Acqui Terme

Acqui Terme entra nel servizio digitale dell'Anagrafe Nazionale

Grazie a un'unica Anagrafe nazionale sarà possibile ottenere certificati anagrafici in qualsiasi Comune italiano già presente in Anpr e non più esclusivamente in quello di residenza

ACQUI TERME - Dopo l'attivazione della carta d'identità elettronica, il Comune di Acqui Terme, grazie al supporto di ApKappa, annuncia un importante risultato nel percorso di Innovazione Digitale che vede impegnata l’Amministrazione Comunale: la città della Bollente è uno dei Comuni alessandrini a concretizzare il passaggio ad ANPR (Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente), che accorperà i dati delle oltre ottomila anagrafi dei Comuni italiani, costituendo un riferimento unico per la Pubblica Amministrazione, le società partecipate e i gestori di servizi pubblici. 

Grazie a un'unica Anagrafe nazionale sarà possibile ottenere certificati anagrafici in qualsiasi Comune italiano già presente in ANPR e non più esclusivamente in quello di residenza; in futuro i cittadini potranno inoltre collegarsi direttamente on line ad ANPR per richiedere certificati e informative.

Alla banca dati di ANPR possono fare riferimento non solo i Comuni, ma l'intera Pubblica Amministrazione e i gestori di pubblici servizi, nel rispetto assoluto della tutela dei dati personali. ANPR rappresenta uno dei passi fondamentali nell’ambizioso progetto, promosso dall’AgID, che guida la trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione: ridisegnare i processi attraverso cui essa si relaziona con i cittadini partendo da un patrimonio informativo condiviso, di qualità e sempre aggiornato, con cui realizzare concretamente la data driven administration. 

"Dopo l'attivazione della carta d'identità elettronica, è un grande passo – sottolinea il sindaco Lorenzo Lucchini – per il Comune di Acqui Terme, che procede nell’ambito dell'informatizzazione in maniera spedita. Attualmente sono solo quattro i Comuni alessandrini che sono passati all’ANPR. Traghettare da una anagrafe locale a una banca dati unica nazionale rappresenta un delicato passaggio strategico per il nostro ente. La creazione di una banca dati unica è fondamentale, poiché permetterà i passaggi anagrafici in maniera più puntuale e semplice. È ovvio che solo quando tutti i Comuni italiani faranno questo passaggio capiremo la portata e i benefici di tale progetto. Fondamentale è, come sempre, la collaborazione, l'operatività e l'esperienza delle risorse comunali, che permettono di raggiungere sempre nuovi e importanti risultati. Siamo orgogliosi che Acqui Terme sia uno dei primi Comuni dell’alessandrino. Ci muoviamo sempre verso il cambiamento, innovando il modo di lavorare e offrendo servizi avanzati ai cittadini".
10/10/2018







blog comments powered by Disqus


"Capodanno sia di festa, non di tragedia": l'appello contro i botti

Alessandria | Come ogni anno si moltiplicano gli appelli per evitare che la notte di San Silvestro rappresenti un pericolo per gli animali domestici, che possono essere spaventati dai botti fino al punti di subire un trauma, provare a scappare o perfino morire di spavento. La Lega del Cane lancia la campagna "Buttaibotti", ma l'ordinanza comunale è spesso disattesa

Bullismo: per combatterlo bisogna prevenirlo

Alessandria | Lunedì 17 dicembre al Vinci-Migliara un convegno per insegnanti e personale della scuola. Sarà presente il Procuratore Generale della Repubblica presso il Tribunale dei Minori del Piemonte e della Valle d’Aosta Anna Maria Baldelli

Da elettricista ad apicoltore

Parodi Ligure | La storia dei Mattia Giavotto che ha scelto l'amore per la natura e per le api come mestiere: "Il lavoro, nelle stagioni di punta, occupa tutta la giornata, sette giorni su sette ma mi piace molto e non mi pesa affatto. Più tempo passa e più apprezzo quello che faccio"

Miss Alessandria, esce il calendario in giro per la città

Alessandria | Non solo strade e piazze: a far da sfondo agli scatti per il calendario della reginetta alessandrina ci sono anche Palazzo Rosso e Palazzo Ghilini, sedi istituzionali trasformate in set fotografico per un giorno

Scout: tante iniziative per i cent'anni del gruppo Ovada 1

Ovada  | Nella sede di piazza San Domenico, i membri di Ovada 1 sono al lavoro da mesi per preparasi a un anno di celebrazioni, che inizieranno il 12 gennaio nella chiesa di Santa Maria delle Grazie, con la messa solenne a cui sono invitati tutti gli Scout di ieri e di oggi.