Eccellenza - girone B

Punteggio tennistico al 'Cattaneo': Asca annichilita dal San Domenico

Goleada nell'incontro di sabato 6 fra San Domenico Savio e Asca, con la squadra di Raimondi che stacca i padroni di casa per ben quattro reti in uno spettacolare 2-6

ALESSANDRIA - Goleada nell'incontro di sabato 6 fra San Domenico Savio e Asca, con la squadra di Raimondi che stacca i padroni di casa per ben quattro reti in uno spettacolare 2-6. Le premesse ci sono tutte sin dal fischio d'inizio, in cui entrambe le squadre partono lunghe e vivaci, entrambe immediatamente pronte a sbloccare il risultato. All'11' già la prima segnatura: fallo di Carubini su Traorè in piena area di rigore e sul dischetto si presenta Abrazhda, che gonfia la rete per il vantaggio casalingo. Il San Domenico, invece, nonostante lo svantaggio persevera nei suoi piani di gioco, continuando a bersagliare l’area avversaria con pregevoli azioni in contropiede. Affondi che fruttano il massimo risultato al 16’, con un gol “alla Robben” di Amoruso, e al 28', con Pagano che pasticcia in un ripiegamento difensivo, sullo sviluppo dell’azione Azzalin si vede servire un rigore in movimento, che il centrale locale devia spiazzando il proprio portiere. L’acuto di Bosco a dieci minuti dal rientro negli spogliatoi, al termine di un assalto da manuale del Sando, pare chiudere la gara anzitempo. Al contrario, essa si riapre grazie al colpo di testa di Rosa, insaccato appena un giro d’orologio dopo, e alla provvidenziale parata di Masneri, che spedisce in angolo il rigore di Bosco. A pochi secondi dal fischio di fine frazione, Ligotti raddoppia il distacco in favore dei ramarri ma ciò non fa altro che convincere mister Nobili a provarci fino in fondo.

Schierando Bisio, Pellicani e Mezzanotte, l’Asca riesce a conquistare fiducia e campo al cospetto di un San Domenico con i remi in barca. Tuttavia, la risalita dei gialloblù non si conclude in vetta, o meglio, in porta, essendo seguita infatti dal tracollo al quale la sospingono i gol del solito Bosco (colpo di testa su cui pesano le amnesie della difesa locale) e Redi, che passa dall’essere assist-man della rete precedente alla firma di un pallonetto morbido che scavalca Masneri, forse ingannato dai riflettori accesi al Cattaneo. Il tempo di gioco rimanente scorre senza alcun sussulto, tra il Sando che si limita a gestire e l’Asca che non vede l’ora che sia finita. 


ASCA-SAN DOMENICO SAVIO RT 2-6 
Reti: pt 11’ Abrazhda rig., 16’ Amoruso, 28’ Azzalin, 35’ Bosco, 36’ Rosa, 44’ Ligotti; st 28’ Bosco, 30’ Redi.

Asca (4-4-2): Masneri 6.5; Sola 5.5, Di Luca 5.5 (1’ st Carangelo 5.5), Ravera 5.5, Pagano 5; Della Bianchina 5 (20’ st Bisio 5.5), Benazzo 5.5 (1’ st Mezzanotte 5.5), Gramaglia 5.5 (1’ st Pellicani 5.5), Rosa 6; Traorè 5.5 (37’ st Potomeanu ng), Abrazhda 5.5. A. disp. Benabid, Paletta. All. Nobili.
San Domenico Savio RT (4-3-1-2): Scaffia 6; Lozietiello 6, Pia 6 (42’ st Lovin ng), Fontana 6, Acosta 6; Carubini 6, Redi 7 (38’ st La Ganga ng), Azzalin 7 (42’ st Tozaj ng); Ligotti 6.5; Bosco 7.5 (32’ st Busco ng), Amoruso 7. A disp. Padovani, Vaqari, Hajdini. All. Raimondi.

Arbitro: D’Ambrosio Giordano di Collegno 7

NOTE: Ammoniti Carubini, Sola, Pia e Della Bianchina. Masneri para un calcio di rigore a Bosco al 39' pt. Recupero: pt 2'; st 0'. Calci d'angolo: 7-3 per il San Domenico. Spettatori circa 100
8/01/2018







blog comments powered by Disqus


Atletica Ovadese: aperitivo al Geirino per salutare il 2018

Ovada  | Saranno festeggiati domenica sera i risultati ottenuti nel corso del 2018 dagli iscritti dell’Atletica Ovadese Ormig, un’istituzione più che una “semplice” società sportiva che da 34 anni accoglie tesserati di ogni età.

Ancora fatali gli ultimi minuti: pasticcio di Gjura e il Novara riacciuffa l'Alessandria

Serie C - girone A | Alessandria ancora una volta punita nei minuti finali: eurogol di De Luca al 40', poco prima del 90' Prestia e Gjura regalano ad Eusepi la palla del nono pareggio stagionale

Colpo Novipiù: ingaggiato Nazzareno Italiano

Basket - Serie A2 | Ala classe 1991, in uscita da Scafati; nelle tre stagioni precedenti alla Fortitudo Bologna. Ferrari: “Italiano arriva in un gruppo funzionante: la sua intelligenza dovrà portarlo ad entrare in punta di piedi per conoscere e farsi conoscere”

Fabrizio Mandia diventa 'Renshi', al campione di Kendo l'importante onoreficenza giapponese

Arti marziali | La Confederazione Italiana di Kendo ha assegnato a Fabrizio Mandia il titolo di 'Renshi', titolo giapponese solitamente usato per designare un insegnante ufficilae

Grigi, con il Novara si può (finalmente) fare. 'Mocca' parzialmente rizollato

Serie C - girone A | Questa sera alle 20.30 i grigi proveranno a riscattare l'amaro pareggio di Arezzo con il Novara di Viali. Torna Badan dal 1', possibile turn over a centrocampo. Prato del Moccagatta rizollato in vista delle gelate invernali