Alessandria

Inaugurato il nuovo 'Nido insieme al Borsalino': punto di incontro tra anziani e bambini

L'inaugurazione del nuovo 'Nido insieme al Borsalino' si è svolta giovedì 8, una sperimentazione di incontro tra generazioni sino dalla prima infanzia

ALESSANDRIA - L’IPAB Soggiorno Borsalino di Alessandria, Centro Servizi Polifunzionale per la Persona, oltre ad azioni rivolte al territorio, persegue l’obiettivo del Ben-essere – Qualità della vita di chi abita quotidianamente l’Ente: ospiti anziani, residenziali e non, familiari, operatori, ognuno con bisogni differenti ma tutti rappresentativi del contesto macro-sociale. Molti operatori sono donne, mamme, mamme singles, nonne con figli e nipoti a carico. 

In questo senso, partendo da richieste ed in seguito all’incontro e poi collaborazioni con la realtà APS La Montanina e nello specifico con la responsabile Sara Sterpin, Educatrice, con cui si sono attuate alcune precedenti azioni in sinergia con i Servizi Socio-Educativi-Culturali dell’Ente, è nata la possibilità concreta di aprire un “Nido in famiglia”, all’interno dell’Ente stesso, aperto al territorio. 

Nido Insieme al Borsalino, la cui inaugurazione/openday si è svolta giovedì 8, è una sperimentazione di incontro tra generazioni sino dalla prima infanzia. La scelta della data rappresenta “la nostra scelta”, per quest’anno, di celebrare la giornata della donna, ricordandoci della quotidianità delle donne, mamme, nonne, lavoratrici a casa e fuori casa. 

In Europa i nidi in casa di riposo cominciano ad essere diffusi, nell’alessandrino rappresentano la sperimentazione e forse la sfida; per l’Ente rappresenta aprire lo spettro di intervento di 360 gradi, accostando bambini, genitori, anziani e facendo vivere in positivo il pregiudizio che vede l’anziano tornato bambino, inutile ed escluso. Non tutti gli anziani sono rimbambiti (dal latino tornati bambini) ma tutti, se in salute psico-fisica, sono fonte di saggezza, premure, curiosità, gioia per i bambini e, ancora, tutti gli anziani desiderano sentirsi ancora utili, importanti. 

Così, spazi adeguati, familiari ma a norma di legge, possono diventare luoghi magici dove incontrare, oltre che operatori preposti e formati, anche grandi nonni/raccontastorie da cui essere coccolati. Spazi facilmente raggiungibili, sostenibili dalle mamme/papà che magari lavorano nello stesso spazio o vicino, in quanto l’Ente è in pieno Centro Storico. 

Le iscrizioni per bambini da 0 a 36 mesi sono aperte. Per informazioni e iscrizioni 393 6239576.
10/03/2018







blog comments powered by Disqus


Una mamma con i suoi 2 cuccioli abbandonati davanti a Cascina Rosa

Alessandria | Nuovo abbandono di gatti: "uno scatolone completamente chiuso è stato lasciato davanti al canile Cascina Rosa. Dentro una mamma e i suoi due cuccioli di gatto". Nei prossimi giorni saranno visitati e poi saranno affidati alle cure di chi "gli potrà offrire una casa"

Il vescovo ricorda don Aldo Tacchino: per lui una lapide in chiesa

Basaluzzo | Durante la visita pastorale, è stata scoperta la lapide collocata nella chiesa di Sant'Andrea a Basaluzzo, in memoria di don Aldo Tacchino, che per 44 anni fu parroco della comunità

I ragazzi del Ciampini-Boccardo sui luoghi della Resistenza

Novi Ligure | Due giornate interamente dedicate alla visita della Benedicta per tutte le classi quinte del Ciampini-Boccardo di Novi Ligure. Non solo storia ma anche studio dell'habitat del parco della Capanne di Marcarolo

Liberazione: tante cerimonie a Ovada e nei paesi

Ovada | Cortei nel centro zona e nei paesi limitrofi. Tagliolo consegna una costituzione ai neo maggiorenni, Castelletto d'Orba proietta "Roma città aperta"

Azienda Ospedaliera: nuova Terapia Intensiva (da giugno) e Poliambulatorio di oculistica

Alessandria | Sono state presentate due nuove aree dell'Ospedale: da un lato la nuova Terapia Intensiva, che sarà pronta e operativa da giugno e dall'altra la nuova area poliambulatoriale di oculistica dove prima sorgevano gli ambulatori di cardiologia. Presenti diverse autorità, tra cui l'assessore regionale Saitta e il Vescovo di Alessandria per la "benedizione"