Alessandria

Alessandria ultima in Piemonte per raccolta differenziata

I dati sono impietosi: il bacino alessandrino è il peggiore di tutta la regione in fatto di differenziazione dei rifiuti, ben lontana dagli obiettivi che lo stesso Piemonte si è prefissato. "Adeguatevi al piano regionale", ammonisce l'assessore Valmaggia

 ALESSANDRIA - Alessandria ricicla poco, meno della media regionale e meno di altre città della stessa dimensione.

I dati diffusi dalla Regione Piemonte dovrebbero quindi far pensare – o meglio ripensare – sulla gestione dei rifiuti e sulle modalità di raccolta.

La raccolta differenziata in Piemonte si attesta al 59, 6% del totale: l’anno precedente era al 55,2% (secondo il vecchio metodo di conteggio che non comprendevano alcune tipologie di rifiuti differenziabili).

L’obiettivo del raggiungimento del 65% previsto dal piano regionale rifiuti viene superato da tutte le realtà provinciali, ad esclusione dei consorzi del bacino alessandrino e di parte di quelli del torinese.

La provincia, di media con i tre consorzi rifiuti, ha differenziato il 53,6%, dei rifiuti, ma è proprio l’area alessandrina la peggiore. Il Consorzio Alessandrino (Alessandria, Valenza e altri 30 Comuni limitrofi) ha differenziato poco più della metà, il 50,3%.
Ogni abitante produce oltre 500 kg di spazzatura, in media, quando il target del Piemonte, entro il 2020 sia quello di 455 Kg per abitante.
Molto meglio il Consorzio Casalese Rifiuti che ha raggiunto l’obiettivo del 61,8% di differenziata. Il Consorzio Servizio Rifiuti del Novese, Tortonese, Acquese e Ovadese (CSR) è al 53,6%. “Occorre che queste aree mettano in campo un lavoro importante di adeguamento agli obiettivi del piano regionale rifiuti”, bacchetta l’assessore all’ambiente Alberto Valmaggia. Le province di Asti e Novara ‘regnano’, con oltre il 70% di differenziata. 

La provincia di Alessandria si ‘concola’ con una buon recupero di RAEE, i rifiuti elettronici. A livello provinciale, le migliori performance sono registrate da Torino, con oltre 1.734 tonnellate raccolte e gestite nel 2017. A seguire: Novara (circa 1.011 t), Cuneo (circa 865 t), Alessandria (circa 502 t), Vercelli (circa 352 t), Asti (circa 322 t) e Verbania (circa 294 t). Chiude la classifica la provincia di Biella con circa 107 tonnellate di rifiuti tecnologici gestite nel 2017.Il Piemonte è la quarta regione più virtuosa dell’area del Nord Italia con oltre 5.000 tonnellate di RAEE domestici gestite (6,9% del totale) ed è al settimo posto a livello nazionale, seguito dalla Puglia che supera le 3.500 tonnellate.
30/09/2018







blog comments powered by Disqus


Finanziere condannato per corruzione e millantato credito

Cronaca | Condannato a 4 anni e 5 mesi il finanziere Giuseppe Vendra, accusato di corruzione e millantato credito. Restano confiscati la casa e i portafogli titoli. La difesa si prepara al ricorso: “è un atto dovuto”

Da Doppio sogno a Eyes Wide Shut: il doppio labirinto

Cinema | “Destituita la città di tutto il suo potere fantasmagorico, Kubrick rimette al centro della vita dell’uomo il cuore di tenebra, o di luce, che è irraggiungibile ed eternamente presente: per vedere bene bisogna chiudere gli occhi, come diceva Kafka a Janouch”

Le fanno credere che la figlia fosse in pericolo di vita per spillare soldi? In due accusati di truffa

Cronaca | Devono rispondere di truffa aggravata due valenzani accusati di aver fatto credere ad una donna che la figlia fosse in pericolo di vita per un malocchio. La truffa sarebbe andata avanti per diversi anni

“Cappuccetto Rosso e il Lupo” con la partecipazione straordinaria di Simone Barbato

Valenza | Sabato 23 febbraio al Teatro Sociale con Ostinata Passione la fiaba più famosa del mondo in una versione all-music e con un finale a sorpresa

L'HSL torna alla vittoria, l'Acqui non esce dalla crisi. Ok la ValeMado

Promozione - girone D | Pareggiano Gaviese (2-2 a Moncalvo) ed Arquatese (1-1 con il Cenisia), Valenzana corsara a Torino 2-0