Pallavolo - Serie B

La Novi Pallavolo cede 3-1 a Garlasco. Il ds Mori: "Sconfitta che ci può stare"

Una Novi Pallavolo priva di capitan Mori cede alla corazzata Garlasco senza sfigurare. Il ds Mori: "Chi è sceso in campo ha dato il massimo e non va rimproverato ma ringraziato"

PALLAVOLO - Senza nulla togliere agli altri assenti, la mancanza di capitan Stefano Moro nella prima sfida del 2018 si è fatta sentire eccome per la Novi Pallavolo maschile. La truppa di Quagliozzi è uscita sconfitta più dall’influenza che dalla forza del Garlasco perché togliere Moro ai novesi è un po’ come togliere un fuoriclasse a una squadra di calcio, anzi ancor peggio perché nel volley i punti sono matematica e le percentuali di Moro fino a oggi raccontano di un giocatore che mette a terre oltre la metà degli attacchi della sua squadra.

Così, a Garlasco, senza il suo leader e senza due elementi di ricambio come Repetto e Bonvini, con Guido in campo negli ultimi scambi per onor di firma, la Novi pallavolo ha ceduto 3-1 contro una squadra, quella lombarda che era composta da elementi navigati che hanno avuto vita facile alla voce “esperienza” ad avere la meglio su una rivale che si è presentata in campo con due ragazzi nati nel 2001 fra i titolari, una rarità in un girone e in una categoria, la serie B nazionale, che viene recepita salvo rare eccezioni come il “buen retiro” di elementi troppo vecchi per la massima serie e troppo forti per le categorie regionali. Non a caso l’ossatura di Garlasco è composta da tre elementi con esperienze di B alta o di A2, tutti oltre i 30 anni che contro la giovane Novi hanno avuto vita facile a surclassare la rivale in esperienza.

Giustamente il direttore sportivo Massimo Mori applaude la sua squadra: "Perdere 3-1 ci sta anche ai nostri rivali non sembrava vero di non trovarsi di fronte Moro. Ma chi è sceso in campo ha dato il massimo e non va rimproverato ma ringraziato". Insomma, Garlasco ha sfruttato un jolly perché Moro è alla prima vera assenza negli ultimi 3 anni. L’andamento dei set è eloquente perché ad eccezione del secondo vinto dai padroni di casa 25-15, Novi ha lottato punto a punto nel primo e nel quarto salvo cedere nei puti decisivi mentre nella terza frazione gli ospiti hanno saputo imporsi 25-20. Insomma una sconfitta che ci può stare e con mille giustificazioni ma che si traduce nel primo di una serie di sfide impossibili perché sabato 13 i novesi saranno di scena a Saronno contro una squadra a punteggio pieno e che ha concesso pochi set agli avversari. Poi il girone di andata si chiude il 20 gennaio in casa con Cuneo, altra candidata ai playoff. 


VOLLEY 2001 GARLASCO - NOVI PALLAVOLO  3-1 (25-19 25-15 20-25 25-20)
8/01/2018
Maurizio Iappini - sport@alessandrianews.it







blog comments powered by Disqus


Città di ferro e football

Mondiali di calcio 2018 | I molti esordi deludenti delle nazionali favorite per la vittoria finale del 21esimo Mondiale di calcio rischiano di essere considerate un grave sgarbo diplomatico

Torna la '24 ore di basket Borgo Rovereto', un giorno a canestro per i minori in difficoltà

Alessandria | Il ricavato della 13^ edizione della 24ore di Basket - il via alle 12 di sabato 23 - andrà a favore dell'associazione 'Lessico Famigliare', impegnata nel supporto ai minori che vivono condizioni famigliari precarie. Intanto gli organizzatori chiedono più manutenzione per il campo del 'Garavelli'

E' greco il primo acquisto dell'Alessandria: dal PAS Giannina ecco Zogkos

Serie C - girone A | Dal Pas Giannina, squadra del massimo campionato greco, è stato ingaggiato il difensore centrale classe '99 Vasileios Zogkos con la formula del prestito con opzione a favore della società di via Bellini

Si corre lungo i bastioni della Cittadella... sotto la luna

Alessandria | Giovedì 21 guigno torna 'Cittadella sotto la luna', corsa podistica lungo i bastioni della fortezza alessandrina giunta alla sesta edizione

La lightboxe tortonese di nuovo sugli scudi, ancora campioni

Tortona | Fagnano si riconferma campione regionale di specialità. Anche Craciun conquista la medaglia d'argento. La 'scuola' tortonese si conferma una buona fucina di talenti, allenati da Nicholas Termine