Alessandria

“Il Campanello del Terzo Settore”: un nuovo servizio di assistenza per gli Enti del Terzo Settore

La Fondazione inaugura lunedì 12 marzo la piattaforma informatica di contatto tra i bisogni degli enti e le più alte professionalità consulenziali espresse dai nostri territori, e non solo. Al termine della presentazione l’incontro di formazione sulla Riforma del Terzo Settore

ALESSANDRIA – La Fondazione SociAL, da anni impegnata anche nella formazione sui processi organizzativi interni degli Enti del Terzo settore, ha deciso di fornire uno strumento ulteriore per dare stimolo alle competenze di cooperative ed associazioni delle Province di Alessandria e Asti. In collaborazione con una rete di professionisti ed organizzazioni, selezionata e in continua espansione, la Fondazione inaugura lunedì 12 marzo, a partire dalle 17, nella sede in piazza Fabrizio De André 76, Il Campanello del Terzo Settore, piattaforma informatica di contatto tra i bisogni degli enti e le più alte professionalità consulenziali espresse dai nostri territori (e non solo).

Il Campanello del Terzo Settore nasce infatti con la volontà di centralizzare (in un polo unico e virtuale) una rete di professionisti e servizi specializzati nell’assistenza del Non Profit e del Terzo Settore. Per la Fondazione è importante favorire l’incontro delle realtà del Terzo Settore di Alessandria e Asti con professionisti e organizzazioni selezionati per stimolarne la cultura organizzativa, l’innovazione, la sostenibilità e la crescita. Tramite l’accesso a una piattaforma informatica, disponibile da lunedì 12 sul sito della Fondazione alla pagina dedicata al Campanello del Terzo Settore, la Fondazione intende facilitare e supportare gli Enti del Terzo Settore nell’individuazione di soggetti professionali che siano in grado di supportarli e indirizzarli rispetto a tematiche come assistenza legale, amministrazione e contabilità, assistenza fiscale, lavoro e previdenza, servizi assicurativi, servizi bancari e del credito, Ii, progettazione e business plan, reti di distribuzione e commercializzazione, comunicazione e web.

Al termine della presentazione, avrà inizio l’incontro di formazione sulla Riforma del Terzo Settore, organizzato dal Csvaa – Centro Servizi Volontariato Asti Alessandria, in collaborazione con la Fondazione SociAL, in cui si intende illustrare lo “stato dell’arte” della riforma stessa, puntando l’attenzione su quanto ad oggi è stato stabilito e gettando uno sguardo su ciò che ancora è in attesa di un assetto definitivo.
10/03/2018







blog comments powered by Disqus


Digspes e Agenzia delle Entrate, collaborazione per tesi e ricerca

Alessandria | La collaborazione tra i due enti si concretizzerà in diversi ambiti. Innanzi tutto l’Agenzia delle Entrate potrà utilizzare, con l’autorizzazione degli studenti interessati, tesi ed elaborati che riguardino tematiche tributarie, amministrative, civili, penali, giuslavoristiche

Le Tre Rose Rugby, due richiedenti asilo educatori per i più piccoli

Casale Monferrato | Oltre a Samuele Molo, infatti, hanno superato il corso federale Lamin Sanneh, classe '98 nato in Gambia, alla sua seconda stagione agonistica, e Mamadou Macalou, classe '99 nato in Mali, tesserato a gennaio 2018

Con Cia e Confagricoltura i 'Cesti del territorio per un Natale solidale'

Alessandria | I mercatini dei prodotti alimentari del nostro territorio, organizzati da CIA Alessandria e Confagricoltura Alessandria, si arricchiscono di un importante valore aggiunto: i “Cesti del territorio per un Natale solidale”

Alessandria poco smart, ma in banca i soldi ci sono

Alessandria | La classifica sulla qualità della vita vede Alessandria crescere di poco, ma rimanere sempre nella parte medio bassa. Pesano indicatori come la vecchiaia, l'ecosistema, la disoccupazione dei giovani. E' una città smart? Non molto...

Cissaca e Fondazione Cassa di Risparmio a sostegno di donne e minori

Alessandria | Sono 4 i progetti portati avanti dal Cissaca grazie al contributo della Cassa di Risparmio di Alessandria. Tutti rivolti alle fasce di popolazione più debole: dalle famiglie vulnerabili, alle donne vittime di violenza, fino ai più giovani per dar loro opportunità di inserimento sociale