Economia

Si possono detrarre le spese di istruzione?

Con la riforma della “Buona scuola” nel Modello 730/2018 sono aumentate le spese d’istruzione detraibili. La detrazione del 19% viene incanalata su un doppio binario: da una parte ci sono le spese per l’università, dall’altra quelle per le scuole primarie e secondarie

ECONOMIA - Con la riforma della “Buona scuola” nel Modello 730/2018 le spese d’istruzione saranno detraibili entro una spesa sostenuta pari al massimo a 717,00 euro e non più 564,00 euro come l’anno precedente, inoltre la detrazione del 19% viene incanalata su un doppio binario: da una parte ci sono le spese per l’università, dall’altra quelle per le scuole primarie e secondarie.

La vecchia formulazione (articolo 15, comma 1, lettera “e”) prevedeva la possibilità di detrarre nella misura del 19% le spese sostenute per la “frequenza di corsi di istruzione secondaria, universitaria, di perfezionamento e/o di specializzazione, tenuti presso istituti o università italiane o straniere, pubbliche o private, in misura non superiore a quella stabilita per le tasse e i contributi degli istituti statali italiani”. Ai sensi del comma 2 del medesimo articolo la detrazione spettava (e spetta tutt’ora) anche per gli oneri sostenuti nell’interesse dei familiari fiscalmente a carico.

Ora con la riforma della “Buona scuola” la suddetta lettera “e” viene rinnovata limitando la detraibilità alle sole spese sostenute per i corsi di istruzione universitaria (ad esempio immatricolazione e iscrizione, soprattasse per esami di profitto e laurea, frequenza, corsi di specializzazione) “in misura non superiore a quella stabilita per le tasse e i contributi delle università statali”. Poi, è stata aggiunta l’inedita lettera “e-bis” in cui si dispone l’applicazione della detrazione Irpef del 19% in riferimento alle spese entro un limite massimo innalzato a 717,00 euro dalla Legge di Bilancio 2018 per la frequenza:
  • delle scuole dell’infanzia (ex asili)
  • del primo ciclo di istruzione, cioè delle scuole primarie (ex elementari) e delle scuole di secondarie di primo grado (ex medie)
  • delle scuole secondarie di secondo grado (ex superiori).
In sintesi, la riscrittura della vecchia lettera “e” ha introdotto la nuova lettera “e-bis” che mantiene lo sgravio del 19% sulle spese di iscrizione/frequenza alle scuole secondarie di secondo grado allargandolo contemporaneamente ai livelli di istruzione inferiori: asili, elementari e medie.

Un altro cambiamento sostanziale apportato dalla “Buona scuola” consiste nell’uniformità della detrazione che cancella, per le sole scuole di infanzia, del primo ciclo di istruzione e delle scuole secondarie di secondo grado, il vecchio discrimine fra istituti statali e parificati (privati). Difatti, secondo il vecchio regime agevolativo, la detrazione sui contributi pagati alle scuole parificate era ammessa nei limiti in cui gli stessi contributi non superassero l’importo di quelli pagati alle scuole statali, principio che è rimasto in vigore per l’istruzione universitaria.

Per quanto riguarda invece le università, il discrimine fra atenei statali e privati viene mantenuto. Le spese, quindi, sostenute nelle università private saranno detraibili “in misura non superiore a quella stabilita annualmente per ciascuna facoltà universitaria con Decreto del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, tenendo conto degli importi medi delle tasse e dei contributi dovuti alle università statali”.

Nella provincia di Alessandria sono presenti i seguenti sportelli del Patronato Acli presso cui è possibile rivolgersi per ulteriori informazioni:

Sede Provinciale di Alessandria
Via Faà di Bruno 79
Tel. 0131/25.10.91

Sede Zonale di Casale Monferrato
Via Mameli, 65
Tel. 0142/41.87.11 - Cell. 366.54.93.82

Sede Zonale di Tortona
Via Emilia 244
Tel. 0131/81.21.91 - Cell. 333.29.94.285

Sede Zonale di Novi Ligure
Via P. Isola 54/56
Tel. 0143/74.66.97 - Cell. 331.57.46.362

Segretariato Sociale di Valenza
c/o Comunità Parrocchiale
Via Pellizari 1
Tel. 0131/94.34.04 – Cell. 392.70.51.519

Segretariato Sociale di Acqui Terme
Via Nizza 60/B
Tel. 349.97.54.687
24/02/2018







blog comments powered by Disqus


Gaudenzio Ferrari tra Vercelli, Novara e Varallo, una mostra “all’antica” che segue la storia

Cultura | Organizzata in senso cronologico, si tratta dell’esposizione dedicata allo straordinario pittore che oggi diremmo piemontese, architetto, plastificatore, musicista e poeta, che si dipana dalle prime prove fino alle ultime, prodotte a Milano per gli Sforza.

Basta morti sul lavoro, l'industria sciopera per quattro ore

Economia | I sindacati Cgil, Cisl e Uil hanno confermato le quattro ore di sciopero, dalle 8 alle 12, il prossimo 19 giugno, tutto il comparto dell'industria per chiedere di "fermare la strage" delle morti sul lavoro

Nova Coop scende in campo per aiutare gli animali abbandonati

Società | Sabato 16 giugno saranno attivi punti di raccolta ad Alessandria, Casale Monferrato, Tortona e Valenza

L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno

Valenza | In piazza Gramsci evento-mercato di qualità con tutto il meglio del Made in Italy artigianale. I famosi ambulanti toscani tornano nell’Alessandrinoper riportare anche qui le magiche atmosfere del Mercato del Forte, sinonimo di genuinità e qualità artigianale garantita

#Nondiamoglielavinta: Alessandria diventa la capitale della lotta al cancro

Alessandria |  Il Festival della prevenzione e innovazione in oncologia organizzato dall’Aiom fa tappa in città da sabato 16 a lunedì 18 giugno. In piazza della Libertà sarà allestito il motorhome dove i medici forniranno informazioni su prevenzione, innovazione terapeutica e ricerca