Economia e Lavoro

Tfr dei dipendenti pubblici: dalla Cisl la mobilitazione per eliminare la differenza con i privati

La differenza per i tempi di pagamento del Tfr fra pubblico e privato possono variare anche di 2 anni. Dalla Cisl parte un'iniziativa di raccolta firme per modificare la legge che rende possibili queste disparità

LAVORO - La legge 148/2011, in piena emergenza economica, ha stabilito dei nuovi termini per il pagamento del TFR ai dipendenti pubblici, diversi e penalizzanti rispetto ai dipendenti del settore privato.
Mentre il dipendente privato riceve il TFR in media dopo un mese dalla cessazione del rapporto di lavoro, il dipendente pubblico può arrivare ad attendere anche oltre due anni.

"La ragione di tale provvedimento - spiegano dalla segreteria della Funzione Pubblica della Cisl - risiedeva nella fase emergenziale che l’economia del Paese stava attraversando e rispondeva all’esigenza di quel momento, di dilazionare nel tempo quanta più spesa possibile, e quindi anche il debito nei confronti dei dipendenti. Oggi non solo quell’emergenza appare superata da tempo, ma non vi è più alcuna ragione economica per proseguire in questa penalizzazione, che appare dunque in tutta la sua dimensione inutile, ingiusta e discriminante nei confronti dei dipendenti pubblici".

Per ottenere l’abrogazione della suddetta norma la CISL FP ha predisposto una serie di ricorsi nei tribunali di Milano, Roma, Ancona, Torino e Genova, al fine di sollevare l’eccezione di incostituzionalità, ma contemporaneamente, come strumento di pressione sulla politica, ha anche redatto una petizione in tal senso sul sito change.org e spedito a tutte le Pubbliche Amministrazioni delle province di Alessandria ed Asti una lettera con l’allegata locandina, invitandole ad affiggerla in tutti i luoghi aperti al pubblico.
11/02/2018







blog comments powered by Disqus


L'ex impiegata risarcisce il Comune e chiede di patteggiare la pena

Cronaca | L'impiegata del comune di Ovada, accusata di aver sottratto circa 130 mila euro dalle casse dell'ente ha chiesto di patteggiare la pena. Ha già risarcito parte della somma

Prosegue il Maggio musicale castellazzese

Castellazzo Bormida | Mercoledì 23 maggio gli insegnanti e gli allievi della Hugh Hodgson School of Music della Georgia University. Domenica 27 il famoso pianista tedesco Martin Münch

“Il nocciolo ai tempi della cimice”: monitoraggio e strategie di controllo

Provincia | Ottimo bilancio per l’edizione 2018 della Sagra della Nocciola che si è svolta a Lu. Ricetta per una coltura di qualità: buon prodotto, risultato del gioco di squadra

Sei super studenti del Sobrero eccellenze nel campo della chimica e dell’ambiente

Casale Monferrato | Sei studenti hanno aderito al concorso ‘I giovani e le Scienze 2018' ottenendo il biglietto per due fiere internazionali di prestigio: l'ISEF 2018, fiera internazionale della scienza e della tecnologia a Pittsburgh e il 60° LIYSF, forum internazionale giovanile della scienza all’Imperial College di Londra dal 25 luglio all’8 agosto

Accusato di omicidio premeditato l'uomo che ha fatto bere acido muriatico alla sorella

Cronaca | E' agli arresti, anche se si trova nel reparto di rianimazione dell'ospedale, l'uomo di 67 anni di San Salvatore accusato di omicidio premeditato. Ha fatto ingerire alla sorella 73enne acido muriatico ed ha tentato di togliersi la vita, bevendo a sua volta l'acido