Alessandria

Dall’8 marzo un nuovo ambulatorio in Psichiatria all'Ospedale

Si tratta di una patologia che insorge nei bambini in età evolutiva e che negli adulti è stata fino ad oggi sottodiagnosticata, conosciuta tra gli addetti ai lavori con il suo acronimo Adhd

ALESSANDRIA - Dall’8 marzo è disponibile un nuovo ambulatorio nella Psichiatria dell’Azienda Ospedaliera dedicato alla sindrome da deficit di attenzione e iperattività negli adulti. Si tratta di una patologia che insorge nei bambini in età evolutiva e che negli adulti è stata fino ad oggi sottodiagnosticata, conosciuta tra gli addetti ai lavori con il suo acronimo ADHD. La patologia si caratterizza per tre sintomi principali: la disattenzione, l’iperattività e l’impulsività, ai quali si associano sintomi di alterata regolazione emotiva, oltre che deficit nelle “abilità di comunicazione”. Tutto ciò provoca nei soggetti colpiti un grave disagio e una compromissione del funzionamento nella vita di tutti i giorni. 

All’ambulatorio, affidato al dottor Sergio Raffaelli, possono accedere i pazienti su invio del medico di medicina generale, dello specialista psichiatra o delle associazioni di pazienti e familiari, attraverso la prenotazione al Centro Unico di Prenotazione (CUP). Le persone con ADHD riferiscono problemi a lungo termine a scuola, al lavoro, nella vita familiare e sociale, nelle attività ricreative e con l’organizzazione in generale: con l’attivazione dell’ambulatorio, si ritiene di poter intercettare potenziali pazienti, oltre che agevolare il passaggio tra i pazienti adolescenti e quelli adulti. Infatti, l’ADHD è un disturbo dell’età evolutiva che esordisce nell’infanzia e spesso persiste nell’età adulta, quando occorre effettuare una nuova rivalutazione diagnostica per identificare l’eventuale disturbo ad un livello clinicamente significativo. 

L’ambulatorio, in linea con le indicazioni regionali, è Centro specialistico regionale di riferimento per la prescrizione dei farmaci approvati per il trattamento dell’ADHD per i soggetti in età adulta in stretta sinergia con i centri per l’età evolutiva; inoltre, la struttura di Psichiatria dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria è stata riconosciuta idonea ad assolvere a tale ruolo di riferimento per tutto il Dipartimento Interaziendale di Salute Mentale, ossia per le Aziende ASL AL e ASL AT.
9/03/2018







blog comments powered by Disqus


Saragel: panettoni in dono alla Caritas

Ovada  | A pochi giorni dal Natale, la Saragel di Tagliolo Monferrato ha infatti deciso di donare all'associazione i panettoni da distribuire alle famiglie che vengono assistite direttamente dai volontari.

Al Pertini l'Orto dei Talenti di Casa di Carità

Ovada | Domattina la seconda edizione dell'iniziativa di orientamento al lavoro che mette a confronto gli studenti delle scuole della città e il mondo delle professioni

Commissione su 194 "falsa e delirante", 'Non una di meno' torna a dare battaglia in Consiglio

Alessandria | Con un lungo comunicato le esponenti del collettivo alessandrino di 'Non una di meno' spiegano i motivi per cui saranno presenti con un nuovo presidio di protesta al prossimo Consiglio Comunale:

“Favorire i processi di inclusione – Istituti scolastici e collettività si confrontano”

Società | E' l'evento convegno di presentazione del progetto “InterAzioni in Piemonte – Azione 1 EducAzione” che si terrà lunedì 17 dicembre al Centro Congressi Alessandria. Un progetto finanziato dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020 (FAMI), coordinato dalla Regione Piemonte e realizzato in collaborazione con gli istituti scolastici e 7 partner privati, tra cui ICS Onlus con l'obiettivo di adattare il sistema scolastico ad un contesto multiculturale

Voucher gratuiti come "regalo di Natale" per corsi di musica, teatro, sport per i bambini "meno fortunati"

Alessandria | Al Punto DI il Cissaca ha ricevuto dai Lions Club satellite Bosco Marengo La Fraschetta un grande dono: "InsiemexNatale", voucher gratuiti per la frequentazione di corsi di musica, danza, teatro e di varie attività sportive e ricreative a favore di bambini e delle loro famiglie che vivono situazioni di difficoltà economica sul nostro territorio