Provincia

I Bonus edilizi attivi nell’anno 2018

Con la nuova Legge di Bilancio 2018 entrerà in vigore il nuovo Bonus verde ma anche tutto il pacchetto dei Bonus edilizi, vediamo nel dettaglio di cosa si tratta

 PROVINCIA - Con la nuova Legge di Bilancio 2018 entrerà in vigore il nuovo Bonus verde ma anche tutto il pacchetto dei Bonus edilizi, vediamo nel dettaglio di cosa si tratta:
-Bonus verde: è una detrazione IRPEF per le spese sostenute per interventi:
  • di “sistemazione a verde” di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi,
  • di realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.
La detrazione è valida per le spese sostenute nell’anno 2018 e potrà essere fruita da coloro che possiedono o detengono gli immobili sui quali sono eseguiti i lavori. L’agevolazione sarà riconosciuta nella misura del 36% della spesa sostenuta e dovrà essere ripartita in 10 quote annuali di pari importo nell’anno di sostenimento delle spese e in quelli successivi. Tra le spese detraibili sono comprese quelle di progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi. Lo sconto compete fino a un tetto massimo di spesa di 5.000 euro per unità immobiliare. Nel caso in cui gli interventi siano eseguiti sulle parti comuni degli edifici condominiali, il limite di spesa sarà di 5.000 euro per unità immobiliare a uso abitativo. In questo caso la detrazione spetterà al singolo condomino nel limite della quota a lui imputabile a condizione che la stessa sia stata effettivamente versata al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi. Ai fini della fruizione del Bonus, i pagamenti dovranno avvenire con strumenti idonei a garantirne la tracciabilità.

-Ristrutturazione edilizia e Bonus mobili: la detrazione di imposta nella misura del 50% per le spese documentate relative agli interventi di recupero del patrimonio edilizio è prorogata dal 31 dicembre 2017 al 31 dicembre 2018. Limitatamente agli interventi di recupero del patrimonio edilizio iniziati a decorrere dal 1 gennaio 2017, la detrazione misura del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore ad A+, nonché A per i forni, per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica, finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione, è prorogata fino al 31 dicembre 2018.

-Ecobonus: la detrazione del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica delle singole unità immobiliari viene confermata fino al 31 dicembre 2018. Per i condomini il termine è fissato al 31 dicembre 2021. La detrazione è ridotta al 50% per le spese, sostenute dal 1 gennaio 2018, relative agli interventi di acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi, di schermature solari e di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione. La detrazione sarà pari al 50% anche per le spese sostenute nell’anno 2018 per l’acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili. Per tali interventi la detrazione massima riconosciuta sarà pari a 30.000 euro. Ulteriore novità è l’estensione della cedibilità dell’Ecobonus relativo agli interventi su singole unità immobiliari: la cessione del corrispondente credito potrà essere effettuata a tutti i soggetti che hanno eseguito gli interventi ovvero ad altri soggetti privati, con possibilità per i soggetti che rientrano nella no tax are di trasferire il credito anche alle banche, istituti di credito e intermediari finanziari. La cessione in ogni modo non potrà essere effettuata in favore delle amministrazioni pubbliche.

Nella provincia di Alessandria sono presenti i seguenti sportelli del Patronato ACLI presso cui è possibile rivolgersi per ulteriori informazioni:

Sede Provinciale di ALESSANDRIA
Via Faà di Bruno 79 -15121 Alessandria
Tel. 0131/25.10.91

Sede Zonale di CASALE MONFERRATO
Via Mameli, 65 -15033 Casale Monferrato
Tel. 0142/41.87.11 - Cell. 366.54.93.82

Sede Zonale di TORTONA
Via Emilia 244 -15057 Tortona
Tel. 0131/81.21.91 - Cell. 333.29.94.285

Sede Zonale di NOVI LIGURE
Via P. Isola 54/56 -15067 Novi Ligure
Tel. 0143/74.66.97 - Cell. 331.57.46.362

Segretariato Sociale di VALENZA
c/o Comunità Parrocchiale
Via Pellizari 1 -15048 Valenza
Tel. 0131/94.34.04 – Cell. 392.70.51.519

Segretariato Sociale di ACQUI TERME
Via Nizza 60/B - 15011 Acqui Terme
Tel. 349.97.54.687
13/01/2018







blog comments powered by Disqus


Città e cattedrali a porte aperte: le iniziative in provincia

Provincia | Nel weekend del 22 e del 23 settembre l'apertura straordinaria di edifici ecclesiastici in Piemonte con “Cultura a porte aperte”

Negozi chiusi la domenica, Cisl: “decidano i territori”

Economia | Nel dibattito politico sulle chiusure domenicali e festive dei negozi, si inserisce anche la voce di Cisl Alessandria-Asti. Per il segretario Marco Ciani “La strada migliore per noi è quella di riaffidare questa competenza alla contrattazione territoriale tra Comuni, aziende e sindacati”

I Comuni non danno un euro per il turismo provinciale, così Asti 'scappa' con Alba

Alessandria | Per capire la scelta astigiana bastano alcuni numeri: per Alexala i grandi Comuni danno poco più di mille euro, la Provincia non è socia, né ci sono partner privati che investono. Allora di cosa ci lamentiamo? La scelta politica sarà comunque di fare una cosa a tre (Langhe, Asti, Alessandria)

Assegno al Nucleo Familiare e contratto di collaborazione

Lavoro | Dal 1998 l’Assegno al Nucleo Familiare spetta anche agli iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata, ma per ottenere il pagamento si deve seguire una prassi diversa rispetto a quella dei lavoratori dipendenti

Zanzare, per il vice presidente della Provincia "si va verso l'emergenza sanitaria"

Provincia | Per il vicepresidente della Provincia, Federico Riboldi, “La Regione invece di nascondere il problema intervenga immediatamente”. Ci sarebbero “focolai epidemici presenti nelle province di Alessandria e Vercelli destano molta preoccupazione”