Alessandria

#inunorasolativorrei: al via la raccolta firme per treni diretti Alessandria-Milano

Si parte giovedì 15 marzo al Teatro Comunale con un incontro pubblico di "consultazione popolare" che si concretizza in una raccolta firme non solo dal capoluogo ma da tutta la provincia alessandrina per cercare di raggiungere le 100 mila firme in meno di un mese e iniziare quindi la "battaglia" per un collegamento ferroviario diretto e rapido con Milano

 ALESSANDRIA - #inunorasolativorrei - Un treno di vantaggi tra Alessandria e Milano. In quanti, pendolari e viaggiatori abituali, sognano un treno diretto Alessandria-Milano, rapido, che in un'ora porti a destinazione. Proprio sull'onda di questo sentimento l'amministrazione comunale, in collaborazione con la Provincia di Alessandria e con Edicola Signorelli lancia una “consultazione popolare” per quello che è un progetto che era già stato delineato a novembre 2017. “Poi questo, che per noi è uno degli elementi strategici più importanti – ha sottolineato il sindaco Cuttica – si è dovuto fermare per alcuni mesi per via delle elezioni politiche, che per legge non consentono questi tipi di iniziative”. Ma ora c'è un obiettivo comune, che è quello di “testare la sensibilità e la partecipazione locale” su un tema come questo, che porta vantaggi sotto diversi punti di vista a tutto il territorio, alessandrino e provinciale.

“La battaglia ora può davvero cominciare”: l'obiettivo è quello di avviare a trattative e dialogo con Regione Piemonte, Regione Lombardia e Rete Ferroviaria per il tempestivo potenziamento dei collegamenti ferroviari diretti tra Alessandria e Milano.


Si parte giovedì sera, 15 marzo, alle ore 21 nella sala Ferrero del Teatro Comunale con un incontro aperto al pubblico. E da fine serata sarà possibile firmare per la consultazione popolare. “Saranno allestiti anche gazebo nelle principali vie del centro e il modulo per firmare sarà scaricabile dal sito internet del Comune di Alessandria e si potrà poi consegnare all'Ufficio Relazioni con il Pubblico (Urp) di Palazzo Rosso e alla biblioteca civica 'F. Calvo'” spiegano i conduttori di Edicola Signorelli, Riccardo Pizzorno e Flaminio de Castelmur. E' stata anche aperta una pagina Facebook Inunorasolativorrei dove la popolazione sarà costantemente aggiornata sulle iniziative e sui punti di raccolta. “Un mese di tempo, fino al 14 aprile con l'obiettivo delle 100 mila firme”. Sarà possibile anche consegnare il modulo sottoscritto e firmato ad alcuni negozi e bar della città che aderiscono per “veicolare” quello che per Alessandria sembra essere un'occasione da non perdere (ad oggi Coltelleria Boido, J Berry, La Porta Blu, 2012 Intimo).

L'importanza viene rimarcata dal sindaco Cuttica: “la necessità impellente di un collegamento rapido e diretto con il milanese si lega al pendolarismo, che potrebbe così ridurre lo spostamento verso la vicina Milano con i mezzi privati, ma anche per intercettare l'Alta Velocità che parte da Milano”. Poi una questione di fuoriuscita di Alessandria da un “isolamento ferroviario” che oggi ci penalizza anche per il ruolo economico di Milano. Ed infine, perché no, la volontà di accendere un faro sulla nostra provincia, vicino a luoghi di interesse del Monferrato e che potrebbe offrire una migliore qualità di vita (oltre che economica, con prezzi più bassi degli affitti, ad esempio) per i milanesi che volessero venire a vivere qui. Oggi più di 3 mila pendolari che si spostano su Milano. Numeri che raddoppiano se si considera la provincia. 350 persone al giorno che dalla capitale della moda arrivano in città. “Alessandria è un capoluogo di 95 mila abitanti – ricordano i promotori della petizione – Se si arrivasse a 5 mila in più, raggiungendo i 100 mila abitanti, oltre al maggior gettito fiscale ci sarebbe anche un ritorno diverso per la città nel poter partecipare a bandi europei, perché cambierebbe la 'classe' di appartenenza del Comune”.

“Uno scambio – come lo ha definito il presidente della Provincia Baldi – Potenziamento del nostro territorio se si migliora il collegamento”. Un vantaggio per tutti gli oltre 190 comuni dell'alessandrino, che oltre ad avere lo spostamento fino alla città di Alessandria per prendere il treno diretto a Milano, poi devono fare anche i conti con i continui disagi di questa tratta ferroviaria. A breve anche nei Comuni della Provincia sarà possibile firmare il modulo per “metterci la faccia” e dare il proprio contributo alla consultazione popolare.

La raccolta firme e quindi il coinvolgimento e la partecipazione della popolazione, oltre che di tutti i protagonisti logistici, economici e commerciali del territorio sono il punto di partenza “per andare poi a battere i pugni sul tavolo per ottenere queste agevolazioni”.
13/03/2018







blog comments powered by Disqus


Saragel: panettoni in dono alla Caritas

Ovada  | A pochi giorni dal Natale, la Saragel di Tagliolo Monferrato ha infatti deciso di donare all'associazione i panettoni da distribuire alle famiglie che vengono assistite direttamente dai volontari.

Al Pertini l'Orto dei Talenti di Casa di Carità

Ovada | Domattina la seconda edizione dell'iniziativa di orientamento al lavoro che mette a confronto gli studenti delle scuole della città e il mondo delle professioni

Commissione su 194 "falsa e delirante", 'Non una di meno' torna a dare battaglia in Consiglio

Alessandria | Con un lungo comunicato le esponenti del collettivo alessandrino di 'Non una di meno' spiegano i motivi per cui saranno presenti con un nuovo presidio di protesta al prossimo Consiglio Comunale:

“Favorire i processi di inclusione – Istituti scolastici e collettività si confrontano”

Società | E' l'evento convegno di presentazione del progetto “InterAzioni in Piemonte – Azione 1 EducAzione” che si terrà lunedì 17 dicembre al Centro Congressi Alessandria. Un progetto finanziato dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020 (FAMI), coordinato dalla Regione Piemonte e realizzato in collaborazione con gli istituti scolastici e 7 partner privati, tra cui ICS Onlus con l'obiettivo di adattare il sistema scolastico ad un contesto multiculturale

Voucher gratuiti come "regalo di Natale" per corsi di musica, teatro, sport per i bambini "meno fortunati"

Alessandria | Al Punto DI il Cissaca ha ricevuto dai Lions Club satellite Bosco Marengo La Fraschetta un grande dono: "InsiemexNatale", voucher gratuiti per la frequentazione di corsi di musica, danza, teatro e di varie attività sportive e ricreative a favore di bambini e delle loro famiglie che vivono situazioni di difficoltà economica sul nostro territorio