Casale Monferrato

"Pasticceri in formAzione": un’iniziativa di inclusione sociale di CrescereInsieme e Oda

Sabato 23 giugno il momento celebrativo di un percorso realizzato da alcuni richiedenti asilo beneficiari del Progetto Sprar gestito dalla Cooperativa CrescereInsieme, all’interno di una formazione professionale di Prodotti da Forno e Pasticceria presso il Ciofs Palomino e di una sessione di diretta conoscenza di una realtà produttiva,  individuata nella Bottega dell’Oda

CASALE MONFERRATO - Si intitola Pasticceri in formAzione, l'evento che, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato (che si celebra ogni anno il 20 giugno), CrescereInsieme scs Onlus e Oda – Opera Diocesana Assistenza di Casale organizzano sabato 23 giugno, dalle 17 alle 19, presso la Sala Piera Luparia della Riss Monsignor Minazzi di via Biblioteca 1. È questo il momento celebrativo di un percorso realizzato da alcuni Richiedenti Asilo beneficiari del Progetto Sprar gestito dalla Cooperativa CrescereInsieme, all’interno di una formazione professionale di Prodotti da Forno e Pasticceria presso il Ciofs Palomino di Casale Monferrato e di una sessione di diretta conoscenza di una realtà produttiva,  individuata nella  Bottega dell’Oda, il laboratorio di pasticceria solidale curato dagli ospiti dell’area psichiatria e disabilità psicofisica di Oda, a cui afferiscono anche inserimenti di persone richiedenti asilo e/o in stato di emarginazione sociale. 

"Una comunione di intenti che parte dal concetto per cui nelle occasioni di conoscenza e nella socializzazione come valore aggiunto della vita di ciascuno, a prescindere da status giuridico e vulnerabilità soggettive,  ci può sempre essere un’opportunità di inclusione sociale. E per il quale, ad ogni situazione di vulnerabilità, seguendo un progetto personalizzato di crescita e formazione, può corrispondere  opportunità di riscatto: umano, sociale e professionale" dicono da Crescereinsieme.

Così, l’incontro di sabato 23 giugno vedrà la presentazione dei progetti di accoglienza ed integrazione sociale promossi dai due enti e la consegna degli attestati di partecipazione ai beneficiari del Progetto Sprar che hanno seguito il corso di pasticceria. E, soprattutto, sarà un momento di testimonianze personali dirette di alcuni dei rifugiati, che porteranno la loro esperienza nella strada di un progetto di nuova vita. Al termine un piccolo rinfresco a base dei prodotti salati e dolci preparati proprio dai corsisti.
23/06/2018







blog comments powered by Disqus


Una "Nuova Piscina Comunale" è la proposta delle Piscine di Cassine attraverso i social

Alessandria | E' un post su Facebook a lanciare la proposta: "Alcuni mesi fa abbiamo provato ad interloquire di persona con il competente Comune che però in quella occasione era, per così dire, orientato verso l’ennesimo bando.. oggi che è praticamente sfuma anche la terza stagione riteniamo che, se veramente si abbiano intenzioni serie per l’estate 2020, occorra muoversi!". Ecco da chi arriva la volontà di una "trattativa" seria di gestione o affidamento dell’impianto

Inaugurato a Torino l'Anno del Dolcetto: si parte domenica dall'Enoteca

Ovada | Il primo è in programma presso i locali di via Torino, con un concerto jazz e proposte gastronomiche della Wine & Kitchen

Un libro, un quartiere: donare libri per creare una biblioteca

Alessandria | Al Centro Vita Indipendente nascerà una piccola una biblioteca che sarà fruibile dagli abitanti. Fondamentale, per la buona riuscita del progetto, è la collaborazione di tutti i cittadini attraverso la donazione di libri

Magioncalda, nuova vita per l'antico mulino grazie ai giovani della frazione

Carrega Ligure | I ragazzi di Magioncalda produrranno farine utilizzando grano e castagne e riattivando il vecchio mulino ad acqua che sorge nella frazione di Carrega Ligure, grazie ai finanziamenti del Gal Giarolo Leader

Ipotesi parcheggi 'alla parmigiana' per liberare il centro dalle auto

Alessandria | Torna di moda l'ipotesi dei parcheggi fuori dal centro e serviti da navette gratuite. Ma per questi ed altri progetti importanti ci vogliono soldi. "Ci sarebbero, se solo si partecipasse ai bandi europei per la mobilità green"