Serravalle Scrivia

Il Giro dell'Appennino ritrova il passo della Bocchetta

La 79esima edizione della corsa ritorna sulla salita-simbolo che segna il confine tra alessandrino e genovese. Quasi duecento i chilometri da percorrere, con uno strappo a Fraconalto che potrebbe fare selezione. Ritrovo all'Outlet di Serravalle, partenza davanti allo stabilimento Novi Elah Dufour. Tutti gli orari dei passaggi

SERRAVALLE SCRIVIA – Il Giro dell’Appennino ritorna a casa e farà felici gli appassionati di ciclismo con il mitico transito al passo della Bocchetta. Il Giro dell’Appennino, giunto alla 79esima edizione, domenica 22 aprile regalerà ai tifosi l’accoppiata tra la storica salita e lo straordinario arrivo in via XX Settembre a Genova dopo quasi 200 chilometri di corsa.

Il ritrovo per la partenza sarà a Serravalle Scrivia, davanti all’Outlet, mentre il via ufficiale sarà dato davanti allo stabilimento della Novi Elah Dufour, sponsor ormai storico del Giro dell’Appennino. Una corsa che, come ricorda Ivano Carrozzino, presidente della società organizzatrice Pontedecimo Ciclismo «si svolge ininterrottamente dal 1934 e detiene il record ligure di longevità per manifestazioni sportive professionistiche con ricorrenza annuale».

Come auspicato da molti appassionati di ciclismo ritornerà la Bocchetta e sarà affrontata dal versante di Campomorone, dove Gilberto Simoni nel 2003 stabilì il suo record di 21’ e 54” tuttora imbattuto. Bocchetta che, insieme alle altre tradizionali salite, assegnerà punti decisivi per la classifica del Gran Premio della Montagna quest’anno dedicato alla memoria di Michele Scarponi (investito e ucciso l’anno scorso), che fu secondo sulla Bocchetta e sulla Castagnola, primo sui Giovi e sesto all’arrivo del Giro dell’Appennino del 2012.

Saranno sette i Gran Premi della Montagna, così come i traguardi volanti. E spettacolo nello spettacolo al secondo passaggio la salita della Castagnola sarà allungata fino allo scollinamento di Fraconalto: un ulteriore inasprimento che potrebbe risultare decisivo per l’esito della gara.

La cronotabella prevede il ritrovo all’Outlet alle 11.00 e la partenza effettiva davanti allo stabilimento Novi Elah Dufour alle 11.15. Passaggio a Novi in via Pietro Isola alle 11.19 e a Bosco Marengo tra le 11.35 e le 11.37. Dopo il transito a Casalcermelli, passaggio a Predosa (11.54-11.59), poi a Capriata d’Orba (11.57-12.01), Basaluzzo (12.01-12.05), di nuovo Novi (viale Romita, 12.08-12.13), Pasturana (12.12-12.18), Francavilla Bisio (12.16-12.23), Gavi (12.29-12.37), Carrosio (12.36-12.44), Voltaggio (12.43-12.52) e passo della Castagnola (12.49-12.59). Poi la carovana si trasferirà in provincia di Genova e ritornerà nell’alessandrino con il transito al passo della Bocchetta (14.26-14.46), Voltaggio (14.40-15.01) e Fraconalto (14.48-15.09). Da qui poi discesa finale verso il traguardo fissato nella centralissima via XX Settembre a Genova.
16/04/2018







blog comments powered by Disqus


Master di nuoto, un valenzano si impone ad un anno dalla 'ripresa'

Valenza | Orafo, Guardia d'Onore al Pantheon, concorrente ad un reality americano e nuotatore da podio. Alberto Raspagni torna da Palermo con grandi risultati. E dire che aveva ripreso da pochi mesi gli allenamenti

Lucrezia Lupi e la Novese: una storia che ricomincia

Novi Ligure | Lucrezia Lupi, 27 anni, torna a giocare nella Novese. Fortemente voluta in squadra dal mister Fossati e dal presidente Saccone, in passato ha militato nell'Alessandria, nell'Acqui e nel Borghetto. "Indossare la maglia del club dove sei nata è una responsabilità e una gratifica enorme"

Sogni in campo aperto

Campionati Mondiali di Calcio 2018 | Dunque dopo due partite vinte ai rigori ed una ai supplementari, dopo aver cantato tra le più belle arie calcistiche di questo mondiale, la Croazia, come Gilda, la figlia di Rigoletto, al fin è caduta. Il condottiero Didier Deschamps, non lo ammetterà mai, ma ha vinto giocando all'italiana

Tacchino: un'estate brillante con le promesse del ciclismo

Castelletto d'Orba | Il preparatore atletico castellettese ha curato la preparazione della nazionale juniores e ha portato un suo atleta al successo nei campionati giovanili di mountain bike

Ovadese Silvanese: prima uscita pubblica, in attesa del ritiro

Ovada  | Dopo settimane di lavoro e di attesa la compagine di mister Vennarucci è stata svelata agli ovadesi, che hanno approfittato della festa serale per conoscere gli ultimi arrivi dal calciomercato