Ovada

Plastipol e Cantine Rasore: ko che fanno male

Non basta alla maschile un punto conquistato sul campo del Montanaro penultimo. Ragazze di Ceriotti battute dell'Igor e risucchiate in zona playout

 OVADA - Un sabato da dimenticare quello di Plastipol e Cantine Rasore sconfitte rispettivamente a Caluso dal Montanaro e a Trecate dall’Igor. La maschile ha ceduto al tie break contro una formazione penultima al termine di una gara giocato molto al di sotto delle possibilità. Ancora più enigmatica la femminile che a pochi giorni dal successo interno con Asti di fatto non è mai entrata in partita subendo un nettissimo 3-0.

I maschi E’ andata sotto di due set la Plastipol contro un Montanaro che ha avuto l’indubbio merito di saper aspettare gli errori dei biancorossi. Parziali: 25-21, 26-24. La reazione ovadese è arrivata dal terzo parziale in poi e si è concretizzata con un doppio 25-20. A riprova di una serata molto negativa Ovada si è nuovamente impantanate in un tie break in cui i padroni di casa hanno presto fatto il vuoto per chiudere 15-7. “Sicuramente un passo indietro – il commento al termine del direttore sportivo Alberto Pastorino – rispetto alle ultime uscite ed un risultato molto negativo. La squadra ha faticato in attacco, giocando con efficacia solo quando ci siamo affidati ai centrali”.

Tabellino: Nistri, Bobbio 4, Mangini 24, Romeo 3, Morini 11, Baldo 14. Libero: Guazzotti. Ut.: Bonvini 4, Castagna 6, S. di Puorto 1, Repetto, Ghiotto (2° Libero). All.: Ravera.

Le ragazze Davvero pesante la battuta d’arresto per la Cantine Rasore che in un colpo solo vede una classifica rimescolata e il più che probabile allargamento dei playout salvezza fino alla quint’ultima formazione per il concomitante rischio di retrocessione dalla B2 del Canavese. Formazione di Ceriotti che ha davvero faticato. Eloquenti i parziali: 25-20, 25-8, 25-18. “Abbiamo confermato – ha commentato al termine il ds Alberto Pastorino – tutte le nostre difficoltà a giocare contro formazioni che hanno un muro alto e fisico. La prestazione è stata a tratti sconcertante visto che arrivavamo dalla bella vittoria contro Asti. Ora probabilmente non basterà vincere gli scontri diretti rimanenti per essere certi della salvezza, ma sarà necessario andare a raccogliere qualche punto pesante in trasferta”. 

12/03/2018







blog comments powered by Disqus


I Mondiali oltre gli Urali

Fifa World Cup Russia 2018 | Delle undici città che ospitano la 32esima edizione dei Campionati Mondiali di Calcio solo una è collocata oltre gli Urali: Ekaterinburg. Questo centro industriale in cui il tempo non solo è passato invano, ma praticamente non è passato proprio, è ancora in Europa per soli quaranta chilometri

Cavaliero super, è Trieste a volare in serie A

Basket | L'ultima recita della Junior, davanti a 3465 spettatori (record storico), promuove l'Alma 63-72. Finisce con l'abbraccio del pubblico ai propri giocatori la stagione della Novipiù Casale, uscita sconfitta da Gara 3 per mano dell'Alma Trieste che ha visto realizzarsi il sogno di tornare in Serie A

In un PalaFerraris esaurito gara 3 di Junior-Alma: rossoblu da dentro o fuori

Basket - Serie A2 | Sotto 2-0, la Novipiú affronta Trieste in un PalaFerraris per la prima volta tutto esaurito: palla a due alle 20.45 e T-Shirt rosse in omaggio per tutti gli spettatori

Darwin Pastorin ad Acqui Terme per presentare la sua "Lettera ad un giovane calciatore"

Acqui Terme | Giovedì 21 alle 21 alla Biblioteca Civica “La Fabbrica dei Libri di Acqui Terme la presentazione del volume “Lettera a un giovane calciatore” del noto giornalista sportivo Darwin Pastorin

La 'baby Alessandria' nelle mani di D'Agostino: "Una responsabilità che mi entusiasma"

Calcio | Nel pomeriggio di oggi, giovedì 14, la presentazione di Gaetano D'Agsotino, nuovo tecnico dell'Alessandria dopo l'addio di Marcolini. Di Masi: "I profili in ballo erano tre, il mister è quello che mi ha trasmesso più empatia". D'Agostino: "Da Capello ho preso rigore e disciplina, da Zeman le idee offensive"