Politica

Molti comuni scesi in piazza con "L'Italia che resiste"

ll 2 febbraio anche Novi Ligure è scesa in piazza con "L'Italia che resiste", un’autoconvocazione spontanea di cittadini e associazioni per protestare contro il quotidiano sfoggio di barbarie e crudeltà delle politiche sull'immigrazione del Ministro dell'Interno. "Catena umana" in piazza Dellepiane, così come in altri Comuni della provincia alessandrina...

 POLITICA - ll 2 febbraio anche Novi Ligure è scesa in piazza con "L'Italia che resiste", un’autoconvocazione spontanea di cittadini e associazioni per protestare contro il quotidiano sfoggio di barbarie e crudeltà delle politiche sull'immigrazione del Ministro dell'Interno. L'incontro in Piazza Dellepiane alle 14 davanti al Comune, così come in tutta la nazione. Lì si è dato vita ad una catena umana "per resistere alle scelte inumane di chi vorrebbe lasciare morire in mare coloro che scappano da guerra, fame e povertà, di chi interrompe i percorsi di assistenza ed integrazione." "La nostra aspirazione - spiegano i promotori dell'iniziativa - è quella di far passare il concetto che siamo dei normali cittadini che sono intenzionati a contrastare politiche di governo che vanno, in modo antistorico, riportando nel nostro paese razzismo e xenofobia."

Stessa cosa in molti altri comuni della provincia alessandrina, come Valenza e Cassine.

È stata scelto il 2 febbraio perché cade poco dopo il 27 gennaio - Giorno della Memoria -"perché non vogliamo essere come quelli che in tempo di guerra hanno fatto finta di non vedere quello che stava accadendo. Perché non si torni indietro mai più" .

L'iniziativa, a differenza di altre organizzate in passato, non vuole essere apolitica. "Sono benvenute - spiegano gli organizzatori - le bandiere che sottolineino l’adesione di associazioni, partiti politici, istituzioni. E l’ora di metterci la faccia e contarci". Attualmente all'iniziativa, nel novese, hanno dato la propria adesione membri delle associazioni “Libera” e “Ascolta l’Africa” e della cooperativa “Equazione”.
2/02/2019







blog comments powered by Disqus


Il Commissario a fumetti entra nelle scuole per insegnare la legalità

Alessandria | Concorso tra gli studenti della provincia per disegnare o realizzare un video ispirato al protagonista di un fumetto tutto 'poliziesco', nel senso che è nato sulla rivista ufficiale della Polizia. L'iniziativa serve per incontrare i ragazzi e spiegare loro il senso della legalità

Produzione industriale in provincia: con +2,8% è il miglior dato in Piemonte

Economia | Nel quarto trimestre 2018 è stata la media industria a trainare, in particolare l'industria chimica. Bassi gli investimenti senza sfruttare gli incentivi a disposizione. Poca innovazione e ricerca e sviluppo interna all'azienda

Record di visite nei musei della provincia, ma ancora non basta

Cultura | Sono aumentati del 36% circa i visitatori nei musei della provincia, secondo i dati dell'Osservatorio culturale del Piemonte. Al primo posto della classifica spicca il museo dell'Arte e Cultura Ebraica di Casale, seguito dalla Gambarina di Alessandria. Bene anche il museo dei Campionissimi. La provincia è però ancora fanalino di coda in regione

Il mondo dello sport piange Cino Marchese, manager dei campioni

Sport | Cino Marchese se ne è andato nella mattinata di domenica 17 ad 81 anni. Capriati, Navratilova, Seles, Compagnoni, Tomba, Paolo Rossi e Roberto Baggio sono solo alcuni dei campioni che aveva seguito e di cui negli anni era diventato amico personale

Derby di Promozione: Russo lancia l'HSL all'ultimo respiro

Promozione - girone D | La rete della punta nel recupero decide un derby appassionante con la Valenzana Mado