre 50 servizi straordinari di prevenzione e vigilanza, identificando 4.700 persone, di cui  1.480 straniere, mentre i denunciati sono stati 22 di cui uno in stato d’ arresto.

I servizi effettuati a bordo treno dal personale addetto alle scorte su treni regionali e su treni a lunga percorrenza hanno riuardato ben 560 convogli, mentre i pattugliamenti appiedati nelle stazioni sono stati 677.
 
9/01/2018







blog comments powered by Disqus


Ospedali, nessuna chiusura in vista. Ma in tanti vanno a farsi curare fuori

Alessandria | Smentita dall'assessore alla Sanità l'ipotesi di chiudere gli ospedali di Novi, Ovada, Acqui, Tortona e Casale per costruire un nuovo nosocomio provinciale. Ma aumentano gli alessandrini che decidono di farsi curare fuori regione

Solvay e Ausimont, pene ridotte in appello per disastro ambientale

Cronaca | La corte d'Assise d'Appello ha ridotto ad 1 anno e 8 mesi le pene per tre dei manager di Solvay ed Ausimont per disastro ambientale colposo. Assolti gli altri cinque imputati. Solvay annuncia il ricorso il Cassazione. In primo grado la condanna era stata di 2 anni e mezzo

Koster, Solero Scarl e Euroimpresa: “noi sciacalli? La nostra è l'unica proposta che può salvare Aral, creditori e lavoratori”

Alessandria | Le tre ditte creditrici di Aral si “difendono” dalle accuse di “sciacalli” per le azioni di pignoramento messe in atto e spiegano la loro proposta “impattante e inusuale” ma che è l'unica che può salvare Aral, i creditori e anche tutti i posti di lavoro con una "conversione tra quote e capitale“. Mentre l'offerta di affitto di ramo d'azienda è “antieconomica” con perdite da 100 mila euro al mese e senza speranza per i creditori di recuperare il 50%

“Aral non paga il fornitore, da mesi 17 lavoratori senza stipendio”

Alessandria | Sciopero e presidio dei lavoratori di Ressia Trasporti e Rst, fornitori di Aral: “da almeno due mesi non ricevono lo stipendio, hanno crediti non saldati per centinaia di migliaia di euro nei confronti di Aral”

Operazione Triangolo, le prime testimonianze sull'inchiesta rifiuti

Cronaca | Diciannove indagati, tra i quali nomi noti dell'imprenditoria alessandrina nel settore delle cave e della lavorazione rifiuti. Un centinaio i testimoni che saranno chiamati a rendere deposizioni davanti al giudice del tribunale di Alessandria. In aula, ieri, i primi tre testimoni: funzionari e dipendenti della Provincia che hanno effettuato sopralluoghi nei siti oggetto di indagine