Torino

Fondi europei FESR, nasce il “Piemonte Film Tv Fund”

4,5 milioni di euro per le Pmi dell’audiovisivo per il triennio 2018-2020 da parte della Regione Piemonte

TORINO - La Giunta regionale ha dato il via alla creazione di un fondo di 4,5 milioni per il triennio 2018-2020, nell’ambito dei fondi FESR, a favore del comparto audiovisivo.

La misura, “Piemonte Film Tv Fund”, include per la prima volta le piccole e medie imprese dei settori audiovisivo, televisivo e cinematografico, inserite all’interno dell’Asse III (Competitività dei sistemi produttivi), con l’obiettivo di favorire l’avvio di produzioni e la crescita delle imprese già presenti sul territorio, nonché l’insediamento di nuove attività.

Per questo verranno pubblicati per i prossimi tre anni bandi semestrali (quindi due all’anno): le aziende avranno la possibilità di accedere a un contributo a fondo perduto, per un importo massimo per ciascun progetto di 250mila euro. Il primo è previsto che venga avviato entro marzo 2018.

“Il nuovo fondo dota le aziende del settore, già attive sul nostro territorio o che potranno essere costituite, di uno strumento per essere più competitive – dichiara Antonella Parigi, assessore alla cultura e al turismo della Regione Piemonte - Un risultato importante, e un ulteriore sostegno a un comparto, quello delle produzioni , per la cui crescita siamo fortemente impegnati, nella convinzione che l’industria creativa possa costituire un’importante leva di sviluppo, e che vede la Film Commission quale partner sempre più strategico, anche come attivatore di nuove produzioni”.

Nel merito la Giunta regionale ha infatti approvato, già nelle scorse settimane, le nuove linee guida di Film Commission Torino Piemonte per gli interventi a sostegno delle produzioni audiovisive, che adeguano e aggiornano il regolamento esistente alle nuove disposizioni nazionali in materia di cinema (in particolare la cosiddetta “legge Franceschini” del 2016), nonché al nuovo assetto del settore.
30/12/2017







blog comments powered by Disqus


Città e cattedrali a porte aperte: le iniziative in provincia

Provincia | Nel weekend del 22 e del 23 settembre l'apertura straordinaria di edifici ecclesiastici in Piemonte con “Cultura a porte aperte”

Negozi chiusi la domenica, Cisl: “decidano i territori”

Economia | Nel dibattito politico sulle chiusure domenicali e festive dei negozi, si inserisce anche la voce di Cisl Alessandria-Asti. Per il segretario Marco Ciani “La strada migliore per noi è quella di riaffidare questa competenza alla contrattazione territoriale tra Comuni, aziende e sindacati”

I Comuni non danno un euro per il turismo provinciale, così Asti 'scappa' con Alba

Alessandria | Per capire la scelta astigiana bastano alcuni numeri: per Alexala i grandi Comuni danno poco più di mille euro, la Provincia non è socia, né ci sono partner privati che investono. Allora di cosa ci lamentiamo? La scelta politica sarà comunque di fare una cosa a tre (Langhe, Asti, Alessandria)

Assegno al Nucleo Familiare e contratto di collaborazione

Lavoro | Dal 1998 l’Assegno al Nucleo Familiare spetta anche agli iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata, ma per ottenere il pagamento si deve seguire una prassi diversa rispetto a quella dei lavoratori dipendenti

Zanzare, per il vice presidente della Provincia "si va verso l'emergenza sanitaria"

Provincia | Per il vicepresidente della Provincia, Federico Riboldi, “La Regione invece di nascondere il problema intervenga immediatamente”. Ci sarebbero “focolai epidemici presenti nelle province di Alessandria e Vercelli destano molta preoccupazione”