Elezioni 2018

Gli eletti in Provincia, passano anche Fornaro e Matrisciano

Dopo i conteggi l'assegnazione dei seggi con il sistema plurinominale risultano eletti in Provincia anche Federico Fornaro per Liberi e Uguali, Lino Pettazzi per la Lega Nord alla Camera e Susy Matrisciano per il Movimento 5 Stelle al Senato. I commenti dei "ripescati"

POLITICA - Della elezione di Riccardo Molinari (Lega Nord) alla Camera e Massimo Betutti (Forza Italia) al Senato si aveva certezza già da ieri, dopo lo spoglio, essendo indicati nei rispettivi partiti come candidati nei collegi uninominali.
Nella nottata tra lunedì e martedì sono stati resi noti anche i risultati per le elezioni nei collegi plurinominali dei due rami del Parlamento nei collegi Piemonte 2-01 e Piemonte 2-02: per la provincia di Alessandria entrerà alla Camera anche Federico Fornaro per Liberi e Uguali che era candidato come capolista nel collegio Piemonte 2-01 e Lino Pettazzi (Lega Nord), di Fubine.
Al Senato ce l'ha fatta la candidata alessandrina del Movimento 5 Stelle Susy Matrisciano, candidata al Senato. 
Ancora in forse Ugo Cavallera (Forza Italia) e Rossana Boldi (Lega)
Sono proclamazioni ufficiali ma non definitive, perchè dovranno passare al vaglio della Corte d'Appello per la convalida. 

Le prime parole del neo senatore Susy Matrisciano
sono di ringraziamento per gli elettori: "Un sentito grazie a tutti i nostri 261.363 elettori che ci hanno dato la loro fiducia premiandoci con questo ottimo risultato. Sono onorata di rappresentare il nostro territorio sui banchi del Senato ed altrettanto motivata a portarvi le istanze del MoVimento 5 Stelle.
Da oggi inizierò questo duro lavoro su una base solida e su gruppi territoriali radicati che ci hanno permesso di essere la prima forza politica in tre dei sette centri zona della provincia. Infine un grazie sentito a tutti gli attivisti e portavoce piemontesi che mi hanno supportata con grande impegno in questa impegnativa campagna elettorale".
Federico Fornaro non nasconde una certa amarezza per l'esito del voto, ma soddisfazione per il suo risultato personale: "E' una grande soddisfazione che voglio condividere con le decine di volontari e di militanti che in questa difficile campagna elettorale mi hanno sostenuto con passione e entusiasmo". 
Preoccupazione anche per le prospettive di governo: "Siamo stati facili profeti quando dicevamo che questo sistema elettorale avrebbe consegnato ingovernabilità per il Paese". Come uscirne? "mettendo mano alla legge elettorale che prende il peggio dei due sistemi". 
Proseguirà comunque il suo impegno in parlamento, "con serietà e mantenendo fede al mandato degli elettori". Esclude "inciuci": "la Costituzione indica la strada: siamoin un sistema parlamentare e le intese di fanno in Parlamento sulla base dei programmi". 

6/03/2018







blog comments powered by Disqus


La nuova legge venatoria non piace a nessuno, cacciatori e animalisti: "Incostituzionale"

Caccia | Per fare una legge che andasse bene a tutti sono maggiori le critiche degli apprezzamenti. Cacciatori ed animalisti, questa volta, si vedono concordi su un punto: questa legge regionale ha punti in contrasto con la legge statale

Gaudenzio Ferrari tra Vercelli, Novara e Varallo, una mostra “all’antica” che segue la storia

Cultura | Organizzata in senso cronologico, si tratta dell’esposizione dedicata allo straordinario pittore che oggi diremmo piemontese, architetto, plastificatore, musicista e poeta, che si dipana dalle prime prove fino alle ultime, prodotte a Milano per gli Sforza.

ReI, nuovo modulo e requisito per la domanda

Economia e Lavoro | Non è più richiesta – e per questo il Ministero e l’Inps hanno predisposto un nuovo modello di domanda – la presenza di un minore o di una donna in gravidanza o di una persona disabile o di una persona di età pari o superiore a 55 anni che si trovi in stato di disoccupazione, perché la domanda venga accettata

Basta morti sul lavoro, l'industria sciopera per quattro ore

Economia | I sindacati Cgil, Cisl e Uil hanno confermato le quattro ore di sciopero, dalle 8 alle 12, il prossimo 19 giugno, tutto il comparto dell'industria per chiedere di "fermare la strage" delle morti sul lavoro

Rame e metalli sospetti, maxi sequestro in provincia

Cronaca | Scarti ferrosi, ma sopratutto rame: la polizia ha controllato alcune ditte di rottami e scali ferroviari della provincia di Alessandria. L'operazione ha riguardato non solo tutta l'Italia, ma anche gran parte dell'Unione Europea