Alessandria

Più di 500 persone contro la violenza di genere al grido di #wetoogether

La manifestazione per l'8 marzo è stata partecipata da tante alessandrine e alessandrini per combattere la violenza e sostenere la nascita in città di una Casa delle Donne

ALESSANDRIA - L'8 marzo lo Sciopero Globale delle Donne ha attraversato anche Alessandria.

Più di 500 persone hanno deciso di riempire le strade della nostra città, insieme alle donne e agli uomini che hanno manifestato in 70 Paesi del Mondo, per unire le loro voci in un unico grido: #wetoogether.

Ecco il comunicato inviato dal Comitato "Non una di meno" a corredo dell'iniziativa. 
“Noi insieme” per urlare che non accetteremo più di essere una di meno.

“Noi insieme” per essere libere e liberi dalla violenza privata e istituzionale, dalla violenza economica, dal ricatto del lavoro precario e del permesso di soggiorno.

“Noi insieme” come donne, uomini, gay, lesbiche e trans che rifiutano la violenza di genere in ogni forma e ambito delle loro vite.

“Noi insieme” perchè vogliamo che ogni donna in qualsiasi quartiere di qualsiasi città possa camminare per strada la sera sentendosi sicura, denunciare il suo aggressore senza finire sotto accusa o essere addirittura ignorata. Vogliamo che in qualsiasi ufficio, in qualsiasi reparto di qualsiasi azienda non ci sia disparità salariale tra uomini e donne che ricoprono la stessa posizione lavorativa. Vogliamo che ogni donna possa decidere sul suo corpo, che ogni persona possa scegliere o non scegliere di identificarsi in un genere o in un ruolo socialmente imposto.

“Noi insieme” per chiedere che l'amministrazione comunale di Alessandria riconosca l'utilità sociale, politica e culturale di una Casa delle Donne in città, concedendo l'uso di uno spazio pubblico ad oggi vuoto o abbandonato.

Le Istituzioni non potranno più ignorare il grido che la manifestazione alessandrina di oggi, partecipata da private cittadine e cittadini e tante associazioni, ha lanciato forte e chiaro.

Lottiamo contro la violenza di genere e per una Casa delle Donne ad Alessandria, convinte che solo questa dimensione collettiva possa determinare un vero cambiamento culturale e sociale.

Lottiamo per una Casa delle Donne perchè crediamo che non possa essere costruita un'alternativa alla società patriarcale senza di noi.

Costruiamo uno spazio che, a partire dalle esigenze delle donne, possa diventare centro propulsore delle loro azioni.

Il percorso è già iniziato e non si ferma qui.

Non Una di Meno Alessandria
9/03/2018







blog comments powered by Disqus


Pro e contro a confronto in commissione. Ma alla fine "che ne sarà della mozione Locci-Trifoglio"?

Alessandria | Tesi pro e contro la mozione Locci- Trifoglio relativa ad alcuni aspetti della applicazione della Legge 194, approfondita in commissione. "Si tratta di un atto amministrativo: dove sono i dati che avvalorano quanto richiesto?". Tante associazioni "contro" la Legge 194. E poi le risorse per dare i finanziamenti alle associazioni private "pro vita"? Locci: "è un atto di indirizzo del Consiglio comunale, sarà la giunta a dover con coraggio trovare le risorse e prendere decisioni. Altrimenti si strumentalizza questo atto"

Dall'associazione Ave Nahele 4mila euro per l'Avoi

Alessandria | Gli eventi di “Corte in musica” hanno consentito di raccogliere la somma per finanziare le iniziative all'interno dell'Ospedale Infantile. Domenica 16 dicembre il concerto di Natale al Chiostro di Santa Maria di Castello

Intitolata al volontario scomparso la nuova sede di soccorso in val Borbera

Cantalupo Ligure | La sede di Cantalupo Ligure dell'Isra, associazione internazionale di ricerca e soccorso, sarà dedicata a Marco Milanese, il volontario gaviese della Cri di Vignole Borbera rimasto vittima di un incidente stradale

Polizia Stradale: festa per i 40 anni di attività

Ovada  | Mostre, esposizioni e dibattiti: sarà una giornata particolare per tutta la città che, in occasione dei quarant'anni della sezione locale - presente sul territorio di Belforte Monferrato - della Polizia Stradale, si colorerà a festa.

Open Day nelle scuole: porte aperte al Barletti

Ovada  | Come da tradizione, la giornata dedicata al "Porte aperte" presso gli edifici di via Pastorino e via Galliera darà modo alle future matricole di conoscere il piano formativo proposto dall'ente scolastico