Eccellenza - girone B

Punteggio tennistico al 'Cattaneo': Asca annichilita dal San Domenico

Goleada nell'incontro di sabato 6 fra San Domenico Savio e Asca, con la squadra di Raimondi che stacca i padroni di casa per ben quattro reti in uno spettacolare 2-6

ALESSANDRIA - Goleada nell'incontro di sabato 6 fra San Domenico Savio e Asca, con la squadra di Raimondi che stacca i padroni di casa per ben quattro reti in uno spettacolare 2-6. Le premesse ci sono tutte sin dal fischio d'inizio, in cui entrambe le squadre partono lunghe e vivaci, entrambe immediatamente pronte a sbloccare il risultato. All'11' già la prima segnatura: fallo di Carubini su Traorè in piena area di rigore e sul dischetto si presenta Abrazhda, che gonfia la rete per il vantaggio casalingo. Il San Domenico, invece, nonostante lo svantaggio persevera nei suoi piani di gioco, continuando a bersagliare l’area avversaria con pregevoli azioni in contropiede. Affondi che fruttano il massimo risultato al 16’, con un gol “alla Robben” di Amoruso, e al 28', con Pagano che pasticcia in un ripiegamento difensivo, sullo sviluppo dell’azione Azzalin si vede servire un rigore in movimento, che il centrale locale devia spiazzando il proprio portiere. L’acuto di Bosco a dieci minuti dal rientro negli spogliatoi, al termine di un assalto da manuale del Sando, pare chiudere la gara anzitempo. Al contrario, essa si riapre grazie al colpo di testa di Rosa, insaccato appena un giro d’orologio dopo, e alla provvidenziale parata di Masneri, che spedisce in angolo il rigore di Bosco. A pochi secondi dal fischio di fine frazione, Ligotti raddoppia il distacco in favore dei ramarri ma ciò non fa altro che convincere mister Nobili a provarci fino in fondo.

Schierando Bisio, Pellicani e Mezzanotte, l’Asca riesce a conquistare fiducia e campo al cospetto di un San Domenico con i remi in barca. Tuttavia, la risalita dei gialloblù non si conclude in vetta, o meglio, in porta, essendo seguita infatti dal tracollo al quale la sospingono i gol del solito Bosco (colpo di testa su cui pesano le amnesie della difesa locale) e Redi, che passa dall’essere assist-man della rete precedente alla firma di un pallonetto morbido che scavalca Masneri, forse ingannato dai riflettori accesi al Cattaneo. Il tempo di gioco rimanente scorre senza alcun sussulto, tra il Sando che si limita a gestire e l’Asca che non vede l’ora che sia finita. 


ASCA-SAN DOMENICO SAVIO RT 2-6 
Reti: pt 11’ Abrazhda rig., 16’ Amoruso, 28’ Azzalin, 35’ Bosco, 36’ Rosa, 44’ Ligotti; st 28’ Bosco, 30’ Redi.

Asca (4-4-2): Masneri 6.5; Sola 5.5, Di Luca 5.5 (1’ st Carangelo 5.5), Ravera 5.5, Pagano 5; Della Bianchina 5 (20’ st Bisio 5.5), Benazzo 5.5 (1’ st Mezzanotte 5.5), Gramaglia 5.5 (1’ st Pellicani 5.5), Rosa 6; Traorè 5.5 (37’ st Potomeanu ng), Abrazhda 5.5. A. disp. Benabid, Paletta. All. Nobili.
San Domenico Savio RT (4-3-1-2): Scaffia 6; Lozietiello 6, Pia 6 (42’ st Lovin ng), Fontana 6, Acosta 6; Carubini 6, Redi 7 (38’ st La Ganga ng), Azzalin 7 (42’ st Tozaj ng); Ligotti 6.5; Bosco 7.5 (32’ st Busco ng), Amoruso 7. A disp. Padovani, Vaqari, Hajdini. All. Raimondi.

Arbitro: D’Ambrosio Giordano di Collegno 7

NOTE: Ammoniti Carubini, Sola, Pia e Della Bianchina. Masneri para un calcio di rigore a Bosco al 39' pt. Recupero: pt 2'; st 0'. Calci d'angolo: 7-3 per il San Domenico. Spettatori circa 100
8/01/2018







blog comments powered by Disqus


Dopo Ramondino la Novipiù a coach Mattia Ferrari: "Casale eccellenza per l'A2"

Basket - Serie A2 | Milanese classe 1975, arriva da 5 stagioni sulla panchina di Legnano. Presentato questa mattina alla stampa: “Casale è un’eccellenza per la Serie A2, per la storia, la qualità della proprietà e di quello che viene messo in campo”.

Di Masi e Olympic, fine di una storia: entro nove mesi chiusi i due negozi di Torino

Alessandria | Dopo 81 anni di attività (il primo punto vendita fu inaugurato nel 1937) entro la prossima primavera lo storico marchio d'abbigliamento Olympic, proprietà della famiglia Di Masi, chiuderà i due negozi sotto i portici di piazza San Carlo a Torino

Alessandria e Valenzana unite nel ricordo di mister Piantoni

Calcio | Mercoledì 20 è morto all'ospedale di Bergamo Oscar Piantoni. Il tecnico bergamasco allenò l'Alessandria nella stagione 2001/2002 e qualche anno dopo la Valenzana di patron Omodeo

Mondiali di vela: l'Alessandria Sailing Team parte per la Norvegia

Vela | Partirà oggi, giovedì 21, l'equipaggio dell'Alessandria Sailing Team per partecipare ai Mondiali di vela classe internazionale X-35 che si disputano in Norvegia, ad Hanko; Spirit of Nerina Rolandi Auto è l'unica barca che rappresenta l'Italia

Don Salvi: si riparte stasera con due scontri diretti

Ovada  | Con l'inizio del secondo turno - relativo alla fase a gironi - inizia a delinearsi la situazione nei tre raggruppamenti. Attesa per il ritorno in campo delle protagoniste del girone A e B