Torino

Violenza donne, parrucchieri ed estetisti saranno 'sentinelle' delle donne maltrattate

L'iniziativa, promossa dalla Regione Piemonte, mira ad avviare una sperimentazione da estendere poi su tutto il territorio nazionale

TORINO - La notizia, battuta dall'Ansa, racconta dell'iniziativa presa con un accordo fra la Regione Piemonte e il Comitato di coordinamento delle Confederazioni artigiane Piemonte: Parrucchieri ed estetisti piemontesi diventeranno i primi punti informativi contro la violenza sulle donne, potendo informare e orientare chi ne avesse bisogno verso i centri specializzati presenti sul territorio. "L'obiettivo - recita la nota - è quello che ogni salone diventi una sorta di punto d'ascolto, una 'sentinella' debitamente formata per rendere più facile combattere un fenomeno terribilmente diffuso e che ogni anno fa vittime, spesso insospettabili e destinate, senza un adeguato aiuto, a rimanere nel silenzio. 

L'accordo è stato annunciato durante la giornata finale del Meeting nazionale di CNA Impresa Donna e la Regione Piemonte è la prima in Italia a sottoscriverlo, ma l'obiettivo di Cna è quello di estenderlo a tutta Italia.

"A parrucchieri ed estetisti - sottolinea Ansa - sarà fornito materiale informativo e sarà chiesto di impegnarsi in una sorta di 'primo intervento', informando e indirizzando le clienti verso i centri Antiviolenza più vicini. Sulle vetrine dei saloni di bellezza compariranno adesivi per segnalare l'adesione al progetto di contrasto della violenza di genere. Il progetto verrà monitorato e saranno elaborati dei report periodici che verranno pubblicati sul sito della Regione". 

L'iniziativa troverà dunque attuazione anche nella nostra provincia, dove qualcosa in realtà si è già mosso, precorrendo i tempi, come spiega Francesca Brancato (nella foto), del centro antiviolenza Medea di Alessandria: "esiste una collaborazione in atto con alcuni saloni Go Coppola del territorio, dove finora venivano portati materiali informativi specialmente a ridosso degli eventi più importanti organizzati durante l'anno come le campagne di prevenzione e informazione a sostegno delle donne, con buoni riscontri. Anche il centro antiviolenza l'Orecchio di Venere di Asti ha da tempo avviato una collaborazione con i parrucchieri della città. Ogni iniziativa volta a diffondere una rete di ascolto e indirizzamento ai centri antiviolenza è un passo avanti importante". 
20/06/2018







blog comments powered by Disqus


Imballaggi sostenibili, Smurfit premia l'idea migliore

Economia | Concorso indetto da Smurfit Kappa per due progetti relativi ad imballaggi in carta sostenibili. E' aperto a tutti, senza limiti di età o altro. I vincitori si aggiudicheranno un premio in denaro. Le domande entro il 29 marzo

Aral: "ai creditori subito il 34%". Poi la speranza è riposta negli Sfp, strumenti finanziari partecipativi

Alessandria | Da un lato il Comune di Genova che ha deliberato per l'acquisizione da parte della sua partecipata Amiu Genova del 2% delle quote di Aral. Dall'altro il Consiglio comunale di Alessandria che ha approvato il "regolamento" che dovrà gestire gli "Sfp" Strumenti finanziari partecipativi con cui saranno pagati (in parte) i creditori. Il debito si trasforma in "strumenti di capitale", oggi "certificati" che diventeranno denaro con gli utili che tornerà a fare Aral

Smog e “finta primavera”: in tilt le colture, e ad Alessandria torna lo stop fino agli 'euro 4'

Provincia | Preoccupano le temperature minime di 2,2 gradi superiori alla media. Ad Alessandria, da martedì 19 fino a giovedì 21 stop ai diesel fino a euro 4

Alla Saiwa di Capriata i biscotti con grano a chilometri zero

Economia | A partire da febbraio i biscotti “Oro Saiwa Classico” sono prodotti esclusivamente con grano italiano, proveniente da appezzamenti nelle provincie di Alessandria, Asti, Pavia, Torino e Cuneo nel raggio di 75 km dallo stabilimento. Coinvolte 173 aziende agricole

Premio Acqui Storia: pubblicato il bando 2019

Cultura | Le Case editrici possono inviare le opere concorrenti entro il 31 maggio 2019; fra queste i giurati individueranno entro il mese di luglio i 5 finalisti per ogni sezione e per l’autunno i vincitori delle tre sezioni a cui andrà un premio di 6500 euro cadauno