Basket - Serie A2

Il Derthona Basket scrive la storia contro Siena: 86-72 ed è Final Eight!

Traguardo storico per i Leoni che battono la Mens Sana conquistando la qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia. Sorokas match winner con 34 punti e 11 rimbalzi

VOGHERA. Tortona torna a scrivere la storia. Lo fa davanti ad un pubblico mai così partecipe, superando la Mens Sana Siena e conquistando una storica qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia. Il punteggio finale segna 86-72 per i Leoni, autori di una sontuosa prestazione collettiva da ambedue le parti. Sorokas, con 34 punti e 11 rimbalzi, è il match winner di una serata che il pubblico bianconero ricorderá a lungo. 

E’ Siena ad aprire le danze, ma il break di 9-0 di Tortona costringe coach Mecacci a chiamare time-out dopo appena 4’. Saccaggi e Vildera mantengono gli ospiti in scia, ma i padroni di casa trascinati da capitan Garri e da Sorokas riescono a mantenere le due lunghezze di distacco (16-14). I Leoni fanno buona guardia sul duo americano della Mens Sana riuscendo a rendere inefficaci le conclusioni di Ebanks (1/5 da due); negli ultimi istanti c’è ancora tempo per la tripla di Francesco Quaglia, così i Leoni chiudono così il primo quarto in vantaggio sul punteggio di 19-14. Gergati, Sorokas e Johnson provano il primo allungo dalla lunga distanza, ma Sandri ed Ebanks sono puntuali nel rimettere il fiato sul collo. Nella seconda parte del secondo periodo arriva un altro break per Tortona: i liberi di Garri, Gergati, Sorokas e la tripla di Johnson mandano i Leoni nello spogliatoio sul punteggio di 44-30.
Siena rientra dagli spogliatoi con tutt’altro piglio: Turner attacca più volte lo spazio macinando punti, e riporta i suoi in singola cifra di svantaggio. I Leoni riescono però a reagire alla crisi del terzo quarto dove Siena ha agguantato i padroni di casa portandosi addirittura a portarsi a-5 punti, ma Garri e Sorokas restituiscono slancio al sodalizio di coach Pansa tornando sul +14 (64-50) quando ormai manca solo l’ultimo atto. Il Bertram Derthona controlla nel finale, ed il suo pubblico può così festeggiare un traguardo storico e più che mai meritato. 


BERTRAM DERTHONA – MENS SANA SIENA 86 -72 (19-14, 44-30, 64-50)

Bertram Derthona: Stefanelli 4, Johnson 11, Gergati 5, Sorokas 34, Garri 19, Meluzzi, Quaglia 8, Apuzzo, Divac ne, Spanghero 5, Cremaschi, Radonjic. All. Pansa
Mens Sana Siena: Turner 20, Ebanks 19, Sandri 12, Saccaggi 10, Vildera 7, Simonovic, Casella 4, Ceccarelli ne, Lestini, Lurini ne, Pannini ne. All. Mecacci.
8/01/2018







blog comments powered by Disqus


Ospedali, nessuna chiusura in vista. Ma in tanti vanno a farsi curare fuori

Alessandria | Smentita dall'assessore alla Sanità l'ipotesi di chiudere gli ospedali di Novi, Ovada, Acqui, Tortona e Casale per costruire un nuovo nosocomio provinciale. Ma aumentano gli alessandrini che decidono di farsi curare fuori regione

Sara non ce l'ha fatta, addio alla cantante di Castelnuovo

Cronaca | Si è spenta a causa di un tumore Sara Serafin, di Castelnuovo Scrivia. Era la voce solista di due gruppi musicali. Ha lottato fino all'ultimo contro la malattia che ha spento la sua splendida voce

Fallimento La Cuntrò S.R.L. (Tribunale di Alessandria – RG 34/2018)

Informazione dalle aziende | Il Curatore raccoglie, entro il 2 luglio 2018, offerte irrevocabili d’acquisto dei contratti d’affitto d’azienda relativi a due attività di ristorazione/pizzeria site in Acqui Terme (AL) e Bistagno (AL)

"Integrazione" tra Azienda Ospedaliera e Asl Al "per offrire servizi migliori e rispondere alle esigenze"

Economia e Lavoro | L'allineamento di vedute dei due nuovi direttori di Azienda Ospedaliera, Giacomo Centini, e Asl Al, Antonio Brambilla passa attraverso la parola e l'azione di "integrazione" tra le due realtà. Una integrazione che deve portare a supportare l'alta specialità in tutte le realtà locali, attraverso la digitalizzazione, la riduzione di tempi nelle liste di attesa. Ma che deve passare anche attraverso una “riorganizzazione” che stimoli e aiuti a “ fare rete”

Operazione Triangolo, le prime testimonianze sull'inchiesta rifiuti

Cronaca | Diciannove indagati, tra i quali nomi noti dell'imprenditoria alessandrina nel settore delle cave e della lavorazione rifiuti. Un centinaio i testimoni che saranno chiamati a rendere deposizioni davanti al giudice del tribunale di Alessandria. In aula, ieri, i primi tre testimoni: funzionari e dipendenti della Provincia che hanno effettuato sopralluoghi nei siti oggetto di indagine