Serie D - girone A

Arconatese corsara, Sow punisce il Castellazzo

Sconfitta nel fango e nella pioggia per i ragazzi di Alberto Merlo: ora la retrocessione sembra davvero inevitabile

CASTELLAZZO BORMIDA - Sotto un pioggia incessante e con un campo inevitabilmente trasformato in una enorme pozzanghera naufragano anche le ultime, timide speranze di salvezza del Castellazzo: all'Arconatese è bastato un gol del totemico centravanti Sow per espugnare il "Comunale" e mettersi a rispettosa distanza di sicurezza dalla retrocessione diretta, mentre per i biancoverdi ora distanti almeno quindici punti dalla terzultima con otto turni ancora da disputare sembra veramente difficile. Non è una novità l’ennesima delusione conclusiva per il Castellazzo, un’altra sconfitta-schiaffo dopo aver accarezzato a lungo almeno un onorevole pari, anche perchè lo schema offensivo dell'Arconatese poggia tutto sul centravanti Sow, ben supportato dalle sgroppate di Vettraino e Comi, per scardinare la saracinesca difensiva del Castellazzo. Il quale, da parte sua, rimedia al grosso delle situazioni critiche (fondamentali in tal senso Camussi, degno oppositore del futuro match-winner, e Cirio tra tutti) e trova terreno fertile per rapide e ben eseguite ripartenze.

Le occasioni vere e proprie non sono numerose, perlopiù limitate nella prima metà di frazione. Piana è quello che va più vicino all’1-0 di marca locale al 3', mancando di precisione nell’appoggio da posizione ravvicinata sugli sviluppi di un calcio di punizione. Tra i lombardi, invece, Comi e Sow fanno segnare i loro nomi a taccuino ma Bertoglio sembra insuperabile. Per il resto, tanta determinazione e qualche sbavatura in fase di impostazione per entrambe le compagini (comprensibile dato il terreno di gioco quasi proibitivo) che portano all’intervallo sullo 0-0, minacciato in extremis dai tentativi di Rosset e Balacchi. La lotta fra Bertoglio e Sow va avanti fra grandi parate dell'estremo difensore del Castellazzo ed errori della punta senegalese: logico così che a sbloccare il risultato sia un episodio ed è proprio Sow a rendersi protagonista con un controllo a centro area e una conclusione in rete da manuale del calcio con Bertoglio stavolta incolpevole. L'espulsione di Piana nel finale complica anche la trasferta di Tortona del prossimo turno senza tuttavia incidere più di tanto sulla gara in corso: al fischio finale arriva un'altra sconfitta ed il baratro dell'Eccellenza è sempre più vicino.


CASTELLAZZO - ARCONATESE 0-1
Rete: st 26° Sow

Castellazzo (4-3-3): Bertoglio 7; Benabid 6 (29° st Gentile ng), Cirio 6.5, Molina 6, Cascio 6; Camussi 6.5, Cimino 6 (42° st Robotti ng), Rolandone 6; Sala 6.5 (21° st Bronchi 6), Rosset 6.5, Piana 6. A. disp. Gaione, Labano, Limone, Viscomi, Capece. All. Merlo
Arconatese (4-3-3): Savini 6; Bonfanti 6, Vavassori 6, Carollo 6, Novello 6; Dejori 6, Vettraino 7, Balacchi 6; Sow 7.5, Comi 6.5 (31° st Di Lauri ng), Romanini 6 (26° st Doria 6). A. disp. Guerci, Finato, Tomat, D’Errico, Galante, Aprile, Di Maio. All. Livieri

Arbitro: Mori di La Spezia 6

Note: Espulso Piana (41° st) per gioco pericoloso. Ammoniti Vavassori e Balacchi. Recupero: pt 1'; st 4'. Calci d'angolo: 8-4 per l’Arconatese. Spettatori circa 70.
12/03/2018
Fabrizio Merlo - sport@alessandrianews.it







blog comments powered by Disqus


Atletica Ovadese: aperitivo al Geirino per salutare il 2018

Ovada  | Saranno festeggiati domenica sera i risultati ottenuti nel corso del 2018 dagli iscritti dell’Atletica Ovadese Ormig, un’istituzione più che una “semplice” società sportiva che da 34 anni accoglie tesserati di ogni età.

Ancora fatali gli ultimi minuti: pasticcio di Gjura e il Novara riacciuffa l'Alessandria

Serie C - girone A | Alessandria ancora una volta punita nei minuti finali: eurogol di De Luca al 40', poco prima del 90' Prestia e Gjura regalano ad Eusepi la palla del nono pareggio stagionale

Colpo Novipiù: ingaggiato Nazzareno Italiano

Basket - Serie A2 | Ala classe 1991, in uscita da Scafati; nelle tre stagioni precedenti alla Fortitudo Bologna. Ferrari: “Italiano arriva in un gruppo funzionante: la sua intelligenza dovrà portarlo ad entrare in punta di piedi per conoscere e farsi conoscere”

Fabrizio Mandia diventa 'Renshi', al campione di Kendo l'importante onoreficenza giapponese

Arti marziali | La Confederazione Italiana di Kendo ha assegnato a Fabrizio Mandia il titolo di 'Renshi', titolo giapponese solitamente usato per designare un insegnante ufficilae

Grigi, con il Novara si può (finalmente) fare. 'Mocca' parzialmente rizollato

Serie C - girone A | Questa sera alle 20.30 i grigi proveranno a riscattare l'amaro pareggio di Arezzo con il Novara di Viali. Torna Badan dal 1', possibile turn over a centrocampo. Prato del Moccagatta rizollato in vista delle gelate invernali