Valenza

Valenza riprova a far sistema con il Centro per l'innovazione

Comune e Università scendono in campo e creano un'associazione che possa unire le forze e aiutare le piccole realtà artigianali. Si torna, di nuovo, a parlare di un marchio identificativo unico.

VALENZA - Il Centro l’innovazione “InValenza” è pronto a fare sul serio per la promozione del territorio, soprattutto quella orafa. L'idea dei soci fondatori (Comune di Valenza e UPO) è quella di creare un vero e proprio polo di interesse e punto di riferimento per le realtà che insistono sul valenzano.
Con l'approvazione dello statuto e del progetto di indirizzo 'InValenza' diventa 'grande' e si candida come centro di aggregazione di enti, associazioni, istituzioni e soggetti privati sotto il principio che l'unione faccia la forza. Solo mettendo insieme tante realtà e tante idee, infatti, è possibile partecipare con fiducia a bandi europei e calamitare investimenti privati di un certo peso. Di contro, il Centro per l'innovazione offrirà consulenza e supporto nel settore orafo.
 
Nelle prossime settimane verrà formalizzata la sua nascita a tutti gli effetti di frone ad un notaio, e la attività di InValenza partiranno ufficialmete. Avrà una sede fisica - in alcuni locali del Comune - ma sarà anche molto presente online sfruttando tutte le potenzialità del marketing in rete.
Con la nascita di questo aggregatore di 'valenzanità' si torna inevitabilmente a parlare di marchio unico che identifichi l'artigianato locale, iniziativa che vanta innumerevoli tentativi, nessuno particolarmente riuscito a pieno.
Gli artefici di questa nuova avventura corale – l'ultima in ordine di tempo, per la verità – sono soprattutto Alessandra Francesca Faraudello, docente di Economia dell’Università del Piemonte Orientale, e l’assessore comunale Massimo Barbadoro, sempre molto attivo nel proporre nuovi spunti per il rilancio del comparto orafo.
22/02/2018







blog comments powered by Disqus


Da tutto il nord-ovest 150 ragazzi disabili per arrivare "Insieme al traguardo"

Valenza | Domenica 23 torna l’ormai consueto appuntamento con la manifestazione “Insieme al traguardo”, giunta ormai alla quindicesima edizione. Una giornata che sarà resa speciale dalla presenza di quasi 150 ragazzi diversamente abili e da oltre duecento volontari

Città e cattedrali a porte aperte: le iniziative in provincia

Provincia | Nel weekend del 22 e del 23 settembre l'apertura straordinaria di edifici ecclesiastici in Piemonte con “Cultura a porte aperte”

Un affare di famiglia

Cinema | "Tutte le famiglie felici si assomigliano fra loro, ogni famiglia infelice è infelice a suo modo". Sembra nascere e crescere sotto questo assunto, l’ultima opera cinematografica - vincitrice della Palma d'oro la scorsa primavera al Festival di Cannes - del giapponese Kore'eda, indefesso e acuto esploratore della complessità dei legami familiari già nei suoi precedenti film

Negozi chiusi la domenica, Cisl: “decidano i territori”

Economia | Nel dibattito politico sulle chiusure domenicali e festive dei negozi, si inserisce anche la voce di Cisl Alessandria-Asti. Per il segretario Marco Ciani “La strada migliore per noi è quella di riaffidare questa competenza alla contrattazione territoriale tra Comuni, aziende e sindacati”

I Comuni non danno un euro per il turismo provinciale, così Asti 'scappa' con Alba

Alessandria | Per capire la scelta astigiana bastano alcuni numeri: per Alexala i grandi Comuni danno poco più di mille euro, la Provincia non è socia, né ci sono partner privati che investono. Allora di cosa ci lamentiamo? La scelta politica sarà comunque di fare una cosa a tre (Langhe, Asti, Alessandria)