Cronaca

Condannati per bancarotta gli ex vertici della Ge.ri.co

Al termine di una lunga vicenda giudiziaria, hanno patteggiato la pena per bancarotta i vertici della Ge.ri.co, consorzio che gestiva una serie di case di riposo, fallito nel 2014. La pena più alta di un anno e8 mesi all'ex presidente

CRONACA – Si è conclusa con un patteggiamento di pena la vicenda giudiziaria che ha riguardato i vertici dell'ex consorzio Ge.ri.co, ente che gestiva una serie di case di riposo e a cui aderivano alcuni Comuni, tra cui Terruggia, Lu, Rivarone, ed altri enti, tra cui il Ciss di Valenza.
Condannato per bancarotta ad un anno e 8 mesi il presidente Fabio Faccaro, ex esponente della Lega Nord, che aveva ricoperto incarichi all'interno di enti pubblici come lo stesso Ciss, la Centrale del Latte di Alessandria e Amag. Un anno, pena convertita in libertà controllata, per Cristiana Milan e Melania Monaco, consiglieri di amministrazione.
Per Piero Vincenzo Guglielmero, consigliere, la condanna è il pagamento di una multa da 20 mila euro per bancarotta semplice documentale (pena sospesa perchè è stata applicata la condizionale).
Solo Fabio Tirelli, consigliere di diritto in quanto direttore del Ciss (dal quale si era dimesso), ha optato per il giudizio ordinario. La prima udienza si terrà nel 2020.

Faccaro, sempre per la medesima vicenda, era stato condannato in primo grado dal tribunale di Alessandria per peculato a quattro anni, quattro mesi, venti giorni e l'interdizione perpetua dai pubblici uffici, ma più recentemente, in appello è stato assolto poiché il reato di peculato ricompreso in quello di bancarotta, che si è discusso ieri davanti al Gup.
Faccaro era difeso dagli avvocati Vittorio Gatti e Lorenzo Repetti. Milan dall'avvocato Piero Monti; Guglielmero dagli avvocati Agostino Goglino e Giuseppe Comaio; Monaco dagli avvocati Marco Panerai e Marco Conti, mentre Tirelli è difeso da Massimo Grattarola.
 
12/10/2018







blog comments powered by Disqus


Ticket sui farmaci: dal 1° marzo in Piemonte non si pagherà più

Piemonte | La giunta regionale ha deciso di cancellare la quota fissa di compartecipazione farmaceutica a carico dei cittadini in vigore dal 2002. Chiamparino e Saitta: "Cancelliamo una tassa sulla salute"

Nuovi contributi ai comuni per la rimozione dell’amianto

Economia | L'assessore regionale all'Ambiente Valmaggia: “a breve potremo pubblicare il bando per finanziare interventi per oltre 2 milioni di euro”

Il viaggio cinematografico del film "Un posto sicuro"

Cinema | Il regista Francesco Ghiaccio : “il film è davvero di tutti, era scritto che tutta questa storia dovesse finire così. Anzi non è ancora finita, manca il lieto fine che tutti si aspettano: la cura al mesotelioma per cancellare per sempre la paura e il dolore, lasciando l’esempio di una città che ha lottato senza rancore, con una rabbia sana, come degli eroi”

Sie Onlus, la Cena Solidale quest'anno sostiene "A casa mia"

Società | Anche quest’anno torna la consueta cena di raccolta fondi dell’associazione SIE Onlus: sabato 16 febbraio nell'oratorio maschile del duomo di Valenza. Quest’anno i fondi raccolti sosterranno "A casa mia": un progetto avviato dall'associazione per il ritiro di mobili usati presso privati da consegnare a persone indigenti sul territorio valenzano e alessandrino

Requisiti per Quota 100 e Opzione donna

Lavoro | Per ottenere la pensione anticipata con i requisiti di "Quota 100" sono necessari, sia per gli uomini che per le donne, 62 anni di età e aver maturato 38 anni di contributi, solo così è possibile raggiungere quota 100. Per quanto riguarda "Opzione donna", tutte le donne possono accedere alla pensione interamente calcolata con il sistema contributivo se in possesso dI determinati requisiti